SYMPATHY FOR THE DEVIL - L''EXPO TATTOO' DI MEDELLIN E' STATO INVASO DA SPAVENTOSI ANGELI DELLA MORTE, VAMPIRI DALLA LINGUA BIFORCUTA, DEMONI CON CORNA E PUPILLE NERE - LE COLOMBIANE IN QUESTA EDIZIONE HANNO SCELTO SOPRATTUTTO TATUAGGI SU COSCE E TERGA

-

Condividi questo articolo

jacob angel jacob angel

Emma Gritt per “The Sun

 

Non c’è niente di meglio che un convegno per portare alla luce i freak locali. L’’Expo Tattoo’ di Medellin, in Colombia, non fa eccezione, è durato tre giorni, e ha attratto vampiri e mostri di ogni tipo.

 

jacob angel angelo della morte jacob angel angelo della morte il demoniaco carlos dehaquiz il demoniaco carlos dehaquiz lingua biforcuta lingua biforcuta expo tattoo a medellin copia 5 expo tattoo a medellin copia 5 expo tattoo a medellin copia 6 expo tattoo a medellin copia 6 expo tattoo a medellin expo tattoo a medellin expo tattoo a medellin copia 4 expo tattoo a medellin copia 4 sebastian barrero tatuatore venezuelano sebastian barrero tatuatore venezuelano carlos dehaquiz demoniaco carlos dehaquiz demoniaco carlos dehaquiz all expo colombiano carlos dehaquiz all expo colombiano angelo della morte al convegno colombiano angelo della morte al convegno colombiano expo tattoo a medellin copia 3 expo tattoo a medellin copia 3 expo tattoo a medellin copia expo tattoo a medellin copia jacob angel a medellin jacob angel a medellin jacob angel al convegno colombiano jacob angel al convegno colombiano jacob angel angelo della morte copia jacob angel angelo della morte copia jacob angel performance jacob angel performance expo tattoo a medellin copia 2 expo tattoo a medellin copia 2

Erano presenti demoni con occhi tatuati e corni che spuntavano dalla fronte, angeli della morte sospesi con catene, e lingue biforcute. I tatuaggi più richiesti dalle donne in questa edizione sono stati quelli sulle cosce e sulle terga.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

‘CARO ANDREA, NON ERI PREVISTO…IO E TUA MAMMA SIAMO ANDATI IN TERAPIA DI COPPIA PER CONOSCERCI MEGLIO’: LE CONFESSIONI PRIVATE DI ALESSANDRO DI BATTISTA NEL NUOVO LIBRO - LUI E SAHRA SI FREQUENTAVANO DA POCHE SETTIMANE: ‘UNA STRAMALEDETTISSIMA PAURA: LEI TEMEVA CHE IO NON L’AMASSI DAVVERO E CHE STESSI CON LEI PER SENSO DEL DOVERE. IO AVEVO PAURA DI ESSERE ABBANDONATO. UNA SERA ME NE ANDAI DI CASA E…’ - ‘IL NO ALLE OLIMPIADI A ROMA LO HA DECISO IL MIO MECCANICO MASSIMO, RIUNENDO SUA MOGLIE MARIA, L'EDICOLANTE, IL FRUTTIVENDOLO, UN PAIO DI PARENTI E UN PENSIONATO’

business

cronache

sport

cafonal