L’ATTORE E REGISTA VINCENT GALLO ASFALTA L'EX ASIA ARGENTO: “SONO DIVENTATO NEMICO DI WEINSTEIN PER DIFENDERLA E MI HANNO EMARGINATO SU LAVORO: CI SONO RIMASTO MOLTO MALE QUANDO LEI HA CAMBIATO VERSIONE DEI FATTI E HA INIZIATO UNA LUNGA RELAZIONE CON LUI, RIFERENDOGLI COSE CHE IO AVEVO DETTO SU DI LUI PER IRRITARLO ULTERIORMENTE'' - UNA STOCCATA PURE A ROSE MCGOWAN. E SU TRUMP: ''SONO FELICE CHE SIA PRESIDENTE''

-

Condividi questo articolo

DAGONEWS

 

Dal testo di Vincent Gallo per www.anothermanmag.com

 

 

asia argento weinstein asia argento weinstein

Altro che sassolini. L’attore e regista Vincent Gallo ha deciso di lanciare una bomba su Asia Argento e Rose McGowan dopo il caso Weinstein raccontando la sua versione dei fatti. «Ero vicino ad Asia Argento, ma non ci siamo mai fidanzati. Ricordo, però, di aver minacciato Harvey Weinstein per quello che Asia affermava di aver subito. Dopo, sono diventato un vero nemico di Harvey che ha fatto tutto il possibile per emarginare il mio lavoro e frenare le mie opportunità.

 

Ero il suo nemico e nessuno dalla stampa riprendeva le mie dichiarazioni contro di lui. Questo scontro è stato costoso per me nella vita reale. Sono stato male quando Asia, invece di parlare con me, ha negato e cambiato la versione dei fatti e ha continuato a lavorare con lui, intrattenendo una relazione personale con lui e riferendogli cose che io avevo detto su di lui per irritarlo ulteriormente».

 

asiaargento e vincent gallo asiaargento e vincent gallo

Parole di fuoco anche contro Rose McGowan, accusata di essersi messa in tasca 100mila dollari per rimanere in silenzio. «Perché non ha presentato le accuse contro di lui in quel momento? Quanti altri “incidenti” futuri si sarebbero potuti evitare? Harvey Weinstein è uno sporco maiale, sì, ma non vorrei che fossero proprio quelle due ragazze a venire glorificate».

 

asia weinstein asia weinstein

Stoccata anche al mondo delle femministe, accusato da Gallo, di scegliere “strani eroi come Hillary Clinton”. «Il femminismo dovrebbe essere una lotta per l'equità, invece è solo una lotta per un ottenere un risultato: e quando alle femministe non piace il risultato, ritengono che qualcosa non sia giusto. È sciocco». L’ultima parola è per Donald Trump: «Mi piace molto e sono estremamente orgoglioso che lui sia il presidente americano. E mi dispiace se la cosa vi offende».

vincent gallo vincent gallo vincent gallo vincent gallo rose mcgowan asia argento rose mcgowan asia argento rose mcgowan asia argento rose mcgowan asia argento rose mcgowan weinstein rose mcgowan weinstein vincent gallo vincent gallo rose mcgowan harvey weinstein rose mcgowan harvey weinstein robert rodriguez rose mcgowan harvey weinstein robert rodriguez rose mcgowan harvey weinstein harvey weinstein e rose mcgowan harvey weinstein e rose mcgowan

weinstein weinstein asia argento asia argento

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal