SE IL #METOO DIVENTA UNA MINI-SERIE - VIDEO: SI PARTE CON R. KELLY, RAPPER DI SUCCESSO NEGLI ANNI '90 CHE IN REALTÀ C'ENTRA POCO CON IL MOVIMENTO NATO NEL 2017: VIOLENZE, PIOGGE DORATE SU MINORENNI, SEXTAPE PROIBITI SI CONOSCONO DA ANNI. LUI PIÙ VOLTE È MEDIATICAMENTE MORTO E RISORTO, MA QUESTA SERIE METTE L'ULTIMO CHIODO NELLA BARA. LADY GAGA E CELINE DION HANNO CANCELLATO I LORO VIDEO INSIEME

-

Condividi questo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

Gianmaria Tammaro per “la Stampa

 

Louis CK che torna a esibirsi dal vivo. John Lasseter che viene nominato responsabile del reparto animazione della casa di produzione Skydance. Kevin Spacey che pubblica un video in cui interpreta Frank Underwood.

 

r kelly celine dion r kelly celine dion

Tre casi diversi, che raccontano tre storie diverse, che hanno in comune un fatto: dopo la tempesta è tornata la quiete, l' attenzione mediatica si è abbassata, le denunce, le proteste e le manifestazioni sono passate in secondo piano. Se ne parla, certo: molestie, abusi, comportamenti scorretti. Ma non come prima. Le coscienze si sono nuovamente assopite. E viene da chiedersi cosa effettivamente il #MeToo abbia portato alla nostra società.

 

Ora parlano le vittime

A inizio gennaio, negli Stati Uniti, è andata in onda Surviving R. Kelly (in italiano sarà R.

Kelly: vittime di un complotto , dal 18 marzo su Crime+Investigation, canale 119 di Sky). È una docu-serie in sei parti. Piena di testimonianze e di interviste. Parlano giornalisti, artisti, critici. E parlano le vittime.

r kelly r kelly

 

Il protagonista è Robert Kelly, cantante e produttore americano. La storia che viene raccontata è la sua, ma anche la storia delle tantissime ragazze che dicono - «R. Kelly si dissocia e si dichiara innocente», viene ripetuto prima di ogni nuova puntata - di essere state molestate da lui. Di alcune si conoscono nomi e cognomi.

 

Aaliyah, per esempio. Anche lei cantante, stella nascente del firmamento musicale americano, scoperta dallo stesso Kelly: a 15 anni è diventata sua moglie. Di altre, invece, restano le testimonianze di amici e parenti e le foto «pixelate».

 

aaliyah e r kelly aaliyah e r kelly

Surviving R. Kelly è un esempio di come, nel corso degli anni, anche quando l' evidenza era davanti a tutti, si è deciso di non fare niente. In questi giorni, molti artisti e produttori hanno preso pubblicamente le distanze da R. Kelly. Lady Gaga ha chiesto scusa sui social, e si è detta solidale con tutte le vittime. Cara Delevingne, attrice e modella, si è scagliata contro il cantante (e in migliaia per questo hanno deciso di non seguirla più).

 

Ma Surviving R. Kelly è anche una testimonianza importante di un modo in cui l' uomo viene concepito, di una certa sottocultura, di come ogni cosa, per chi è famoso, viene perdonata. R. Kelly ha cantato nella colonna sonora di Space Jam , era amico di Michael Jackson e di Michael Jordan.

surviving r kelly 2 surviving r kelly 2

 

Era una divinità per i più giovani, e se lui ti avvicinava, se eri al centro commerciale con le amiche e se improvvisamente vedevi R. Kelly, tu non dicevi di no. Era la tua grande occasione. Potevi realizzare il tuo sogno: cantare, ballare, essere finalmente qualcuno che conta; uscire dal ghetto.

 

Uno schema pianificato

Quello di R. Kelly era uno schema pianificato - così viene detto nella docu-serie di Lifetime -: sceglieva le ragazze. Le istruiva. Faceva in modo che non parlassero con nessuno, che avessero quasi paura. Le stringeva nella sua rete, e lì, sole, le abbandonava. È un racconto che si ripete uguale ogni volta. È una storia che è durata a lungo, per anni, e di cui pubblicamente si sapeva.

surviving r kelly 3 surviving r kelly 3

Ma nessuno faceva niente.

 

Forse perché lei era nera, forse perché lui era potente.

Intorno al secondo episodio di Surviving R. Kelly compare anche il cantante John Legend.

E proprio Legend, sui social, ha scritto che non pensa d' essere stato coraggioso per essersi fatto avanti, che se l' ha fatto è stato perché crede nelle donne che hanno denunciato Kelly.

r kelly lady gaga r kelly lady gaga

 

Gli opinionisti si chiedono «la carriera di R. Kelly è finita?».

Tornano in mente le storie di cui abbiamo parlato all' inizio, come si siano evolute e come ogni cosa, nella confusione asfissiante degli scandali, finisca per accavallarsi e perdersi.

 

E vengono in mente le parole di chi R. Kelly l' ha conosciuto e frequentato, i racconti dei suoi fratelli che ammettono d' aver subito abusi da bambini, e di quelli che col senno di poi dicono che era tutto palese, evidente. Chi lo sa se cambierà qualcosa; chi lo sa, pure, se s' arriverà a un processo e a una condanna che non sia solo quella dei social network. Intanto se ne parla, ci si stupisce, e va tutto in onda in televisione.

r kelly menage a trois con minorenni r kelly menage a trois con minorenni surviving r kelly surviving r kelly surviving r kelly surviving r kelly

 

Condividi questo articolo

media e tv

“TRADITORE”, "GRAZIE DI AVERCI VENDUTI A CASALEGGIO", “ROUSSEAU-TROUFFEAU” - ACCOLTO DAI CONTESTATORI AL TEATRO BRANCACCIO, GRILLO INIZIA LO SPETTACOLO OFFRENDO IL COLLO: “SE C'È QUALCUNO CHE VUOL FARE UNA CONTESTAZIONE, LA FACCIA ALLA FINE DELLO SPETTACOLO. VI DO 15 MINUTI PER SFOGARVI. SONO PER IL MIO MARTIRIO CONSAPEVOLE” - IL CONSIGLIO A MARCO TRAVAGLIO IN PLATEA: “FAI COME LA CHIESA. PARLA DI POLITICA MA NON DARE PROGRAMMI POLITICI A NESSUNO. IO TI AMO, HAI SCRITTO COSE BELLISSIME” - LE BATTUTE SU RENZI FAMILY E SALVINI, RAGGI E VESPA, IL “VAFFA” A MACRON

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute