L’OPPOSIZIONE A SALVINI? LA FA PIPPO BAUDO: “IL RAZZISMO E’ LA NOSTRA CATTIVA COSCIENZA”- L'APPELLO PER DIFENDERE I MIGRANTI A BORDO DELLA NAVE DICIOTTI: "IMPOSSIBILE GIRARSI DALL'ALTRA PARTE" – LO SCRITTORE SANDRO VERONESI PRENDE A RANDELLATE SU TWITTER IL VICEPREMIER LEGHISTA E IRONIZZA SULLA SUA "BAVETTA" – FABIO FAZIO CITA SOFOCLE MA SALVINI LO FULMINA: “ECCO CHI SI RIVEDE: MANCAVA SOLO LUI ALL’APPELLO”

-

Condividi questo articolo

Da www.liberoquotidiano.it

roberto saviano e fabio fazio roberto saviano e fabio fazio

 

Sul caso della nave Diciotti, bloccata al porto di Catania con circa 150 persone a bordo, è ormai partita la gara a sinistra per lanciare la frase più a effetto. L'ultimo solo in ordine di tempo è il conduttore dei Raiuno Fabio Fazio, che non perde l'occasione per dire la sua e su Twitter cita addirittura Sofocle: "Tanto tempo fa qualcuno ha scritto che 'esistono le leggi non scritte e immutabili degli dei' a cui bisogna obbedire innanzitutto. Bisogna consentire di sbarcare a tutte le persone a bordo della Diciotti".

 

Un intervento che non è passato inosservato anche al ministro dell'Interno, Matteo Salvini, impegnato ormai da più di 24 ore in una sorta di braccio di ferro con le Ong e gli esponenti della sinistra accorsi a Catania sul molo davanti alla nave della Guardia Costiera: "Guarda chi si rivede! Mancava solo lui all'appello", ha commentato Salvini a proposito di Fazio.

 

2. PIPPO BAUDO

da www.tpi.it

pippo baudo pippo baudo

“L’accoglienza è un gesto di fraternità, il razzismo è la nostra cattiva coscienza, che non ha colore politico ma umano”, il presentatore Pippo Baudo aderisce al manifesto antirazzista in difesa dei migranti bloccati sulla nave Diciotti.

 

Pippo Baudo ha invitato gli antirazzisti della Sicilia a unirsi alla protesta contro la situazione di stallo che sta bloccando da ormai quattro giorni i migranti al porto di Catania.

 

Il caso della nave Diciotti secondo il presentatore televisivo è un “fatto talmente clamoroso che è impossibile girarsi dall’altra parte. Scendere in piazza e partecipare al dibattito significa esercitare la democrazia, che va difesa soprattutto in questi tempi”

pippo baudo pippo baudo

“Guardando gli striscioni e gli sguardi dei migranti ripresi dai media, provo un sentimento di dolore e al contempo di pietà collettiva: i gesti di chi si impegna ogni giorno per accogliere i migranti sono azioni concrete, a differenza di quanto fa la politica”, racconta Pippo Baudo.

 

“Il suo essere geograficamente avamposto dell’Italia dialoga con il ruolo di primo piano che l’isola ha assunto sulla questione migrazione. Chi scende in piazza scuote coscienze. E vedere le immagini trasmesse dai media amplifica ancora di più il messaggio di un’azione doverosa contro il razzismo”.

 

sandro veronesi sandro veronesi

“È ora che chi è al governo prenda le sue responsabilità. Anche in questo la Sicilia può dare il suo messaggio”.

 

SANDRO VERONESI – TWEET

Gentile ministro Salvini prima che cominci la caccia al tesoro la prego di considerare questo suggerimento per sbloccare la situazione della Diciotti. Si potrebbe tagliare un orecchio al giorno ai naufraghi e recapitarlo a Bruxelles. Solo il lobo, però, mi raccomando

 

Mi scusi se glielo dico, signor ministro Matteo Salvin, ma ieri guardando il suo messaggio via Facebook, ho notato che le è venuta un po’ di bavetta in bocca. Un leggero inestetismo, niente di grave. Solo che io, fossi in lei, stasera salterei la maratona della porchetta

pippo baudo a sanremo 2018 pippo baudo a sanremo 2018 pippo baudo pippo baudo Pippo Baudo La Sicilia Pippo Baudo La Sicilia laura boldrini a bordo della diciotti 1 laura boldrini a bordo della diciotti 1 laura boldrini a bordo della diciotti laura boldrini a bordo della diciotti migranti a bordo della diciotti migranti a bordo della diciotti Pippo Baudo Pippo Baudo la nave diciotti a catania 4 la nave diciotti a catania 4 pippo baudo pippo baudo pippo baudo pippo baudo

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

CONTRO LA MORTIFICAZIONE DELLA CARNE E L'AVVILIMENTO DELLO SPIRITO C’E’ SOLO CAFONAL - “EYES WIDE SHUT” ALL’AMATRICIANA ALL’EXCELSIOR DI VIA VENETO PER LA FESTA DI MARIA FRANCESCA PROTANI, COMPAGNA DEL RE DELLE FARMACIE ROMANE, VINCENZO CRIMI - TRECENTO INVITATI. TUTTI IN MASCHERA, PIZZO E MERLETTI COME NEL FILM HOT DI KUBRICK: BONAZZE RIGONFIE, MILF D’ASSALTO, MANDRILLONI INCRAVATTATI, SCOSCIATISSIME PISCHELLE: DALLA BERLUSCHINA FRANCESCA IMPIGLIA A LILIAN RAMOS, DALLA 51ENNE KATIA NOVENTA A GIOVANNA DEODATO