POSTA! - VEDERE “REPUBBLICA” E BERLUSCONI DALLA STESSA PARTE DELLA BARRICATA CONTRO LA "DERIVA AUTORITARIA" È UNO SPETTACOLO - AFFLUENZA AL 16% NEL REFERENDUM SULL'ATAC A ROMA. QUANTI SOLDI CI SONO GIÀ COSTATE LE PAZZIE DEI RADICALI SU INUTILI REFERENDUM CHE NON RIESCONO MAI A RAGGIUNGERE IL QUORUM?

-

Condividi questo articolo

Riceviamo e pubblichiamo:

 

APPENDINO RAGGI APPENDINO RAGGI

Lettera 1

Caro Dago, dopo la manifestazione pro TAV di Torino, il sindaco Appendino dichiara:" La mia porta è sempre aperta. (Tanto non ci sono mai)".

BarbaPeru

 

Lettera 2

Caro Dago, vedere Repubblica e Berlusconi dalla stessa parte della barricata contro la "deriva autoritaria" è uno spettacolo. Potremmo chiamarlo il Partito ATAC...infatti credo che il 16% rappresenti l'attuale consistenza elettorale di due partiti moribondi, furiosi perché ormai estromessi dalla stanza dei bottoni, nella quale credevano di dover stare in eterno per diritto divino.

Federico

 

Lettera 3

Caro Dago, affluenza al 16% nel referendum sull'Atac a Roma. Quanti soldi ci sono già costate le pazzie dei Radicali su inutili referendum che non riescono mai a raggiungere il quorum?

Leo Eredi

hillary clinton e weinstein 2 hillary clinton e weinstein 2

 

Lettera 4

Caro Dago, piuttosto che condannare la Raggi a qualche mese di carcere i giudici hanno preferito condannare i 5 Stelle a tenersela come sindaca di Roma per altri 2 anni e mezzo. Una catastrofe per il M5S.

Lucio Breve

 

Lettera 5

Caro Dago, l'ammuffita Hillary correrà per la presidenza anche nel 2020 (terza volta), lo affermano due ex consiglieri dei Clinton. Per Donald Trump meglio del tacchino nel Thanksgiving Day.

Camillo Geronimus

 

Lettera 6

Dagovksi,

Corona e Asia consumano il primo rapporto sul tavolo. Entrambi puntano a Masterchef. 

Aigor

 

Lettera 7

marco bucci marco bucci

Caro Dago, se sputare in faccia a un poliziotto non è reato allora non può esserlo neppure sputare in faccia a un magistrato. Ne terrò conto.

Larry

 

Lettera 8

Caro Dago, il sindaco di Genova e commissario alla ricostruzione Marco Bucci annuncia che la demolizione del Ponte Morandi inizierà il 15 dicembre. Ma da come parlava il ministro Toninelli a Ferragosto sembrava che quello nuovo si sarebbe inaugurato prima di Natale.

Scottie

 

Lettera 9

Caro Dago, centenario dalla fine della Prima Guerra mondiale. Per la Merkel e Macron "i nazionalismi rimettono in dubbio la pace". Mentre i migranti clandestini portano stabilità, sicurezza e benessere.

Theo Van Buren

 

RAGGI DI MAIO RAGGI DI MAIO

Lettera 10

Caro Dago, la demolizione del Ponte Morandi a Genova inizierà il 15 dicembre. Quella dei 5 Stelle è già a buon punto.

Kyle Butler

 

Lettera 11

Caro Dago, Di Maio: "Forza Virginia, contento di averti sempre difeso!". Il solito Pinocchio. Il giorno prima Giggino diceva che in caso di condanna la Raggi si sarebbe dovuta dimettere. Dove sta la presunta "difesa"?

L.Abrami

 

Lettera 12

Caro Dago, curioso invocare la pace celebrando una guerra di cent'anni fa che fece milioni di morti. Grottesco e freudianamente molto sospetto che l'Europa celebri in questo momento le sue passate feroci divisioni interne. A forza di "memoria" obbligata, c'è nessuno che se la senta di organizzare un bel revival futuristico della battaglia di Campaldino? 

Cincinnato 1945

 

Lettera 13

rocco casalino ospite di fazio a che tempo che fa 8 rocco casalino ospite di fazio a che tempo che fa 8

Caro Dago, a "Che tempo che fa", Rocco Casalino chiede scusa per il video in cui diceva di odiare vecchi e ragazzi down: "Era un'interpretazione teatrale". E invece quando fa il portavoce del premier che cos'è? "Scherzi a parte"?

Fabrizio Mayer

 

Lettera 14

Caro Dago, la Rai continua ad aggiornarci sulla marcia dei migranti partita dall'Honduras ai primi d'ottobre diretta verso gli Stati Uniti. Ma che ci frega dell'Honduras a noi che abbiamo i malati negli ospedali ricoperti di formiche? 

Pino Valle

 

Lettera 15

Caro Dago, un antagonista che aveva sputato in faccia a un poliziotto è stato assolto per "particolare tenuità del fatto". Se la faccia bersagliata dalla saliva del teppistello fosse stata quella di un magistrato, un paio d'anni di carcere non glieli toglieva nessuno. F.Bar.

 

maurizio micheli maurizio micheli

Lettera 16

Caro Dago, la Raggi assolta. Così potrà sfilare ancora qualche volta alla prima dell'Opera di Roma, l'unica cosa che le è riuscita bene da sindaca.

Gregorio Massini

 

Lettera 17

Caro Dago, un ricordo personale del migliore attore italiano (Maurizio Micheli) conosciuto nel 1979 a Bologna teatro Testoni, una recita eccezionale di "mi voleva Strehler" davanti a 9 spettatori!!! (orrore) reincontrato un mese fa in centro in città mi ha salutato affabilmente,un grande

GP

 

Lettera 18

Caro Dago, la Raggi dopo l'assoluzione: "Andiamo avanti a testa alta per Roma, la mia amata città, e per tutti i cittadini". Attenta Virginia, che chi va "a testa alta per Roma" di solito inciampa in una buca.

Axel

ILDA BOCCASSINI SU CHI ILDA BOCCASSINI SU CHI

 

Lettera 19

Caro Dago, com’è potuto accadere che un incidente mortale, di cui sembra sia responsabile la figlia della giudice Ilda Bocassini, avvenuto a Milano lo scorso 3 Ottobre sia stato tenuto nascosto al pubblico per oltre un mese? I “giornaloni”, come li chiama la signora Maglie, sapevano o non sapevano quello che era successo? Se non lo sapevano, cosa di cui dubito, sarebbe opportuno che tutti i nostri giornali rivedano l’organizzazione dei loro reparti di cronaca che hanno ignorato una simile informazione per oltre un mese.

 

Se per contro, come penso, lo sapevano il loro comportamento è inqualificabile e porta acqua al mulino dei 5 stelle che se la prendono con i giornalisti e con la stampa per la sua partigianeria. Se lo stesso incidente fosse stato provocato dal figlio di Berlusconi i nostri giornali ne avrebbero parlato o avrebbero tenuta nascosta la notizia per oltre un mese come hanno fatto con l’incidente provocato dalla figlia di Ilde Bocassini?

Cordialità

Pietro Volpi

 

Lettera 20

ALFONSO BONAFEDE VIRGINIA RAGGI ALFONSO BONAFEDE VIRGINIA RAGGI

Dago Dago, certo le ingiurie ai giornalisti dopo l'assoluzione della sindaca Raggi sono da condannare, ma la difesa della corporazione a prescindere fatta da illustri magistrati, Spataro in primis, mi pare fuori contesto. Ci spiegassero perché in dieci anni i giornali hanno dimezzato le vendite e certi storici fogli di partito sono finanziariamente falliti. E' anche questo un segnale di deriva antidemocratica o piuttosto una deliberata scelta di rifiuto dell' omologazione indotta dai gruppi editoriali?

 

E se le sentenze con i giudici si rispettano doverosamente in tutto il loro operare, perché non fanno altrettanto i giudici nei riguardi dei politici, almeno quando questi provano ad esercitare il loro potere esecutivo e legislativo?

Peprig

 

Lettera 21

Caro Dago, dopo aver detto che gli fanno schifo i vecchi e i bimbi down, Rocco Casalino si scusa: "Vedere quel video oggi è un pugno nello stomaco". Oggi che sta al Governo e quindi deve metterci una pezza per non sfigurare. Così oltre che cretino risulta pure opportunista. Un disastro.

botteri botteri

Alan Gigante

 

Lettera 22

Caro Dago, la corrispondente Rai da New York Giovanna Botteri, prima incolpa i cambiamenti climatici degli incendi in California e poi ricorda che, sfidando Trump, lo Stato governato dai Democratici è rimasto fedele agli accordi di Parigi sul clima. Ma se sono tanto "sensibili" ai temi ambientali come mai le foreste vanno a fuoco?

Sasha

 

Lettera 23

Caro Dago, a "Non è l'Arena" Massimo Giletti fa notare a Luigi Di Maio come sia lui che Matteo Salvini si siano lasciati con le rispettive fidanzate negli ultimi mesi. Allora tra i due ora potrebbe scoccare la scintilla?

Vesna

 

Lettera 24

Dagovski,

Ferrari. Arrivabene chi arriva secondo.

Aigor

 

Lettera 25

Amarlis il messaggero e Padre Amorth Amarlis il messaggero e Padre Amorth

Ieri sera, mio malgrado, sono stato male e ho vomitato sulla televisione. Per fortuna ero solo e così l'ho passata liscia! Però che scherzi fa la televisione! Scherzi da demonio. Mi è venuto subito alla mente il grande esorcista Padre Amorth (70.000 esorcismi esercitati alla faccia degli increduli alla maniera della ditta cicap Angela) il quale l'aveva detto con chiarezza: se il Crozza, pur non essendo posseduto, è però influenzato da Satana (io ci credo a stacosa, basta vedere le trojate socialcomuniste che dice e che fanno ridere solo sul lato sinistro), per la trasmissione "Le jene" non ha usato mezzi termini, ha calato l'asso:"E' una trasmissione indemoniata..". In effetti ieri sera tale Toffa (quella che ha tenuto banco negli ultimi tempi sulla sua malattia etc.) ha dato una prova matematica della convinzione centrata di Padre Amorth.

 

Trattando di un tema di peso quale "l'utero in affitto" ha dato del suo meglio (facendo finta spudoratamente di essere neutrale .... ciccì cicciò ... ognuno è libero di pensarla come vuole ... etc.) per dare una mano al suo ispiratore infernale facendo passare per umano, solidale e frutto della modernità l'utilizzo di una donna per fare un figlio da girare poi a terzi o a quarti.

COPERTINA DEL LIBRO DI PADRE AMORTH COPERTINA DEL LIBRO DI PADRE AMORTH

 

In Italia è reato questa cosa orribile e demoniaca, (che copia dal nazismo e dallo stalinismo nel senso di dittatura del peggio, come il pensiero unico) ma vuoi mettere che in altri Paesi baciati dal progressismo è una cosa naturale, ottima, ben fatta.. Quindi, fa capire la Toffa (non so se il servizio era datato o attuale) siamo noi poveri italiani gli stronzi, specialmente i cattolici, veri coglioni assoluti.

 

Poi, per dare un tocco di scientificità si è avvalsa dell'aiuto di una scienziata della psicanalisi che ha fatto strame di chi vede l'utero in affitto come qualcosa di obbrobrioso. La psico-psichiatra ha affondato il colpo e sembrava proprio una creatura diabolica sia come aspetto che come eloquio. Ancora una volta, insomma, le jene si confermano nella loro versione amorthiana. E io sono stato male! Eh la Toffa.. se non ci fosse bisognerebbe inventarla!

Chiara ex Luciano

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

SANTA MARIA...GODETTI – “REPUBBLICA” CANDIDA UFFICIALMENTE PAMELA ANDERSON A LEADER DELL’OPPOSIZIONE IN UN’INTERVISTA CHE LA DIPINGE COME UNA SANTA MARIA GORETTI IMPEGNATA A LOTTARE CONTRO GLI “ABUSI DELL’ECONOMIA GLOBALE” – SOLO FRANCESCO MERLO CON LA ARCURI NEL 2011 RIUSCÌ A FARE DI MEGLIO: VI RICORDATE LA SANTIFICAZIONE CULT DI MANUELONA, CHE FU DEFINITA “LA NOSTRA PICCOLA ANNA MAGNANI” PER AVER DETTO NO A BERLUSCONI IN CAMBIO DI SANREMO? POI SI SCOPRÌ CHE...

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute