POSTA! - CON IL GOFFO TENTATIVO DI AZZERARE I VERTICI CONSIP, RENZI SI È DATO UN'ALTRA MARTELLATA SUI MARRONI - ANCHE I TROIANI FURONO COSÌ STUPIDI DA PORTARSI IN CASA IL CAVALLO DI LEGNO. PERÒ UNA VOLTA ACCORTISI DELL'ERRORE NON DIEDERO AGLI ACHEI LA CITTADINANZA MA COMBATTERONO VALOROSAMENTE FINO ALLA FINE

-

Condividi questo articolo

Riceviamo e pubblichiamo:

 

INCHIESTA CONSIP - I PIZZINI DI ALFREDO ROMEO INCHIESTA CONSIP - I PIZZINI DI ALFREDO ROMEO

Lettera 1

Caro Dago, con il goffo tentativo di azzerare i vertici Consip, Renzi si è dato un'altra martellata sui Marroni.

BarbaPeru

 

Lettera 2

Caro Dago, Gentiloni: "Lo ius soli è un atto si civiltà". In Francia, Belgio e Inghilterra le vittime dell'«atto di civiltà» riposano al cimitero.

Yu.Key

 

Lettera 3

Caro Dago, Prodi vuole fare da Vinavil tra le anime di sinistra. Suonerebbe più o meno così: "Il centrosinistra tenuto insieme dal Prodivil". Ossia il "Vil Prodi". Contento lui...

Jack

 

Lettera 4

Marco Gasparri consip Marco Gasparri consip

Caro Dago, Ottavo Comandamento: "Non dire falsa testimonianza".  Monsignor Galantino, segretario generale della Cei, dice l'opposto della verità. Secondo lui i partiti contrari allo Ius soli lo sarebbero per meri motivi elettorali. È vero il contrarìo. E cioè che sono i promotori della legge a pensare che approvandola tra qualche anno potranno raccogliere facilmente il voto dei beneficiari del provvedimento. Nulla di irrimediabile comunque: tre Ave Maria e un Padre Nostro e il Monsignore sarà perdonato.

Vesna

 

Lettera 5

Caro Dago, a Londra "muslim van" all'uscita della moschea. Meglio del "muslim ban" di Trump!

Bug

 

NUNZIO GALANTINO NUNZIO GALANTINO

Lettera 6

Caro Dago, il vasto incendio di ieri in Portogallo ci mette di fronte alla cruda realtà. Se l'uomo non riesce a controllare nemmeno gli effetti di un singolo fulmine come si può pensare che sia in grado di "regolare" la temperatura dell'intero Pianeta? Cento incendi come quello di ieri sparsi qua e là nel mondo e siamo spacciati, altro che accordi di Parigi!

Luisito Coletti

 

Lettera 7

Caro Dago, anche i troiani furono così stupidi da portarsi in casa il Cavallo di legno. Però una volta accortisi dell'errore non diedero agli achei la cittadinanza ma combatterono valorosamente fino alla fine. Purtroppo il pingue Renzi e l'addormentato Gentiloni non hanno il physique du rôle del guerriero. E dopo l'invasione musulmana - di cui sono primi responsabili - anziché cacciare i "colonizzatori“ preferiscono alzare bandiera bianca e regalare loro lo "ius soli" facile.

Nick Morsi

samantha cristoforetti atterrata samantha cristoforetti atterrata

 

Lettera 8

Caro Dago, nei tg Rai i tre consigli di Samantha Cristoforetti ai maturandi per il prima, il durante e il dopo. "Ad un appuntamento così importante bisogna arrivare preparati",  "Quel giorno dovrete essere sereni, rilassati e riposati", "Superata questa tappa non permettete che vi parlino come a dei ragazzini: siete dei giovani adulti che hanno la capacità e la responsabilità di contribuire attivamente al miglioramento del mondo". E per recitare simili banalità e luoghi comuni c'era bisogno dell'astronauta?

Jonas Pardi

 

Lettera 9

GentilDago, è illuminante vedere come se dei musulmani uccidono dei cristiani, prima di dire è terrorismo ci passa almeno un giorno. Prima si dice che sono dei pazzi isolati, poi dei poveretti che non si sono integrati. Mentre invece se un cristiano ammazza dei musulmani è subito terrorismo; un episodio grave di intolleranza, etc. Il Sindaco di Londra, Khan, che nei primi tre attentati è stato zitto, qui ha iniziato subito a parlare, a dire “terrorismo”.

francia emmanuel macron con brigitte francia emmanuel macron con brigitte

Che ipocrisia.

Leo Poldo

 

Lettera 10

Caro Dago, sarebbe bene che gli ignorantoni che paragonano la vittoria di Macron alle politiche 2017 con quella di De Gaulle nel 1958 prima di dire spropositi si documentassero. Quando vinse il Generale si recarono alle urne il 77,18 e il 76,32% (primo e secondo turno) degli aventi diritto.

 

Quindi una vittoria ben diversa da quella - seppur pienamente legittima - ottenuta da Macron coi votanti al 48,71 (primo turno) e all'incredibile  43% del secondo turno. Tanto inncredibile che i leccaculo del Presidente francese - tipo "Repubblica" -  preferiscono citare la percentuale di astenuti, 56%, invece del piccolo numerino umiliante che resterà una macchia indelebile nel curriculum politico del bambolotto di Brigitte.

luigi marroni luigi marroni

Epa

 

Lettera 11

Gentil Dago,

Affaire Consip : Salvini e Grillo uniti nella lotta. Vogliono affondar Matteo, facendo a Renzi due....Marroni così! E la bella Maria Elena Boschi come si difende dall'accusa di aver subito le pressioni del babbo, don Pier Luigi, per salvare Banca Etruria : "Compagni, come Fassino e Consorte, anche noi avevamo una banca....E i padri sò piezz'e core !...".

Ossequi

Pietro Mancini

 

Lettera 12

Caro Dago, la banda Renzi/Gentiloni ci spiega che lo ius soli riguarda i migranti che sono "già qui". Ma pensano che gli italiani siano scemi? Prima vanno a prenderli e poi ci prendono per il culo dicendoci che sono "già qui"?

Bibi

 

marocchinate De Gaulle marocchinate De Gaulle

Lettera 13

Dago, l’Europa è diventata una gigantesca israele , Londra la sua Tel Aviv...

Becerus

 

Lettera 14

Carissimo d'Agostino, che dire di Emmanuel Macron e dei risultati del secondo turno per il rinnovo del parlamento dell'Exagon? E' bello vincere facile! Con un terzo della metà degli aventi diritto, ci si assicura un maggioranza totalitaria. Certo, con l'ingegneria politica - c me, d'altronde, con quella genetica - si possono creare degli autentici mostri. Che cosa c'entri, in questo contesto, la democrazia, non è dato di sapere. Ma tant'è, questa è la V Republique, quella voluta da Charles De Gaulle.

 

Certo in un momento gravido di incertezze, con la decolonizzazione in corso e l'OAS all'attacco. Tuttavia i mie ricordi di bambino - andavo forse in terza o quarta elementare - dicono che allora avevo l'ingenua impressione che la Francia fosse una dittatura. E adesso?

 

francia charles de gaulle e jackie kennedy francia charles de gaulle e jackie kennedy

Beh, il Mostro di Firenze si sentirà più che mai identificato nel collega transalpino. Come si era dapprima immaginato essere il nuovo Tony Blair, Poi s'era annerito, sentendosi perfino Barak Obama. Solo che gli italiani l'hanno annichilito. Ma quella schiacciata a terra a nulla è servita. Il mostro persiste a perseguitarci nei nostri incubi diurni. Che fare? Ci vorrebbe un nuovo Lenin.

Cordiali saluti, Valerio Monaco

 

Lettera 15

Dago darling, se la notizia del Messaggero di Roma sul prelato che cercava partner maschili alle porte del Vaticano finisce nelle guide gay di tutto il mondo (e grazie a/ o per colpa di Infernet, ci finirà), chissà quanti turisti gay si riverseranno a fare "cruising" a Porta S. Anna. Specie quelli che hanno il fetish dell'"holy cruising".

 

EMIGRANTI ITALIANI NEGLI USA EMIGRANTI ITALIANI NEGLI USA

P.S. Che errore ha fatto Littorio Feltri nel definire Francesco "capo della cristianità". Anche i luterani, gli anglicani, gli ortodossi e altri sono cristiani, ma non cattolici, e quindi Francesco non é loro guida. Un errore degno di qualsiasi vecchietto ignorante che frequenta i pochi giardinetti rimasti praticabili, anche nella Milano "accogliente e sicura" (Gentiloni dixit) del podestà Sala. Omaggi

Natalie Paav

 

Lettera 16

Mitico Dago, se gli Italiani mostrano segni di insofferenza verso i sempre maggiori diritti degli immigrati, è solo dovuto al fatto che quei fetidi dei nostri politici, per procurarsi i fondi necessari a garantire agevolazioni agli immigrati, li reperiscono seccando i diritti acquisiti degli Italiani (pensioni sempre più scarse e sempre più avanti, tasse in crescita costante, multe assurde, sanità sempre più cara, strutture sanitarie al collasso, tagli ai fondi per i disabili.....). Gli Italiani non sono razzisti, ma se per una decisione calata dall'alto, sono chiamati a pagare il conto di un disegno politico che può agevolare solo i paesi europei dove manca la mano d'opera (la Germania), è palese che prima o poi si romperanno i coglioni.

ellis island immigrati italiani 4 ellis island immigrati italiani 4

Stefano55

 

Lettera 17

Caro Dago, hai capito che Renzi e Gentiloni, son riusciti nell’intento di rivitalizzare, con la loro politica d’accatto, perfino un politico quasi mummificato e sul viale del tramonto, come il nostro Silvio da Arcore? Son giorni che lo si sente alla radio e in svariati passaggi televisivi, pontificare di fesserie e di slogan che pensavo fossero morti e seppelliti.  Capisco che su Mediaset sia quasi istituzionalmente obbligatoria, la marchetta giornalistica, ma sembra ci sia una rincorsa al recupero della salma, per riportarlo in processione nell’agone politico.

 

Da quello che mi ricordo, il nostro caro Silvio, non può candidarsi, sempre per le condanne ricevute, il che dovrebbe certificare, moralmente, l’incandidabilità; ma viste le spinte mediatiche l’idea di una coalizione di destra, capitanata dal Silvio nazionale, potrebbe essere realtà a breve.

 

Diciamo che sta facendo di tutto per attirarsi le simpatie del corpo grosso che potrebbe votarlo, gli anziani, e quindi vai con le foto che bacia il cane, bacia la Brambilla, e di nuovo il cane e di nuovo la Brambilla. Insomma un insieme di immagini talmente sdolcinate e vomitevoli che, conoscendo l’acume da venditore di Berlusconi, potrebbero, purtroppo, funzionare.

renzi con la bandana in testa come berlusconi renzi con la bandana in testa come berlusconi

 

Lui che riceve lettere dalle zone terremotate, esempio di come i due governi Renzi, anche quello targato Gentiloni è figlio dei lombi del nostro Matteo da Firenze, abbiano creato un danno inenarrabile. Lettere in cui si cantavano le gesta e le opere del post terremoto dell’Aquila. Case costruite in 100 giorni, bisogna ammetterlo, ma che molte son cadute, e questo bisogna ricordarlo.

 

Il problema vero è che la frammentazione dei partiti “storici” ha creato un arcipelago di partiti minori, dal basso valore politico, anche nei numeri; il nuovo che avanzava, il M5S, spaventa per certi versi, e per altri è molto simile ai vecchi, quindi poco rassicurante. Siamo in un caos politico preoccupante. Ma se siamo ridotti al punto che il “nuovo”, potrebbe essere un pluricondannato di 80 anni o giù di lì, allora meritiamo tutto questo. In attesa che si avveri il miracolo, incrociamo le dita. Benvenuti in Italia, terra di santi, poeti e mummie redivive! Saluti

Pegaso Nero

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal