MODELLO E BARBONE - QUANDO SENTIAMO LA PAROLA “SENZATETTO” CI IMMAGINIAMO UNA PERSONA FUORI DI TESTA, ALCOLIZZATA O DROGATA. MA NESSUNA DI QUESTE CATEGORIE SI ADDICE ALL'ATTORE MARK REARY, 56 ANNI, APPARSO NEL DOCUMENTARIO “HOMME LESS”

Dopo aver lavorato come modello e fotografo in giro per l’Europa e per il mondo, Mark è tornato a New York nel 2009 senza un soldo in tasca e una notte, non sapendo dove dormire, è andato sul tetto del palazzo di un suo conoscente, non immaginando che quel posto sarebbe diventato la sua casa per i successivi sei anni....

Condividi questo articolo

reary sul tetto reary sul tetto

Jane Ridley per http://nypost.com/

 

Quando sentiamo la parola “senza tetto” ci immaginiamo una persona disastrata, magari alcolizzata, drogata o fuori di testa. Ma nessuna di queste categorie si addice al modello, attore e fotografo Mark Reary, 56 anni, apparso nel premiato documentario “Homme Less” che uscirà il prossimo 7 agosto. Per sei anni, Mark ha vissuto sotto un telo cerato sul tetto di un edificio nell’East Village di New York mascherandosi da uomo di successo.

 

reary reary

Dopo aver lavorato come modello e fotografo in giro per l’Europa e per il mondo, Mark è tornato a New York nel 2009 senza un soldo in tasca - gli assegni a sei zeri sono solo per pochi nel mondo della moda, dice - e una notte, non sapendo dove dormire, è andato sul tetto del palazzo di un suo conoscente, non immaginando che quel posto sarebbe diventato la sua casa per i successivi sei anni.

 

 

reary stira in palestra reary stira in palestra

“Di giorno bazzicavo per le sfilate e fotografavo le modelle, ma lo stipendio era appena sufficiente per pagare l’abbonamento alla palestra, il cibo, l’assicurazione sanitaria e il telefono cellulare. Solo pochissimi amici sapevano che vivevo su un tetto e mangiavo noodle a pranzo e a cena. Tutti i miei averi erano chiusi nell’armadietto della palestra, dove andavo per stirare l’abito buono e lavarmi”.

 

reary modello1 reary modello1

Ma la bravata assunse toni tragici circa quattro anni fa quando Mark ebbe un tracollo psicologico legato alla consapevolezza di aver fallito come uomo e come professionista: “Devi accettare che sei finito, mi dicevo, e che la responsabilità è solo tua”. Poi, nel 2010, Mark è tornato in contatto con un suo vecchio amico e produttore austriaco, Thomas Wirthensohn, che, affascinato dalla sua storia, decise di girarci un documentario.

 

reary alla new york fashion week reary alla new york fashion week

“Quando iniziammo a fare il film abbandonai il mio rifugio sul tetto perché ormai ero stato scoperto, l’ultima volta che dormii lì fu nel giugno del 2014, prima che il documentario venisse presentato ai festival”. Ora Mark Reary vive con sua madre in New Jersey e lavora occasionalmente come attore, modello e fotografo. Lei non ha mai saputo della sua vita da senza tetto e nemmeno dell’esistenza del documentario.

reary e tim gunn reary e tim gunn homme less homme less mark reary mark reary reary modello reary modello

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

1. PANCIERA GIALLA! FUNERAL PARTY PER BONCOMPAGNI CON LA MUSICA DI JAMES BROWN, I VIDEO, LE FOTO E I RICORDI DEGLI AMICI (VIDEO INEDITI: ARBORE, AMBRA, GHERGO, DAGO) 2. LO STUDIO DI VIA ASIAGO 10, DOVE NEL 1965 DEBUTTO' "BANDIERA GIALLA", TRASFORMATO IN CAMERA ARDENTE (MAI SUCCESSO PRIMA IN CASA RAI) CON BARA, FIORI, NEON E SCHERMI TV 3. E TUTTI HANNO RESO OMAGGIO AL GRANDE BONCO: RAFFAELLA CARRA', CLAUDIA GERINI, ISABELLA FERRARI, SABRINA IMPACCIATORE, ALBA PARIETTI, ENRICA BONACCORTI, VESPA E MENTANA, FRASSICA E FERRINI, LAURITO E VELTRONI, PALOMBELLI E GIOVANNINO BENINCASA