E LILLI PRESE IL FRUSTINO: “ADESSO VI TOLGO L’AUDIO. SIETE DUE MASCHI MALEDUCATI“ - BAGARRE A ‘’OTTO E MEZZO’ SU RAZZISMO E LA POLITICA MIGRATORIA DI SALVINI - LA SINDACA PD DI ANCORA VIENE CONTESTATA DA D’AGOSTINO E DA BUTTAFUOCO, I QUALI LE RINFACCIANO LE FALLE DELLE POLITICHE DI CENTROSINISTRA, DA PRODI A RENZI – TWEET: ‘’IERI SERA SEMBRAVATE DUE VOCI BIANCHE SENZA VOCE. E PER GIUNTA INSULTATI CON "MASCHI MALEDUCATI"! SÌ, MASCHI CASTRATI CON QUALCHE PILLOLA SIMIL-BROMURO PRIMA DI ANDARE IN ONDA” - VIDEO DELLA PUNTATA

-

Condividi questo articolo

https://www.ilfattoquotidiano.it

 

Bagarre a Otto e Mezzo (La7) sul problema del razzismo e sulla politica migratoria del governo gialloverde e in particolare del ministro dell’Interno, Matteo Salvini. Ospiti della trasmissione: Valeria Mancinelli, sindaca d’Ancona alla guida di una coalizione di centrosinistra e vincitrice del premio “World Mayors Prize 2018” (“Sindaco del mondo 2018”), i giornalisti Pietrangelo Buttafuoco e Roberto D’Agostino.

Dago e Buttafuoco a Otto e mezzo Dago e Buttafuoco a Otto e mezzo

 

Buttafuoco contesta l’idea secondo cui il razzismo in Italia sia esploso con Salvini e denuncia di essere stato lui stesso, da anni convertitosi all’Islam, vittima di discriminazioni. Mancinelli ribatte che non ha mai accusato Salvini di essere la causa del razzismo nel Paese.

Buttafuoco ribadisce: “Il razzismo c’è da sempre. Io con chi dovevo prendermela? Con Prodi che era presidente del Consiglio?“.

 

Dago e Buttafuoco a Otto e mezzo Dago e Buttafuoco a Otto e mezzo

La conduttrice Lilli Gruber cerca di dare la parola alla prima cittadina di Ancona, ma Buttafuoco protesta: “Per caso lei è l’unica che può dire cose che si devono dire?”.

“No, ma ho una esperienza concreta quotidiana sul territorio”.

E il giornalista risponde piccato, battendo la mano sul tavolo: “Ma io ho l’esperienza della vita, che facciamo? Io ce l’ho sulla pelle quel che brucia”.

“Calma, calma”, esorta Mancinelli.

 

Dago e Buttafuoco a Otto e mezzo Dago e Buttafuoco a Otto e mezzo

D’Agostino cita il caso di Francesco Rutelli, che, quando era sindaco di Roma, fu costretto a togliere il proprio figlio adottivo, originario dell’Ecuador, da una scuola comunale. I toni si accendono, Buttafuoco ribadisce che Salvini non c’entra e interviene Gruber: “Sicuramente alcuni esponenti del governo hanno un linguaggio più che sguaiato che legittima alcuni episodi”.

matteo salvini lilli gruber (7) matteo salvini lilli gruber (7)

 

“Qual è la differenza tra il mio caso e quello di altri?”, chiede Buttafuoco.

“Potrei raccontarti che a me, da bambina, davano della ‘porca tedesca’ e stavo in una città italiana”, replica la conduttrice.

“Ma no, ‘crucca’”, commenta D’Agostino.

matteo salvini con i migranti matteo salvini con i migranti

“No, mi chiamavano ‘porca tedesca’ con altri annessi e connessi” – puntualizza Lilli Gruber – “Quindi, ognuno ha la sua storia”.

 

La polemica si rinfocola svariati minuti dopo, quando la sindaca di Ancora viene contestata da D’Agostino e da Buttafuoco, i quali le rinfacciano le falle delle politiche di centrosinistra, da Bersani a Renzi.

lilli gruber matteo salvini (4) lilli gruber matteo salvini (4)

“Ma che c’entra?”, chiede la prima cittadina del capoluogo marchigiano.

Mancinelli tenta di dire la sua, ma i due giornalisti la interrompono. E Lilli Gruber li rimbrotta severamente: “Adesso vi tolgo l’audio. Siete due maschi maleducati“.

 

MAIL

SALVINI MIGRANTI SALVINI MIGRANTI

1. Scusa Dago caro, ma tu e Buttafuoco cosa andate a fare nel salotto della bilderbergzarina Gruber, se poi detta prepotente, maleducatissima e autocratica "Fuehrerin" non vi lascia "portare avanti un discorso"? Anche il più breve e semplice. Ieri sera sembravate due voci bianche senza voce. E per giunta insultati con "Maschi maleducati"! Sì maschi castrati con qualche pillola simil-bromuro prima di andare in onda. Ossequio 

Natalie Paav

 

matteo salvini saluta lilli gruber (4) matteo salvini saluta lilli gruber (4)

2. Ti ho visto ieri sera dalla Gruber. Tu e Pietrangelo Buttafuoco (alias Giafar al-Siqilli) sembravate assatanati e rapaci contro due composte signore quasi ad autoconvincervi che non e' cambiato nulla nell'atteggiamento degli italiani per quanto riguarda razzismo (ma aggiungerei omofobia e sessismo) decisamente sdoganati da Salvini & c. La china che sta prendendo la parte peggiore dell'Italia e' davanti agli occhi di tutti. E intanto la puzza sale.

 

TWEET

Solaire di Astora  ? ? ? ? ?‏ @ExDuelist

lilli gruber matteo salvini (1) lilli gruber matteo salvini (1)

A #ottoemezzo Lilli Gruber ci racconta con sdegno di quando da ragazzina le davano della "porka tedeska con annessi e konnessi". E allora non c'era neanche Salvini. Dopodiché apostrofa con "maschi maleducati" i suoi due ospiti Buttafuoco e D'Agostino perché non concordi con lei.

 

Sicari‏ @alsicari

Il fallimento della sinistra oggi visibile plasticamente a #ottoemezzo. In assenza di argomenti validi per replicare alle osservazioni di buon senso di D'Agostino e Buttafuoco su #migranti e #razzismo, li si zittisce perché "maschi maleducati". Che figuraccia, mamma mia #la7

 

matteo salvini saluta lilli gruber (3) matteo salvini saluta lilli gruber (3)

Mino Giunti‏ @bicicletta09

Grandi D'Agostino e Buttafoco. Due maschioni contro Lilli e la sindaca Mancinelli. Ecco come Lilli getta la palla in calcio d'angolo #ottoemezzo

 

Pierangelo Tiana‏ @PierangeloTi

#ottoemezzo se mi fossi trovato al posto di Buttafuoco o D'Agostino cara Gruber..avrei lasciato lo studio dopo averti mandato affanculo.

 

Mario Improta‏ @MarioImprotaArt

L’arroganza della #Gruber è intollerabile. #ottoemezzo

 

matteo salvini lilli gruber e giovanni floris (1) matteo salvini lilli gruber e giovanni floris (1)

Simona‏ @psyco74

Tra i due litiganti il terzo gode , tra D’Agostino e Buttafuoco vince la sindaca Mancinelli. La Gruber però stasera è nervosetta #ottoemezzo

 

Arturo Brugherio‏ @ArturoBrugherio

Buttafuoco e D’Agostino. Meglio l’eroina che #ottoemezzo

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute