“Mughini, sul tema pane e scrittura, ha scritto su Dagospia parole definitive. Aggiungo che l’italiano medio i libri, i biglietti del teatro li vuole. Ma regalati. “Me la canti la canzone?”, chiede al cantante, e non lo farebbe mai con il meccanico. L’italiano medio il caso giudiziario l’ha già dimenticato, ed è pronto a onorare di nuovo i santini”...

RONCONI DIETRO LE QUINTE - CORDELLI: ESIGENTE CON GLI ATTORI, RIGOROSO, RISERVATO: DA QUANDO ERA MALATO IL REGISTA CONFIDAVA DI NON VOLER PIÙ VIVERE - A SORREGGERLO SOLO IL TEATRO COME RIVELAZIONE DELLA VITA, E COME SUA MASCHERA

La vita privata di Ronconi era segreta: si muoveva in questa leggenda di riservatezza, geloso di quanto gli accadeva nei giorni in cui non era in scena - Negli ultimi tempi aveva un’aria leggermente disperata: prima dell’ultimo spettacolo, ribadiva: “non sono pronto, non sono pronto”...

Per “Libero” sono “ricchi grazie a Mondadori e ora firmano per sabotarla”. Ma pubblicare un libro non significa legarsi mani e piedi all’editore e dover essere sempre d’accordo su tutto. Tra i casi più eclatanti, Tahar Ben Jelloun, Buttafuoco, Rossana Campo, Mauro Covacich e Mario Giordano…

Stati Uniti nella morsa del gelo: ecco cosa succede a non far niente contro il riscaldamento globale - I danni alla Barcaccia? In periferia questi episodi sono all'ordine del giorno: ognuno fa quel che vuole - Landini e la fiom hanno perso la testa: dopo il flop pazzesco di Pomigliano ci hanno riprovato con lo sciopero a Melfi. Ed è stato un flop…

Via Venti Settembre mette nero su bianco le preoccupazioni e invita le banche ad alzare il livello di guardia sui controlli antiriciclaggio - Un fiume di denaro dentro il quale si può nascondere di tutto. Non solo redditi nascosti al fisco dagli evasori più o meno professionisti, ma anche quattrini della criminalità organizzata…

VOGLIONO ARRESTARE IL BANANA? GIULIANO FERRARA EVOCA IL GRANDE SPAURACCHIO DI BERLUSCONI: LE MANETTE - “LA LOGICA DELLO SFASCIO POLITICO-GIUDIZIARIO POTREBBE DA UN MOMENTO ALL’ALTRO CONSEGNARLO ALLA GALERA”

“Ora che è caduto il teorema d’accusa con il processo d’appello sul caso Ruby, sentenza di assoluzione perché il fatto non sussiste o perché il fatto non costituisce reato, bisognerà pure trovare un modo per far rivivere la campagna giudiziaria cominciata con Tonino Di Pietro all’insegna della frase, rivelata da Borrelli, “io a quello lo sfascio””…

Feltri: “La fiction della Rai segna quindi una svolta netta. La giornalista fiorentina è trattata addirittura con affetto. Niente insulti, solo carinerie. Forse non è sbagliato ripetere che il tempo è galantuomo. Peccato. La donna è sottoterra e non ode i tanti peana che la renderebbero felice”...

Lo ha confermato la responsabile del debito pubblico italiano, Maria Cannata. Se prima si potevano “spalmare” le perdite su più esercizi, la nuova normativa europea imporrà al Tesoro di calcolare il valore di mercato come perdita: dall’anno prossimo i nodi arriveranno al pettine, e saranno dolori...

Al 30 gennaio 2015, i soldi stanziati per pagare il dovuto maturato entro il 2012 sono complessivamente 56 miliardi. Questa cifra però esiste solo sulla carta: le risorse messe effettivamente a disposizione degli enti debitori ammontano a 42,8 miliardi…

L’intera rete, per la Cdp, dev’essere in fibra ottica per assicurare velocità adeguata e affidabilità dei collegamenti, mentre Telecom punta a mantenere la rete attuale in rame per le ultime tratte dei collegamenti - E poi l’entità degli investimenti. Per Cdp servono 1,5 miliardi ma Telecom vuole sborsare 500 milioni…

Pallotta si è sempre detto disponibile ad accogliere un socio e già qualche tempo fa si è ipotizzato un interessamento di Wang al club giallorosso. Nei giorni scorsi Bogarelli ha incontrato i plenipotenziari del finanziere Usa Zanzi e Baldissoni - Il fronte milanista presenta qualche elemento in più per il magnate cinese...

Parla il grande storico dell’arte cubano Gonzales Palacios: “Testori aveva un forte spirito culturale ma temeva il giudizio della madre” - “Zeri allievo di Longhi? Non proprio. Si detestavano. Zeri era convinto che Longhi avesse fatto di tutto per impedirgli di entrare all’università” - “Con Zeri non ci parlammo per 7 anni, mi chiamava il “pazzo delle Antille”...

Rcs ha urgente bisogno di fare cassa, Mondadori è pronta a tirare sul prezzo - Adelphi e Marsilio potrebbero sganciarsi da Rizzoli e restare indipendenti - Il ritorno di Gian Arturo Ferrari, che nella fusione “ci crede”, il mercato degli e-book, i bestseller, le librerie - Feltrinelli e l’investimento (in perdita) nella tv...

La critica era stata unanime: meritava il leone d’Oro. Ma la giuria gli preferì il film svedese «Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza». Oggi resta l’amaro in bocca, per quel film di cui si sarebbe potuto dire, prima che Oscar, Leone d’oro alla Mostra di Venezia 2014….

HOLLYWOOD S’IMPEGNA - DIMENTICATE GAG E SESSISMO, I DISCORSI AGLI OSCAR DI QUEST’ANNO ERANO SOCIALI E POLITICI: DIVERSITA’, SLA, PARITA’ SALARIALE, IMMIGRAZIONE, E TUTTI SI COMMUOVONO SUL GOSPEL-RAP DI “GLORY” (VIDEO)

Il messicano Iñárritu, regista del pluripremiato “Birdman”, ha dedicato l’Oscar ai compagni messicani. Graham Moore, miglior sceneggiatore per “The Imitation Game”, ha toccato l’audience con un discorso sulla diversità. Laura Poitras, regista di “Citizenfour”, ringrazia Edward Snowden e i giornalisti che rischiano la vota per la verità...

“L’uomo criminale che dichiara di aver fatto del male ma che accusa lo Stato di essere molto più sporco di lui. Gioco facile e identico per moltissimi collaboratori di giustizia che dovrebbero essere ascoltati solo per ciò che rivelano e non per le loro analisi: e soprattutto solo dopo attente verifiche”…

Lacroce, ex ispettore di Bankitalia, poi socio di Etruria: “Denunciai oltre 220 milioni di euro che i consiglieri si affidavano con disinvoltura, per me era impossibile rimanere in cda” - Le manovre sulle azioni, le acquisizioni spericolate. Ora ha 2,8 miliardi di sofferenze e un patrimonio da meno di 20 milioni...

Secondo il tribunale la sospensione inflitta alla Giuliani è stata “illegittima” per “illogicità manifesta e irragionevolezza” e “travisamento dei fatti” - Ma la Giuliani è andata oltre ed ha denunciato il Comune anche per mobbing, in seguito ad una serie di altre “vessazioni” subite: trasferimenti, demansionamenti e perfino l’assenza di una scrivania…

“50 SFUMATURE” DOMINA IN ITALIA (16 MLN) E SUPERA SIANI, MENTRE NEL MONDO ARRIVA A 410 MILIONI. MA IN AMERICA SI SGONFIA (-73%) - OTTIMO SECONDO POSTO PER “NOI E LA GIULIA” (1,2 MLN)

Agli americani le “sfumature” sono piaciute come fenomeno cultural-femminile, più che come film - Da noi al terzo posto c’è lo sballatissimo “Settimo figlio”, poi quel che rimane di Johnny Depp in “Mortdecai” - In USA, “Kingsmen” al secondo posto, moscio “McFarland” con Kevin Costner...

Secondo le accuse, il premier e la First Lady gonfiavano il numero degli “ospiti” ricevuti nella residenza per ottenere maggiori rimborsi dalla cassa del cerimoniale e, sempre allo stesso fine, molti degli “invitati” israeliani venivano registrati come “stranieri” in quanto ciò consente di sostenere spese doppie…

Travaglio: "Questi concetti, dovendo riassumerli in poche parole, mi parevano sufficienti per titolare riassuntivamente che lei intende fare politica. Naturalmente nel senso più nobile del termine, non in quello deteriore di fondare partitucoli o listarelle, come ha subito finto di intendere ieri Renzi..."

CLIC CLIC, 30 ANNI DI “REUTERS” – TRA GUERRE E CATASTROFI NATURALI, ELEZIONI E SCANDALI POLITICI, PROTESTE E TRATTATI DI PACE – LE IMMAGINI PIÙ BELLE DELL’AGENZIA INGLESE NELLE ULTIME 3 DECADI

Per celebrare il 30esimo compleanno dell’agenzia fotografica, la “Reuters” ha ripreso e raccolto gli scatti più belli e più importanti fino ad oggi. Per usare le loro parole, auguriamo altri 30 anni di "produzione di immagini che diventeranno simboli riconosciuti in tutto il mondo"…

Secondo il lettore ebook Kobo in Italia la quota maggiore di opere portate a termine è quella dei romanzetti rosa - Meno della metà dei lettori sono arrivati alla fine del Cardellino di Donna Tartt (800 pagine) - Lo scoglio delle prime 50 pagine: anche se “Preghiera per un amico” di Irving dopo un inizio faticoso si rivela un capolavoro...

Quelli che dovevano perdere, hanno perso: le società petrolifere hanno drasticamente ridotto nuovi progetti, produttori come la Russia stanno soffrendo e molti investitori ci hanno rimesso miliardi. Ma quelli che dovevano vincere non hanno ancora vinto. Anzi, ora si parla del rischio-deflazione dato dal crollo dei prezzi...

A marzo ci sarà un convegno, il sito Forumdestra.it per ora è il contenitore mediatico del progetto e segna un’unica data nell’agenda in homepage: “Giugno 2015” - Il sorpasso della Lega di Salvini su Forza Italia si è ormai consumato nei sondaggi e i “colonnelli” della “fu” An non vogliono farsi trovare impreparati…

A Termini le nuove modalità della delinquenza organizzata con ragazzine borseggiatrici in jeans e maglietta: non ci sono forze dell’ordine, né transenne per vietare l’ingresso a chi non ha il biglietto - A Milano Centrale, stazione controllata e protetta senza che tutto diventi oppressivo...

Lo sfoglio sarà di sedici pagine tra politica, economia, cultura. I giornalisti feriti, Fabrice Nicolino e Philippe Lançon, hanno mandato un testo anche se sono ancora in ospedale, così come il webmaster Simon Fieschi, che ha rischiato la paralisi ed è in condizioni gravi - Tra le nuove filrme, l’algerino Ali Dilem…

A STELLE E “STRISCE” - LA STATUETTA DELL’OSCAR COCAINOMANE E’ APPARSA SULL’HOLLYWOOD BOULEVARD PRIMA DELLA CONSEGNA DEI PREMI - E’ LA NUOVA OPERA DI “PLASTIC JESUS”, IL BANKSY DI LOS ANGELES CHE L’ANNO SCORSO MISE UN AGO NEL BRACCIO DEL TROFEO EROINOMANE

Ha dichiarato lo street artist: «E’ così facile trovare coca a Los Angeles che avrei potuto usarne di vera per l’opera. Però non se ne discute. La guerra alla droga costa 40 miliardi di dollari all’anno, e tutto è nascosto sotto al tappeto». Quattro anni fa tappezzò le strade con la scritta: «Basta rendere famosa la gente stupida»...

L’euro è la causa principale e più evidente del disagio e del disamore degli europei verso l’Europa - Solo una minoranza ristretta dei cittadini dei Paesi dove è stato introdotto lo ritiene una scelta vantaggiosa - Mentre per la maggioranza della popolazione (45-50%) è un “male necessario”. Teme che abbandonarlo sarebbe peggio…

IL CINEMA DEI GIUSTI - MUCCINO TORNA DOPO 5 ANNI CON “LE LEGGI DEL DESIDERIO”, MINESTRONE STRACULT DI ROMANTICISMO GIOVANILE E PROBLEMI DELLE SIGNORE CINQUANTENNI. ULTRASH VOLONTARIO (E UN PO’ NO)

Sembra un film a metà: metà commedia romantica, metà ritratto del guru, metà film sulle dipendenze psicologiche, metà commedia all’italiana. Valgono più le singole prove d’attore (Mattioli, Signoris, Grimaudo, Storti) che l’insieme, ma è comunque quello che si vede con più piacere tra i film di Muccino...