POSTA! - I GIORNALISTI CHE PONTIFICANO SUI MIGRANTI RICORDANO IL MIO PRETE CHE DA' CONSIGLI MATRIMONIALI - SULL’APERTURA O CHIUSURA DEI NEGOZI NEI GIORNI FESTIVI, SUL QUALE SI STA CIMENTANDO IL MINISTRO DI MAIO, PERCHE’ NON LASCIARE A TUTTI LA PIENA LIBERTÀ DI SCELTA?

-

Condividi questo articolo

Riceviamo e pubblichiamo:

 

Lettera 1

giuseppe conte angela merkel giuseppe conte angela merkel

Caro Dago, se Conte avesse affrontato l'esame di maturità di quest'anno, avrebbe scelto il tema sulla solitudine.

BarbaPeru

 

Lettera 2

sono un affezionato lettore e apprezzo l'acuta undipendenza della sua politica.

Mi da' MOLTO FASTIDIO il tono degli articoli della maglie, che trovo esageratamente biased (inglese, non so la parola italiana, partigiana?) nei confronti di quello schifo arancio che i sudisti americani hanno messo alla WH.

comunque, Adelante, RDA, con juicio...

salvini di maio salvini di maio

A.Barberis

 

Lettera 3

Se davvero come dite voi i grillini fanno saltare tutto, per Salvini è il trionfo. Si va a nuove elezioni con il Centrodestra unito guidato da Salvini e una Lega minimo al 30 per cento. Insomma, un governo dal 45 per cento. La sorpresa però potrebbe venire da un'alleanza forzata tra M5S, PD e resto di sinistre associate per fermare la marcia su Roma del nuovo Duce padano. Ne vedremo ancora delle belle. Si fa per dire.

Aldo Petrocchi

 

Lettera 4

Maestro Dagonov,

I giornalisti che pontificano sui migranti ricordano il mio prete che da consigli matrimoniali.

Aigor

 

Lettera 5

BLOOMBERG BLOOMBERG

"Figli di Troika" ci sono ancora nel nostro paese degli "scienziati" che nonostante che con l' € il paese ha visto peggiorare la sua condizione economica difendono quella scelta. 

Chi sono ? ma è evidente : in primis l'apparato pubblico , poi gran parte della classe politica.

GiuseppeM

 

Lettera 6

Caro Dago, l'ex sindaco di New York, il miliardario Michael Bloomberg, ha deciso di spendere 80 milioni di dollari di tasca propria per contrastare le politiche di Donald Trump. Quindi "acquista" un discreto numero di Democratici, che sono in vendita un tanto al chilo, e poi oplà: decide lui quel che è bene o male per l'America. Magari assieme a Bob De Niro, Jane e Peter Fonda, persone equilibrate, pacifiste e rispettose delle diversità...

Raphael Colonna

barron trump barron trump

 

Lettera 7

Caro Dago, Di Maio: "Obiettivo reddito di cittadinanza il prossimo anno". Cioè quando il governo Conte sarà caduto?

Camillo Geronimus

 

Lettera 8

Caro Dago, ho votato centrodestra, ma non Lega. Chapeau a Salvini. L'impressione è che a governare sia lui soltanto circondato da vari figuranti, premier compreso.

Vic Laffer

 

Lettera 9

Caro Dago, "Dovremmo strappare Barron Trump dalle braccia di sua madre e metterlo in una gabbia con i pedofili". È il tweet sul figlio di Donald e Melania postato dall'attore Peter Fonda. Ancora più idiota dI sua sorella Jane che ai tempi del Vietnam stava dalla parte dei vietcong contro i suoi connazionali. Ogni Paese ha i suoi Oliviero Toscani.

Rob Perini

 

SESSO A SCUOLA SESSO A SCUOLA

Lettera 10

Caro Dago, desta scandalo, in provincia di Bergamo, la relazione tra una prof. 40enne e un suo alunno di 13 anni. Ma andiamo. Con le "istruzioni" che ci sono su internet,  corredate anche da miliardi di immagini, l'adolescente sapeva  benissimo cosa stava facendo e cosa doveva fare. L'Oms ha sdoganato la transessualità, immagino anche per i 13enni, e la eterosessualità non si può praticare se non tra coetanei?

Tommy Prim

 

Lettera 11

SESSO A SCUOLA 4 SESSO A SCUOLA 4

Da qualche anno seguo Dagospia con sempre maggiore interesse oramai, con la rassegna stampa di RadioRadicale, siete la mia principale fonte di informazione sull’Italia. Molti dei vostri articoli offrono uno sguardo sulle dinamiche in corso così reale e approfondito da diventare sovente fatalmente profetico.

Volevo ringraziarvi quindi per la qualità del vostro lavoro e anche per la leggerezza perché chi lo dice che il serio approfondimento non possa stare assieme agli articoli sulla sessualità dei pinguini.

Grazie ancora

Giovanni Colussi 

 

Lettera 12

PAUL KRUGMAN E JOHN NASH PAUL KRUGMAN E JOHN NASH

Caro Dago, pag. 2 di  Televideo, 24 ore nonstop. E solo un caso che dopo "Bersani: Forza ragazzi, non è che possiamo far finta che non stia succedendo niente", la notizia successiva sia "Cannabis Light. La sua pericolosità non può essere esclusa"?

Ivan Skerl

 

Lettera 13

Caro Dago, clamorosa gaffe di Paul Krugman sul "New York Times", articolo tradotto da "Repubblica". Per dire quanto fosse bella e buona l'America prima dell'arrivo di Trump, il premio Nobel cita Cordell Hull, il segretario di Stato che servì a lungo nell'amministrazione di F.D. Roosevelt. Il Democratico Roosevelt, capito?

 

Quello che dopo Pearl Harbor fece rinchiudere tutti i nippo-americani in campi di concentramento realizzati sul suolo Usa perché aveva paura che fossero infiltrati giapponesi. Altro che Donald al confine messicano!

Martino Capicchioni

FABRIZIO CORONA FABRIZIO CORONA

 

Lettera 14

Ciao Dago. La battuta che ha fatto tanto ridere Fabrizio Corona, dove ha detto a Sig. Mughini , ti compro e ti metto in giardino e vecchia da quasi 60 anni,ero un ragazzino andavo alle scuole elementardi di via dei Narcisi al Giambellino, in quel quartiere c'erano case popolari casette di legno costruite dai Finlandesei, Casermette a due pieni piccolissime con dietro un girdinetto piccolo anche quello.

 

Un giorno all'uscita di scuola si litigava tra ragazzi, ci si sfotteva uno di questi che abitava in quelle casermette, disse a uno delle case popolari , sfottimi pure prima o poi ti compro e ti metto in giardino, riferendosi al pezzettino di prato che avevano queste case microscopiche. Per qualche anno quella battuta divenne popolarissima tra ragazzi. Quella che il sig Corona sembra una genialata era solo una battuta, vecchia di quasi 60anni, ciao Vittorio

 

Lettera 15

Caro Dago , certo che rosighi con questo governo . Tutti i tuoi sponsor pubblicitari vedono la fine dei loro vantaggi ( Banche- Grandi Aziende di stato - Rai- Cinema....) e tu ti adegui come zerbino al loro volere . Tranquillo , le tue previsioni catastrofiche su Salvini sono solo frutto delle tue frustrazioni .Non ti vedo bene , hai perso la tua equidistanza ironica , sei diventato di parte .E in questa situazione , sappi che sono molti di più coloro che ti abbandoneranno piuttosto che coloro disposti a leggerti . Auguri. Saluti. Fradinoi

 

MARIA GIOVANNA MAGLIE MARIA GIOVANNA MAGLIE

Lettera 16

Caro Dago, alla fine Maria Giovanna Maglie ha scritto il pezzo sui bambini chiusi in gabbia al confine col Messico e - per rispondere a un tuo lettore "indignato" dei giorni scorsi - a quanto pare non era lei a doversi vergognare in quanto sostenitrice di Trump, ma i Democratici, le tv e i giornali che quando alla Caaa Bianca c'era Obama, che adottava lo stesso identico sistema (la stessa legge) dell'attuale inquilino,

si guardarono bene dal protestare. Eppure su internet vi sono foto dei figli dei migranti in corteo nel 2014 col cartello: "Obama non separarmi dalla mia mamma".

B.Ton

 

Lettera 17

Caro DAGO, Macron e Brigitte insegnano. Se l'Italia svolta verso la repubblica presidenziale, la coppia bergamasca ( studente anni 14 - professoressa anni 40 )

fra 26 anni approda al Quirinale.

Saluti, Labond

 

Lettera 18

emmanuel macron con brigitte emmanuel macron con brigitte

Dago censore a giorni alterni, davvero vergognosa la lettera pubblicata ieri e redatta dal compagno Gaetano il siciliano, il quale paragonando Salvini a Mussolini si dice preoccupato poichè non vorrebbe che il ragazzo si facesse male e finisse a testa in giù. Da buon comunista sa di cosa parla, da buon siciliano è pure bravo nell'arte dell'avvertimento, mafioso. Complimenti per la piega che sta prendendo il vostro sito... Gianluca

 

Lettera 19

Dago! non se ne può più con tutte queste "giornate". Il giorno del Gatto, il giorno del migrante, il giorno delle malattie, ecc. Hanno sostituito i Santi del calendario.  Al loro posto ogni giorno un tema "tema di riflessione" per cui dovremmo sentirci in colpa. Domanda: chi è che decide e promuove queste belle novità ?

Lux

 

Lettera 20

Caro Dago,

di maio di maio

sul problema dell’apertura o della chiusura dei negozi nei giorni festivi sul quale si sta cimentando il ministro Di Maio io lascerei a tutti la piena libertà di scelta.

Chi vuole aprire il suo negozio anche la domenica lo tengo aperto e chi non lo vuole lo tenga chiuso.

 

Parimenti chi vuole riposare o santificare le domeniche non vada a fare schopping in quel giorno mentre chi vuole far schopping nei giorni di festa che lo possa fare in tutta tranquillità nei negozi che troverà aperti. Se dovessimo decidere che un’attività deve chiudere la domenica per consentire a qualcuno, proprietari o dipendenti che siano, di riposare dovremmo logicamente trovare giusto che alla domenica chiudessero anche i bar, i ristoranti, i teatri, i cinematografi, etc. etc.

 

Per contro, se tutte queste attività rimangono operative anche e sopratutto di domenica, perché non dovrebbero restare aperti anche i negozi ?

Di regole e leggi da rispettare ne abbiamo talmente a iosa nel nostro paese che nessun cittadino può essere sicuro di non aver violato una norma vigente.

Meno regole ci sono, sopratutto se non c’è di mezzo la sicurezza, è meglio per tutti.

Pietro Volpi

negozi aperti domenica negozi aperti domenica

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal