1. DITE AD AMBRA CHE LO SCOOP CON ALLEGRI È STATO ORDITO A ROMA IN UN CINE-SALOTTONE
2. PER CALENDARIO PIRELLI 2018 TIM WALKER HA SCELTO UNA MILF DI 47 ANNI: NAOMI CAMPBELL
3. DA SILVIO A PIERSILVIO, LE REAZIONI SU LUIGI BERLUSCONI BECCATO A BACIARE UN AMICO
4. CAIRO NERO: IL NUOVO 'SETTE' DI SEVERGNINI TRASCINA A RIBASSO I CONTI DEL ''CORRIERE''
5. CAIRO ROSA: HA OFFERTO (INFORMALMENTE) LA VICE DIREZIONE DEL QUOTIDIANO A GRUBER
6. DILETTA LEOTTA FA FUOCO E FIAMME A SKY PER LA CONDUZIONE DELLA CHAMPIONS LEAGUE
7. PRESTA, PER BENIGNI IN TV, VUOLE LA MOGLIE PAOLA PEREGO CO-CONDUTTRICE A SANREMO
8. CHI È QUEL DIRETTORE ARRIVATO AL CAPOLINEA CHE RISCHIA DI TROVARSI TRAVOLTO DAI DEBITI E SENZA UNA POSIZIONE? A SUO DISCAPITO POTRÀ DIRE CHE HA FATTO TUTTO PER AMORE

Condividi questo articolo

 

 

naomi campbell naomi campbell

Albertina Grey per Dagospia - Italian showbiz visto dalla City

 

Tim Walker è uno dei miei fotografi preferiti. Abbiamo lavorato insieme nel 2009, alla campagna di Miss Dior Chèrie. Una splendida esperienza. Sono felice sia stato scelto per scattare il prossimo Calendario Pirelli. Così, l’altro giorno, qui a Londra a casa di amici, quando ci siamo incontrati per puro caso, mi ha raccontato una notizia favolosa: ha scelto Naomi Campbell come protagonista del cast dell’edizione del 2018 – il party avrà luogo a New York, a novembre.

MASSIMILIANO ALLEGRI E AMBRA ANGIOLINI MASSIMILIANO ALLEGRI E AMBRA ANGIOLINI

 

Strepitoso Tim! Rivedere la magica Naomi, che tante volte ha posato per il Pirelli, è bellissimo. Ottima anche l’idea di scegliere una donna di 47 anni, ma in realtà con il fisico di una ragazzina, come immagine della sua femminilità da Alice nel paese delle meraviglie. Walker ha questa capacità di raccontare e lanciare messaggi con immagini oniriche. Già le vedo queste foto come i pop-up dei libri per bambini che si schiudono all’improvviso, rivelando animali, piante, luoghi incantati. Pare che Tim abbia voluto una pantera vera da affiancare sul set a Naomi. Meraviglia.

 

Parlando di donne che rimangono inossidabili, qui in Inghilterra, spopolano le immagini della sempre verde, Elizabeth Hurley. Lei ne ha 52. Si è rifatta da un chirurgo dalle parti di Kengsinton che conosco assai bene, un nuovo seno spaziale che la incornicia come una bambola senza eccedere in volgarità. Così adesso il suo piccolo Damian, che di anni ne ha 15 ed è il figlio che Liz ha avuto dal milionario Steve Bing, ha una chiara idea di cosa si intenda per MILF. I suoi compagni di scuola gli hanno fatto notare che sua mamma è alquanto più figa delle loro.

 

piersilvio berlusconi piersilvio berlusconi

Chi invece mi sta un po’ deludendo è quella bambolona finta educanda di MIranda Kerr. Ora, va bene che pur di raccattare denaro si fa di tutto. Però diventare la testimonial delle zuppe di miso Marukome, mi sembra il massimo del minimo, come si diceva ai miei tempi.

 

luigi berlusconi luigi berlusconi

Un po’ come questa cosa atroce di Ambra Angiolini che si fidanza con Massimiliano Allegri. Davvero una grande notizia, ma in sé una cosa di cattivo gusto. Pare che questo allenatore della Juventus sia massimamente dotato di argomenti fisici. Ma ugualmente non basta, non posso che pensare che Ambra viva una profonda crisi dei 40 anni, perché accompagnarsi a un tipino fino simile, e pretendere di fare l’intellettuale chic nei salotti capitolini, è da cartellino rosso. Sappiate che lo scoop fotografico della loro galeotta vacanza al Pellicano di Porto Ercole, è stato ordito a Roma, in ambienti cinematografici.

 

ambra angiolini massimiliano allegri ambra angiolini massimiliano allegri

A proposito di orribili toscani, mi racconta la mia fonte vicina al Nazareno che la dieta di Matteo Renzi sta finalmente portando dei risultati concreti. Il segretario del PD è dimagrito. Si prepara alla prova costume agli inizi di agosto. Ci tiene follemente perché si è messo in testa che parte del successo del presidente francese Macron sia da attribuire alla sua forma fisica impeccabile. Così Renzi ha anche dato mandato di studiare nuovi look. Il risultato è che alla e riunioni di partito deve portare la camicia sbottonata, per far vedere che suda, lavora ed è sempre un tipo semplice. Invece in pubblico sempre e solo camicia bianca, ne ha ordinate su misura, con collo spread che ora va tanto di moda, una ventina.

LUIGI BERLUSCONI CON UN AMICO A PORTO ROTONDO LUIGI BERLUSCONI CON UN AMICO A PORTO ROTONDO

 

Ora che lo hanno beccato a baciare un amico, anche per Luigi Berlusconi la notorietà comincia a creare grattacapi. Non solo il suo fratellastro Piersilvio, durante una riunione a Mediaset, lo avrebbe preso in giro con dei manager tv. Ma la cosa ha fatto incazzare di brutto papà Silvio. Pare che abbia addirittura telefonato a Veronica Lario, con la quale non si parlava da quattro mesi. Povero Luigino, avrebbe fatto meglio a entrare in seminario, lì avrebbe trovato pane per i suoi denti.

severgnini severgnini

 

Chi è incazzato nero, ma nero nero nero, sarebbe Urbano Cairo. La sua teoria, ripetuta allo sfinimento, è quella di puntare tutto sulla figura del Direttore, per lanciare magazine e giornali di successo. Peccato che questa ideona gli è riuscita solo con quella vecchia carampana di Sandro Mayer. Per il resto tragedia. Sperava di fare il bis con il sommo Beppe Severgnini, ma il nuovo Sette è in crollo verticale.

 

Trascina a ribasso i conti del Corriere, perde pubblicità è visto come uno scandalo dalla redazione spigolosa di Via Solferino. Le cose vanno male. Proprio ora che Cairo progettava il rifacimento del magazine maschile. Ne vuole aprire uno nuovo alla Cairo. Mi dice una mia giovane informatrice che sta già facendo colloqui. Poi vorrebbe restaurare Style Magazine, quello in abbinata con il Corriere. Silurando un po’ di compassati signori, erano in auge ai miei tempi, come Alessandro Calascibetta e Gianemilio Mazzoleni.

daniela hamaui daniela hamaui

 

Non fate sapere a Mentana, sempre più psicopatico con i suoi giornalisti, dell’offerta informale di Cairo a Lilli Gruber per la vice direzione del Corriere, mantenendo “Otto e mezzo” su La7. Si presume che la Gruberova non accetterà.

 

lilli gruber lilli gruber

Gran arrabbiature anche alla casa editrice Condé Nast, dove, come da miei previsioni, c’è stato il cambio della guardia alla direzione di Vanity Fair. Pare che la signora Daniela Hamaui sia in difficoltà. In un paio di mesi ha già imposto il suo volere sul settimanale, non sempre con risultati rosei. Dalla morte della cara Franca Sozzani la casa editrice è rimasta senza bussola, nonostante i tentativi di rimettersi in carreggiata. Chissà se la profezia di un mio amico finanziere, che la voleva futuro acquisto di Google, sarà rispettata.

 

Erica, la mia amica che lavora a Sky qui a Londra, ma che è più italiana di me e più pettegola di una cameriera della corte d’Inghilterra ai tempi di Enrico VIII, mi ha detto che tale Diletta Leotta starebbe facendo fuoco e fiamme a Sky Italia per aggiudicarsi la conduzione di certe serate dedicate a questa noiosissima competizione calcistica che si chiama Champions League.

giancarlo leone benigni lucio presta giancarlo leone benigni lucio presta

 

Invece in Rai, Gianni, il mio fido spifferatore di notizie da Viale Mazzini, mi racconta che Lucio Presta starebbe utilizzando tutti i suoi contatti per rimettere mano sul Festival di Sanremo. Sarebbe pronto a giocarsi la carta del ritorno tv di Roberto Benigni. Così come ha spinto il suo protetto Bonolis a lavora per mamma Rai. L’unica cosa che chiede è un posto da co-conduttrice al Festival per la moglie Paola Perego. In modo da poterla riabilitare dopo le tante gaffes e da farle avere un nuovo programma pomeridiano per la seconda metà del 2018.

diletta leotta 2 diletta leotta 2

 

Ora tre indovinelli viperelli.

 

Chi è quel direttore di settimanale che ha già concordato un posto in parlamento per la futura legislatura. Si farà eleggere in Sicilia, con il voto degli amici degli amici?

 

Chi è quella conduttrice di salotti finanziari che ha uno scheletro nell’armadio? Ogni tanto qualcuno le ricorda, non garbatamente, una sua relazione estiva con un potente poi caduto in disgrazia.

 

diletta leotta 1 diletta leotta 1

Chi è quel direttore arrivato al capolinea che rischia di trovarsi travolto dai debiti e senza una posizione? A suo discapito potrà dire che ha fatto tutto per amore.

massimiliano allegri ambra angiolini da chi massimiliano allegri ambra angiolini da chi naomi campbell 00 naomi campbell 00 KATE MOSS PER LOVE KATE MOSS PER LOVE naomi campbell naomi campbell KATE MOSS PER LOVE KATE MOSS PER LOVE emma watson fotografata da tim walker emma watson fotografata da tim walker tim walker fotografa emma watson tim walker fotografa emma watson luigi berlusconi luigi berlusconi

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal