SANREMO FATTO A MAGLIE - ''HO ATTACCATO LA GIURIA, NON IL VINCITORE. SOLO UN IGNORANTE PUÒ PENSARE CHE 'METICCIATO' SIA UN INSULTO RAZZISTA. LO USANO SCALFARI E IL CARDINALE DI FERRARA. IO HO ESPRESSO UN GIUDIZIO PERSONALE CHE È MIO E VOGLIO CHE SIA GARANTITO IL MIO DIRITTO A DIRE QUELLO CHE PENSO. UNA GIURIA CHE, ESCLUSO MAURO PAGANI, NON ERA COMPOSTA DA COMPETENTI. UN CUOCO, UN'ATTRICE, UNA SCRITTRICE, UN REGISTA…''

-

Condividi questo articolo

 

Michela Tamburrino per ''la Stampa''

 

GIURIA D ONORE SANREMO GIURIA D ONORE SANREMO

Il Festival più social della storia ha generato polemiche e anche sofferenza. Come quella che ha provato Mahmood, vincitore di Sanremo, stamattina leggendo i tweet di Maria Giovanna Maglie all' indomani della sua vittoria: «Un vincitore molto annunciato. Si chiama Maometto, la frasetta in arabo c' è, c' è anche il Ramadan e il narghilè, e il meticciato è assicurato. La canzone importa poco, avete guardato le facce della giuria d' onore?».

Ma che cosa le ha fatto Mahmood? Non dovrebbe neppure essere detto ma è italiano, nato qui da madre sarda e padre egiziano?

 

«Nulla e infatti io non ce l' avevo con lui, solo un ignorante può pensare che meticciato sia un insulto razzista. Significa che non ha mai letto un libro, io riprendo frasi di Scalfari e del cardinale di Ferrara che usano il termine conferendogli un' accezione positiva, anche Lévi Strauss ha fatto lo stesso. Il razzismo sta nella testa dei prepotenti, è l' endorsement del conduttore come hanno notato in molti».

 

Non era contro Mahmood, allora con chi ce l' aveva?

maria giovanna maglie maria giovanna maglie

«Contro la giuria d' onore pilotata che ha sovvertito il volere popolare. E ho notato la violenza totale e il livello infimo del dibattito. Io ho espresso un giudizio personale che è mio e appunto voglio che sia garantito il mio diritto a dire quello che penso senza che la mia persona venga attaccata».

 

L' attaccato però sembrava appunto il cantante vincitore.

«Invece no, anzi. Gli è stata attaccata addosso un' etichetta che non lo aiuterà. Di lui non si ricorderà la canzone ma il significato che le hanno voluto dare al di là dell' indubbio merito. Poi se mi si chiede chi mi sia piaciuto dico Cristicchi e Loredana Berté per il suo percorso».

MAHMOOD MAHMOOD

 

Però sembrava un attacco pretestuoso contro un giovane cantante per il solo fatto di non chiamarsi Mario.

« Ma il giochetto della giuria era chiaro, bastava vedere le loro facce soddisfatte. Una giuria che, escluso Mauro Pagani, non era composta da competenti. Un cuoco, un' attrice, una scrittrice, un regista. Allora anche io dico la mia a modo mio su Twitter e se non posso esprimere un parere allora c' è qualcosa nel Paese che non va. La violenza peggiora perché è in predicato un programma per me? Ma che cosa posso spostare con il mio giudizio? Siamo seri».

IL TWEET DI MARIA GIOVANNA MAGLIE SU MAHMOOD E SANREMO 2019 IL TWEET DI MARIA GIOVANNA MAGLIE SU MAHMOOD E SANREMO 2019

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

CHI HA UCCISO SERENA MOLLICONE? – SECONDO L’INFORMATIVA DEI CARABINIERI È STATO MARCO MOTTOLA, IL FIGLIO DELL’EX COMANDANTE DEI CARABINIERI DI ARCE – DOPO LA RIAPERTURA DELL’INDAGINE EMERGONO DETTAGLI INQUIETANTI SULL’OMICIDIO DELLA RAGAZZA TROVATA MORTA NEL 2001 NELLE CAMPAGNE CIOCIARE – LEI ERA ANDATA A DENUNCIARE UN GIRO DI SPACCIO IN CUI ERA COINVOLTO MOTTOLA, E HA SBATTUTO LA TESTA. LA FAMIGLIA DELL’ALLORA COMANDANTE L’HA PORTATA IN UN BOSCHETTO E…. – VIDEO + FOTO CHOC DELLA SCENA DEL CRIMINE

sport

cafonal

viaggi

salute