DAGO NEL PAGLIAIO - BUTTAFUOCO: “ROBERTO D’AGOSTINO È IL PIÙ CONTEMPORANEO TRA GLI ITALIANI. AVANTI SU TUTTO, INFALLIBILE SU UOMINI E COSE, FORTE DI SPONTANEITÀ PIÙ CHE DI CURIOSITÀ, NON PATISCE ANSIA DA SOGGEZIONE SOCIALE E NEPPURE CULTURALE - SE SOLO L’ITALIA AVESSE CONSAPEVOLEZZA DI SÉ, E CIOÈ DI DISCENDERE DA CARMELO BENE E NON DA FABIO FAZIO, LUI FAREBBE IL SENATORE A VITA"

-

Condividi questo articolo

pietrangelo buttafuoco pietrangelo buttafuoco

Pietrangelo Buttafuoco per “il Tempo”

 

È più persona che personaggio Roberto D’Agostino di cui si festeggiano i settant’anni. Protagonista della scena, anche in virtù del suo Dagospia – il portale online di notizie politiche, economiche e di costume – raggiunge con baldanzoso brio l’età che negli altri è vecchiaia ma che lui, con la sveltezza propria del fenomenologo, conclama nel vivo fragore della contemporaneità. È, infatti, Dago, il più contemporaneo tra gli italiani.

Dago 80 Dago 80

 

Nel frattempo che ognuno di noi – per figurare in società – va a New York, lui è già a Pechino. Avanti su tutto, infallibile su uomini e cose – forte di spontaneità più che di curiosità – non patisce ansia da soggezione sociale e neppure culturale. Cestina il Premio Strega e del Club Bilderberg sa già tutto, ancora prima che parlino.

 

Tatuato, ma come se il Caravaggio si fosse prodotto in ogni suo lacerto di pelle, Dago è tutto ciò che continua a essere: bancario, dj, collezionista di mentule, ragioniere nonché autore e mattatore di Dago in The Sky, la più affascinante trasmissione mai vista in tivù. Se solo l’Italia avesse consapevolezza di sé – e cioè di discendere da Carmelo Bene e non da Fabio Fazio –lui farebbe senatore a vita. Auguri.

Dago in redazione - ph Massimo Sestini Dago in redazione - ph Massimo Sestini Dago in redazione - ph Massimo Sestini Dago in redazione - ph Massimo Sestini Dago in redazione - ph Massimo Sestini Dago in redazione - ph Massimo Sestini Dago in redazione - ph Massimo Sestini Dago in redazione - ph Massimo Sestini

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute