1. CARLO RIPA DI MEANA HA APPRESO DELLA MORTE DI MARINA DALLA TV: ‘OGGI’ RICOSTRUISCE GLI ULTIMI GIORNI DELLA 'GUERRIERA', COME LA RICORDA LA FIGLIA LUCREZIA LANTE
2. MARINA AVEVA FATTO DI TUTTO PERCHÉ L’AMATO MARITO, MOLTO MALATO E CHIUSO IN UN SUO MONDO PROTETTO, NON SAPESSE DELLA STRADA CHE AVEVA INTRAPRESO DOPO LA DIAGNOSI
3. INVECE ALL’INSAPUTA DEI FAMILIARI HA ACCESO IL TG DI SKY E SI E' TROVATO DAVANTI...’

Condividi questo articolo

marina e carlo ripa di meana con vladimir luxuria marina e carlo ripa di meana con vladimir luxuria

Carlo Ripa di Meana ha appreso la tragica notizia della morte della moglie Marina ascoltando il telegiornale di Sky.  Lo racconta il settimanale OGGI, nel numero in edicola.

 

«Marina se n’è andata esattamente come ha voluto e deciso, da gran dama quale era», scrive OGGI, «ma il destino le ha voluto però giocare l’ultimo atroce scherzo. Negli ultimi giorni di insopportabile dolore, il suo pensiero è sempre stato per l’amato marito Carlo Ripa di Meana.

 

carlo ripa di meana e la moglie marina carlo ripa di meana e la moglie marina

Lui, molto malato da tempo, chiuso nel suo mondo che ha i confini di una comoda camera con bagno ricavata nel grande appartamento romano in zona Cola di Rienzo, non doveva sapere, non doveva essere turbato e scosso da tanta sofferenza… Marina è morta a pochi metri di distanza, in un’atmosfera ovattata costruita minuziosamente perché lui non si accorgesse di nulla e fosse poi informato col dovuto tatto e garbo. Invece Carlo ha acceso il televisore e un telegiornale gli ha sparato in faccia la notizia come un calcio di mulo».

 

OGGI ricostruisce minuziosamente la cronaca degli ultimi giorni della regina del jet set. «Nell'ottobre scorso c’era stato l’ultimo viaggio della speranza, a Parigi, al celebre istituto dei tumori Gustave Roussy», scrive il settimanale. «Dottori di gran nome e fama avevano sfogliato quasi con distacco i fogli della sua cartella clinica. “Mi hanno fatto pagare 500 euro per la visita solo per dirmi che dovevo continuare coi protocolli terapeutici che già stavo seguendo”, si è lamentata Marina con gli amici più cari».

Marina e Carlo Ripa Meana2(Ap) Marina e Carlo Ripa Meana2(Ap) marina e carlo ripa di meana (2) marina e carlo ripa di meana (2) carlo e marina ripa di meana carlo e marina ripa di meana carlo ripa di meana e marina carlo ripa di meana e marina CARLO E MARINA RIPA DI MEANA CARLO E MARINA RIPA DI MEANA carlo e marina ripa di meana e andrea carlo e marina ripa di meana e andrea marina e carlo ripa di meana marina e carlo ripa di meana Marina Ripa con Carlo Ripa di Meana e Moravia Marina Ripa con Carlo Ripa di Meana e Moravia carol alt con carlo vanzina luca barbareschi marina ripa di meana carol alt con carlo vanzina luca barbareschi marina ripa di meana carlo e marina ripa di meana carlo e marina ripa di meana

 

marina e carlo ripa di meana marina e carlo ripa di meana marina e carlo ripa di meana marina e carlo ripa di meana

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL SESSO, QUELLO VERO - L’UOMO COL CAZZO PIU’ GRANDE DEL MONDO NON SCOPA QUASI MAI - QUELLA “PRESTAZIONE INCREDIBILE” CHE IL VOSTRO AMICO MILLANTA NON C'E' MAI STATA - NON PENSATE DI CONOSCERE L’IDENTITA’ SESSUALE DI UNA PERSONA – DIECI LEZIONI CHE UNA SEX-WRITER HA IMPARATO DURANTE LA SUA CARRIERA

Più di quattro anni fa ho iniziato a scrivere articoli sul sesso e mi sono ritrovata in un sacco di situazioni strane: da una caccia alla volpe erotica a una seduta di terapia sessuale che portò una donna a eiaculare dritto sui miei mocassini. Ho testato un vibratore d’inizio secolo così come i più moderni robot erotici…

politica

business

cronache

sport

cafonal