CHE BOTTO! - VIDEO: L'INCIDENTE DI GEORGE CLOONEY, PARLA L'UOMO CON CUI SI È SCONTRATO. ''NON SONO UN PIRATA DELLA STRADA''. NO, PERÒ GUIDI DE MERDA - DALLE IMMAGINI SI VEDE COME IL PENSIONATO DI 68 ANNI OCCUPI LA CORSIA OPPOSTA PER ENTRARE IN UN PARCHEGGIO. NON SOLO GEORGE: LA MOTO SUBITO PRIMA DI LUI LO EVITA PER UN SOFFIO. ''QUANDO L'HO SOCCORSO L'HO RICONOSCIUTO SUBITO''. IL CAMIONISTA: ''ERA SPAVENTATO E IO...''

-

Condividi questo articolo

 

 

Nicola Pinna per www.lastampa.it

 

«L’ho capito appena si è tolto il casco. Certo, ho tentennato un attimo, ma era davvero impossibile non riconoscerlo». Ad Antonello Viglino sembrava tutta fantascienza, ma quello che gli stava accadendo sotto gli occhi non era un film. Paurosa realtà, anche se l’altro protagonista di una mattinata che ha rischiato di essere tragica era un attore vero. Un divo di Hollywood, il volto più noto del cinema, che il pensionato sardo non avrebbe creduto di trovare mai lungo la sua strada. Nel vero senso della parola, visto che l’incontro che entrambi si sarebbero evitati volentieri è avvenuto al centro della carreggiata, lungo la statale 125, a pochi chilometri dall’ingresso di Olbia.

clooney clooney

 

Il racconto 

«Camminavo piano, non sono un pirata della strada - confessa il sessantottenne che era al volante di una vecchia Mercedes-. Mi sono fermato e ho soccorso il conducente dello scooter. Non ho perso tempo, ho cercato di mantenere la lucidità, temevo si fosse fatto molto male. Ma ho fatto solo il mio dovere, di certo non potevo pensare di aver investito George Clooney». 

 

Lo scontro 

Quel che è successo nel dettaglio, e di chi sia la responsabilità di questo incidente, lo stabiliranno le indagini già avviate dalla polizia locale di Olbia. Gli agenti sono arrivati subito sul posto e proprio in quel momento George Clooney è stato caricato in ambulanza e accompagnato al Pronto soccorso dell’Ospedale Giovanni Paolo II di Olbia. Dove il medico di E.R. è stato visitato e curato. La prognosi è di venti giorni, il tempo di curare la lesione al ginocchio e alcune contusioni. 

 

Il divo in ospedale 

clooney clooney

L’ex uomo più sexy del mondo da qualche mese ha trasferito vita e lavoro in Sardegna. E ieri mattina, già di buon’ora, stava andando sul set. In sella al suo scooter affrontava i tornanti tra Porto San Paolo e Olbia. Era quasi arrivato a Capo Ceraso, una grande oasi di macchia mediterranea che si affaccia su una fetta di mare incantevole.

 

Proprio qui, in questi giorni, sono state trasferite le riprese di Catch 22, una serie quasi tutta girata in Italia e ambientata nella Seconda guerra mondiale. Clooney è regista e produttore e proprio lui ha scelto i luoghi in cui allestire il grande set. A iniziare dall’ex aeroporto di Venafiorita, dove attori e troupe hanno lavorato fino ai giorni scorsi, tra carri armati, finte truppe militari e vecchi aerei. 

clooney clooney

 

La corsa in moto 

George Clooney è appassionato di moto e di velocità e ieri mattina, raccontano i testimoni, pare avesse accelerato un po’ troppo. E quando si è trovato di fronte la Mercedes di Antonello Viglino, che andava in direzione opposta e iniziava la manovra per entrare in un parcheggio, non ha avuto il tempo di frenare. In un attimo è stato sbalzato dal sellino e l’impatto più forte (e anche più pericoloso) è stato quello contro il parabrezza dell’auto. «Tutto è successo in un istante - racconta il pensionato -. Appena mi sono avvicinato per soccorrerlo ho capito chi avevo di fronte».

 

Un istante dopo sulla strada si è fermato anche il camion di Mario Chironi: «Clooney era molto spaventato, dolorante. Ho provato a consolarlo». Poi sono arrivati i vigili e anche loro sono rimasti sbalorditi quando hanno chiesto nome e cognome a tutti i protagonisti dello scontro. Sembrava di essere nella pubblicità del caffè: «I’m George».

george clooney 2 george clooney 2

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute