“TETTONE MINORENNI E MIG*OTTINE GOLOSE” – FOTO RUBATE DAI SOCIAL E CARICATE SUI SITI PORNO: PIÙ DI CENTO DENUNCE A FIRENZE - 'LE IENE' E IL VIAGGIO NELLA 'STANZA' VIRTUALE DOVE GLI UTENTI SCAMBIANO E COMMENTANO LE FOTO SOTTRATTE DA FACEBOOK DANDO SFOGO A FANTASIE SESSUALI E PERVERSIONI DI GRUPPO - LE VITTIME: "CI SENTIAMO ABUSATE PSICOLOGICAMENTE" - VIDEO

-

Condividi questo articolo

FOTO RUBATE DAI SOCIAL E CARICATE SUI SITI PORNO FOTO RUBATE DAI SOCIAL E CARICATE SUI SITI PORNO

LE IENE - COME RUBANO LE NOSTRE FOTO SOCIAL PER LE LORO PERVERSIONI SESSUALI

Antonella Mollica per corriere.it

 

Sono le classiche foto che tutti pubblicano sui profili social. Foto normali, di persone normali. In posa davanti a un obiettivo, ragazze sorridenti, vestite eleganti per una cena o in riva al mare davanti a un tramonto. Istantanee di vita quotidiana. Qualcuno però ha rubato quelle foto da Facebook o da Instagram e le ha infilate in un sito internet pieno di contenuti porno.

 

Sono più di cento le denunce che solo negli ultimi due giorni sono arrivate alla Polizia postale di Firenze. Quasi tutte riguardano il sito internet «Phica.net». Denunce di ragazze fiorentine che un giorno, per caso, hanno scoperto di essere finite in una di quelle «stanze virtuali» piene di commenti osceni su fotografie di persone del tutto ignare.

 

FOTO RUBATE DAI SOCIAL E CARICATE SUI SITI PORNO - stanze virtuali FOTO RUBATE DAI SOCIAL E CARICATE SUI SITI PORNO - stanze virtuali

«Chi scambia con me foto di amiche di firenze???? amiche di fb....», scrive un utente sul blog. «Qualcuno di Firenze per scambio foto di ragazze fiorentine? Il massimo sarebbe trovare qualcuna che abbiamo scopato entrambi e raccontarci l’esperienza», si legge in un altro messaggio. Alcuni sono lontani nel tempo, risalgono anche a otto anni fa, altri sono più recenti.

 

Nei giorni scorsi un’inchiesta della trasmissione televisiva di Mediaset «Le Iene» ha raccontato la storia di questi «circoli chiusi» sul web in cui vengono condivise immagini senza il consenso delle persone e dove gli utenti danno sfogo alle peggiori perversioni sessuali.

 

Da quel momento tante ragazze hanno scoperto, grazie al passaparola, di essere finite sul sito e di essere diventate il bersaglio di gente in preda a commenti crudi e farneticanti. Si tratta di ragazze giovani, di donne adulte e in qualche caso anche di minorenni. Tutte foto con il volto visibile. La cosa più preoccupante è che molte di queste ragazze sono state identificate con nome, cognome, indirizzo di casa o del lavoro e qualche volta anche con il numero di telefono.

FOTO RUBATE DAI SOCIAL E CARICATE SUI SITI PORNO - stanze virtuali FOTO RUBATE DAI SOCIAL E CARICATE SUI SITI PORNO - stanze virtuali

 

Il rischio è che frequentatori e appassionati di questi siti possano spingersi oltre i commenti su internet. E non è solo un timore, visti i tanti preoccupanti post spuntati a corredo di una foto innocente: «L’ho avvistata l’ultima volta all’Otel. Sapete dirmi dove la trovo?». «Aspetto che faccia buio e l’aspetto», scrive un altro. La polizia postale non appena avrà raccolto le denunce le porterà in Procura.

 

Il primo obiettivo sarà chiudere questi siti, poi bisognerà cercare di identificare chi ha materialmente preso le foto dai profili per divulgarle, infine gli investigatori cercheranno di dare un nome a tutti i frequentatori di queste piazze virtuali che si sono lasciati andare a commenti violenti che spesso comprendono anche fantasie di stupri, con vere e proprie minacce.

FOTO RUBATE DAI SOCIAL E CARICATE SUI SITI PORNO- stanze virtuali FOTO RUBATE DAI SOCIAL E CARICATE SUI SITI PORNO- stanze virtuali

 

Rubare foto dai social e trattarle come immagini pornografiche è una variante di quello che in gergo viene chiamato «revenge porn», cioè la diffusione on line di materiale pornografico senza il consenso delle vittime. In genere si tratta di ex fidanzati che per vendetta diffondono video hard sul web o in chat. In questo caso invece il nemico potrebbe annidarsi anche tra i vicini di casa, i colleghi d’ufficio o i compagni di università. O semplicemente in uno degli «amici» virtuali di Facebook, magari neppure conosciuto di persone ma entrato nella lista dei contatti solo perché amico dell’amico o semplice conoscente.

 

Molte delle denunce arrivate negli ultimi due giorni alla Polposta sono di ragazze amiche tra loro. Questo fa supporre che probabilmente la persona che ha rubato le foto per metterle in questo sito sia una persona che conosce tutte le ragazze, anche solo virtualmente. L’altro aspetto preoccupante è che alcune foto risultano rubate da profili chiusi. E questo significa che chi ha fatto tutto questo è anche un abile conoscitore del mondo virtuale, tanto da poter accedere anche a luoghi apparentemente inaccessibili.

porno sul cellulare 5 porno sul cellulare 5 porno sul cellulare 4 porno sul cellulare 4 porno sul cellulare 2 porno sul cellulare 2 porno sul cellulare 1 porno sul cellulare 1 porno sul cellulare 3 porno sul cellulare 3

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

AMERICA FATTA A MAGLIE - BETO O'ROURKE È L'ASTRO NASCENTE DEI DEM, IL PERDENTE DI SUCCESSO SCONFITTO DA TED CRUZ MA AMATO DAI GIORNALI CHE CONTANO. HA RACCOLTO UN MUCCHIO DI SOLDI, VA SULLO SKATE, SUONA LA CHITARRA, CORRE LE MARATONE - DIETRO DI LUI SI AGITANO L'ETERNA CLINTON, I VECCHIETTI BIDEN-BLOOMBERG-SANDERS, LE PASIONARIE TIPO KAMALA HARRIS, E IL MILIARDARIO ECOLOGISTA TOM STEYER, CHE HA SPESO CENTINAIA DI MILIONI CONTRO TRUMP ED È PRONTO A COMPRARSI UN POSTO SULLA SCHEDA DELLE PRIMARIE

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute