FACCIAMO ‘FIKI FIKI’ INSIEME – IL MITOLOGICO GIANNI DRUDI A "RADIO2": "LA MIA CANZONE, FIKI FIKI, NACQUE IN SPIAGGIA, VIDI UN VENDITORE AMBULANTE DIRE A UNA RAGAZZA CHE LE AVREBBE REGALATO UNA COLLANINA SE AVESSE FATTO..." - "FACCIO MUSICA TRASH MA NON SONO VOLGARE. NEL BRANO  'LA PANTERA' CANTAVO: 'SE TI PRENDO BELLA GNOCCA GIURO CHE TI FACCIO SECCA’ - LE DONNE? HO CUCCATO ALLA GRANDE. IL TIPO DA SPIAGGIA ESISTE ANCORA, QUI IN ROMAGNA TENIAMO ALTA LA BANDIERA GRAZIE AI BAGNINI" - VIDEO STRACULT

-

Condividi questo articolo

 

Da I Lunatici Radio2 https://www.raiplayradio.it/programmi/ilunatici/

 

gianni drudi gianni drudi

Gianni Drudi è intervenuto ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format "I Lunatici", condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, in diretta ogni notte dall'1.30 alle 6.00 del mattino.

 

Drudi ha parlato della sua carriera e della sua scelta di fare musica trash e ironica: "Nasco musicalmente parlando con i cantautori degli anni '70. Con Fiki Fiki, poi, vinsi il premio Rino Gaetano, in diretta su Rai1. La ballano anche i ragazzini, grazie al digitale, a youtube. I primi dischi li ho fatti parlando d'amore, proponendo canzoni romantiche, ma non succedeva nulla. Poi ho fatto un brano che si chiamava 'La pantera', in cui cantavo 'se ti prendo bella gnocca giuro che ti faccio secca'. Me la prese un regista e la usò come sigla finale del Giro Festival. Mi fecero cambiare la parola gnocca con cocca. Da lì mi venne il gusto di cantare queste canzoni ironiche che piacevano anche alla gente.

 

Fiki Fiki nacque perché vidi un venditore ambulante sulla spiaggia, provava a vendere collanine sotto l'ombrellone. Si mise a trattare con una ragazza, che voleva sapere quanto costasse una collanina di corallo. Lui chiedeva 30.000 lire, lei offrì 5.000 lire. Lui la guardò dritta negli occhi e le disse 'se tu fare fiki fiki con me io dare collanina gratis'. L'anno dopo quel ragazzo sulla spiaggia di Rimini ha venduto migliaia di cassette pirata di fiki fiki".

gianni drudi gianni drudi

 

Sul suo rapporto con le donne: "C'è chi cucca e chi no, si cucca, si cucca, io ho cuccato, ho fatto la mia parte. L'uomo del fiki fiki esiste ancora, anche se adesso ci sono più generi. Il latin lover esiste ancora però. Il tipo da da spiaggia c'è ancora oggi, qui in Romagna teniamo alta la bandiera grazie ai bagnini. Non è più come negli anni '80 e '90, ma ancora resistono".

 

Drudi riesce a fare musica trash senza essere mai volgare: "Il segreto l'ho imparato da Luciano Beretta, lui faceva molte cose ironiche, goliardiche, ma non scendeva mai nella volgarità. Oggi, invece, ci sono soprattutto nella musica trap degli artisti che esagerano. Specialmente perché hanno un target giovanissimo".

gianni drudi gianni drudi

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute