MAI DIRE RAI! - COME DAGO-ANTICIPATO, IL FIGLIO DI MARCELLO FOA LAVORA NELLO STAFF DI SALVINI! E ORA DELLA BUFALA DELL'INDIPENDENZA DELLA RAI DALLA POLITICA NON PARLATECENE PIU'. CON CHE FACCIA GIGGINO DI MAIO E IL M5S POTRANNO ANCORA SOSTENERE IL PRESIDENTE AZZOPPATO DALLA VIGILANZA?

-

Condividi questo articolo

marcello e leonardo foa marcello e leonardo foa

Il figlio di Marcello Foa è stato assunto nello staff di Matteo Salvini

L'erede del mancato presidente della Rai lavora con il ministro degli Interni, grande sponsor di suo padre

 

Dal sito de L'Espresso- www.espresso.repubblica.it

Nelle sue prime dichiarazioni da presidente (mancato) della Rai Marcello Foa ha rivendicato la sua estraneità ai partiti e alla partitocrazia. Tra i suoi numerosi sostenitori c’è chi lo difende parlandone (e scrivendone) come un intellettuale d’area. Anche Foa, però, tiene famiglia e avere un amico in un partito può far comodo, all’occorrenza.

 

Meglio ancora se l’amico è il capo di un grande partito, nonché ministro dell'Interno e vice Primo ministro.

 

leonardo foa leonardo foa

Si scopre così che Leonardo Foa, 24 anni, figlio del presidente designato della Rai dal governo gialloverde, lavora nello staff di comunicazione di Matteo Salvini. Questo è quanto risulta dal profilo Linkedin del giovane Foa, un ragazzo dal curriculum di studi brillante: laurea in Bocconi e master all’Ecole de Management di Grenoble.

 

Un paio di stage. E nel settembre del 2017 il primo impiego, come social media analyst alla "SistemaIntranet.com", la società di Luca Morisi e Andrea Paganella, che gestisce la comunicazione e l'immagine Social di Matteo Salvini. Infine, come lui stesso scrive su Internet, per Leonardo Foa è arrivata la chiamata nello staff del vicepremier. Che incidentalmente è anche il grande sponsor di suo padre. Quello estraneo ai partiti.

 

salvini di maio salvini di maio leonardo foa salvini leonardo foa salvini

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

AMERICA FATTA A MAGLIE - BETO O'ROURKE È L'ASTRO NASCENTE DEI DEM, IL PERDENTE DI SUCCESSO SCONFITTO DA TED CRUZ MA AMATO DAI GIORNALI CHE CONTANO. HA RACCOLTO UN MUCCHIO DI SOLDI, VA SULLO SKATE, SUONA LA CHITARRA, CORRE LE MARATONE - DIETRO DI LUI SI AGITANO L'ETERNA CLINTON, I VECCHIETTI BIDEN-BLOOMBERG-SANDERS, LE PASIONARIE TIPO KAMALA HARRIS, E IL MILIARDARIO ECOLOGISTA TOM STEYER, CHE HA SPESO CENTINAIA DI MILIONI CONTRO TRUMP ED È PRONTO A COMPRARSI UN POSTO SULLA SCHEDA DELLE PRIMARIE

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute