LA CASA DEL GRANDE BORDELLO - UNO DEI CONCORRENTI DEL GF, ALBERTO MERZETTI, CI RIFILA LA SPACCONATA DA MANDRILLO: “IO LE DONNE LE FACCIO VENIRE ANCHE SOLO CON IL PETTING” - LUIGI FAVOLOSO, FIDANZATO DI NINA MORIC, COGLIE LA PALLA AL BALZO E LO SPUTTANA: "NON SAPETE IERI NOTTE COSA HA DETTO: NON MI FIDANZO PERCHÉ…”

-

Condividi questo articolo

Da http://www.iltempo.it

 

Alberto Merzetti Alberto Merzetti

Al Grande Fratello una chiacchierata si trasforma in una rivelazione hot di Alberto Merzetti, il Tarzan della Casa di Cinecittà: "Io le donne le faccio venire anche solo con il petting". Il sole primaverile dà alla testa al biondone di Viterbo che suscita i commenti ironici dei compagni di gioco per la convinzione con cui parla di se stesso.

 

Luigi Favoloso, fidanzato di Nina Moric, coglie subito la palla al balzo e rivela: "Non sapete ieri notte cosa ha detto: non mi fidanzo perché non trovo una bella come me. Se trovassi una me al femminile la sposerei subito".

 

Alberto Merzetti Alberto Merzetti

E sempre il 34enne parlando delle sue conquiste rivela particolari intimi della sua vita sessuale poco graditi ai coinquilini della Casa più spiata d'Italia: "Aho' io una donna la faccio venire solo con il petting, vo' giuro, solo con il petting". Lucia Orazio e Luigi Favoloso gli consigliano di non esagerare, mentre Lucia Bramieri lo rimprovera: "Moderati, siamo ancora in fascia protetta". "Perché, cos'ho detto?! Lo vedi questo…" tenta di giustificare l'uscita fuori luogo. Alessia lo minaccia: "E basta, ti nomino la prossima volta". Ma Alberto le ricorda: "Non vi fissate con le nomination. Non decidiamo niente noi, decidono tutto le persone fuori”.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

"MALETTONISMO" - MARCELLO VENEZIANI: “I BENETTON NON HANNO PRODOTTO SOLO MAGLIONI E GESTITO AUTOSTRADE MA SONO STATI LA PRIMA FABBRICA NOSTRANA DELL'IDEOLOGIA GLOBAL E TOSCANI E’ STATO IL LORO PROFETA. SOCIETÀ MULTIRAZZIALE, VIA LE BARRIERE OVUNQUE, ECCETTO AI CASELLI, DOVE SI TRATTA DI PRENDERE PEDAGGI - SI È CEMENTATO UN BLOCCO TRA UN CETO PROGRESSISTA CHE FORNISCE IL CERTIFICATO DI BUONA COSCIENZA A UN CETO AFFARISTICO DI CAPITALISTI MARPIONI. PERÒ ALLE VOLTE INSORGE LA REALTÀ…”

business

cronache

sport

VITA, PALLONE E CAMPIONI NEI RICORDI DI EUGENIO FASCETTI: “IL MIO RAMMARICO PIU' GRANDE? LAZIO-VARESE, STAGIONE 1981-82. IO ALLENAVO IL VARESE E COME DS AVEVO BEPPE MAROTTA. DOPO 20 MINUTI ERAVAMO 2-0 MA PERDEMMO 3-2. NOI ERAVAMO LANCIATI PER LA SERIE A, ACCADDERO COSE STRANE E MI FERMO QUI… - SE CASSANO AVESSE AVUTO LA TESTA DI ANTONIO CONTE SAREBBE STATO MOSTRUOSO - ALLEGRI E’ IL PIU’ BRAVO DI TUTTI - DOPO LA GUERRA, ANCHE NEL PALLONE SERPEGGIAVA UNA DERIVA SOCIALISTA E QUANDO ANDAMMO IN UNGHERIA…"

cafonal