1. GOZI-VIGLIA A PALAZZO FARNESE PER LA LEGION D’ONOR AL PRODISSIMO SANDRO GOZI 2. EX GIOVANE DICCì NEL CUORE DEL MORTADELLA E DI PIERFURBY, FESTEGGIATO ANCHE DA PANNELLA (INSIEME HANNO COMBATTUTTO PER LA LIBERALIZZAZIONE DELLO SPINELLO) 3. MOMENTO CLOU DELLA ALLEGRA CERIMONIA: IL CLAMOROSO BACIAMANO RASOTERRA (E PRESA PER IL CULO) DI CASINI A ROMANO PRODI CON TANTO DI “MAESTRO, I MIEI RISPETTI” 4. TRA I PRESENTI GLI SFACCENDATI BINI SMAGHI E CORRADO PASSERA A CACCIA DI POLTRONE

1. IL ‘’VAFFANCULO’’ E’ SERVILLO AI CRITICI (‘’DUBBIOSI’’) NEL GIORNO DEL GOLDEN GLOBE ASSEGNATO COME MIGLIOR FILM STRANIERO ALLA “GRANDE BELLEZZA” DI PAOLO SORRENTINO 2. E VISTO CHE E’ STATO PREMIATO IL FILM E NON LA REGIA, SORRENTINO NE RICEVE UNO ALTRETTANTO SONORO DA PARTE DI ATTORI (FERILLI & VERDONE), COLLABORATORI E DISTRIBUTORI E PRODUTTORI (LA MEDUSA DI BERLUSCONI HA INVESTITO BEN 4 MILIONI DI EURO) CHE NON SONO STATI NE’ CITATI NE’ RINGRAZIATI NEL CORSO DELLA CERIMONIA A LOS ANGELES, COME INVECE HANNO FATTO TUTTI GLI ALTRI VINCITORI 3. E NEPPURE UN “GRAZIE” DI PAOLO IL FREDDO ALL’ALLORA SINDACO DI ROMA, GIANNI ALEMANNO, CHE GLI HA CONCESSO GRATIS TUTTE LE LOCATION PRETESE PER GIRARE IL FILM

1. MA QUALE RIMPASTO, SONO LE NOMINE NELLE GRANDI SOCIETÀ PUBBLICHE (ENI, ENEL, FINMECCANICA, TERNA E POSTE) AD ESSERE L’OGGETTO DEL DESIDERIO DI MATTEO RENZI 2. IL SEGRETARIO PD HA BEN CHIARO CHE PRESIDENTI E AMMINISTRATORI DELEGATI VALGONO BEN PIÙ DI UN MINISTRO E LA MAPPA POTREBBE ANCHE ENTRARE NEL “PATTO DI GOVERNO” CHE LETTA SI AVVIA A NEGOZIARE CON IL SINDACO DI FIRENZE NELLE PROSSIME ORE, BEN PRIMA DELLE SCADENZE CHE PREVEDONO LE ASSEMBLEE NEL MESE DI MAGGIO 3. LE AMBIZIONI DI GUBITOSI, FRANCESCO CAIO, ALESSANDRO CASTELLANO, ANDREA GUERRA, VALERIO CAMERANO, LUCA LUCIANI, GIUSEPPE RECCHI, PAOLO SCARONI, FULVIO CONTI 4. CHI TRABALLA: MASSIMO SARMI, ALESSANDRO PANSA, LUIGI ROTH, PAOLO COLOMBO, ETC.

1. HOLLANDE DECIDITI! VUOLE MOLLARE VALERIE MA NON INTENDE FARLO MENTRE È IN OSPEDALE, ANCORA IN CHOC. EPPURE LEI LO PERDONEREBBE, SOLO PERCHÈ NON HA VOGLIA DI ABBANDONARE IL SUO POSTO DI POTERE E DESIDERA FORTEMENTE ANDARE ALLA VISITA PRESIDENZIALE A WASHINGTON, PREVISTA A FEBBRAIO, PER INCONTRARE GLI OBAMA E CONTINUARE LE SPESE PAZZE COI SOLDI DEI FRANCESI FRA CASE, JET E LIMOUSINE 2. LA TRIERWEILER AVREBBE CONFERMATO CHE LA CONFESSIONE È AVVENUTA ALL’ELISEO, SENZA GRIDA O SCENE MADRI. LUI NON HA NEGATO NULLA, NÉ LE FUGHE NOTTURNE A BORDO DELLO SCOOTER, NÉ LA DATA DI INIZIO, NÉ LA FREQUENZA DEGLI APPUNTAMENTI. 3. CHISSÀ PERCHÉ LE ATTRICI MOLTO RARAMENTE (ANZI QUASI MAI) SANNO RESISTERE AL FASCINO (QUASI SEMPRE STAGIONATO E PANZUTO) DI PRODUTTORI O PRESIDENTI DI STATO?

1. L’ITALIA È L’UNICO PAESE IN CUI LE PREVISIONI DI CRESCITA DEL TESORO (+1%) DIVERGONO DA QUELLE DELL’ISTAT (+0,7%), E DOVE MARPIONNE PUÒ RACCONTARE LE SUE PALLE 2. NELL’INTERVISTA A ‘REPUBBLICA’ L’AD HA SPIEGATO CHE “FIAT LASCERÀ IL MASS MARKET” (CIOÈ LE UTILITARIE) PER CONCENTRARSI SOLO SULLE AUTO DI LUSSO. METTENDO I MOTORI FERRARI DENTRO LE AUTO ALFA ROMEO. UN DANNO PER ENTRAMBE! 3. CERTO CHE CONTINUERÀ A FARE UTILITARIE (IN BRASILE), PRODUCENDO IN ITALIA UN PAIO DI MODELLI ALFA PER CONSENTIRE AI POLITICI DI DIRE CHE SI TRATTA DEL RILANCIO DEL MADE IN ITALY, SENZA RECUPERARE AFFATTO I LIVELLI DI OCCUPAZIONE PROMESSI 4. MA I CASI TELECOM E ALITALIA DIMOSTRANO CHE AL MINISTERO DELL’ECONOMIA SI BEVONO TUTTE LE PANZANE RIFILATE DAI FINTI CAPITALISTI, MENTRE IL PAESE PERDE FILIERE PRODUTTIVE, POLI INDUSTRIALI E DI SERVIZI, E GLI IMPRENDITORI SE NE VANNO ALL’ESTERO