IL BRANCO DEL LAGO - STUPRO DI GRUPPO SU DUE TURISTE 17ENNI: SONO STATE VIOLENTATE A TURNO DA 4 RAGAZZI INCONTRATI POCHE ORE PRIMA IN UN LOCALE – LE VITTIME, CHE PARE FOSSERO UBRIACHE, ERANO IN VACANZA SUL LAGO DI COMO - FERMATI TRE DEI PRESUNTI STUPRATORI (UN ITALIANO E DUE STRANIERI), RICERCATO UN QUARTO CHE AVREBBE LASCIATO IL PAESE

-

Condividi questo articolo

Anna Campaniello per il Corriere della Sera

stupro stupro

 

Violentate a turno da quattro ragazzi incontrati poche ore prima in un locale di Menaggio, dove erano in vacanza. Le vittime sono due ragazze di 17 anni della provincia di Varese e lo stupro risale ai primi giorni di agosto. Nelle scorse ore i carabinieri hanno fermato con l' accusa di violenza sessuale di gruppo tre ventenni, un italiano e due stranieri, mentre un quarto giovane è irreperibile e avrebbe lasciato l' Italia.

 

Proprio la partenza di uno dei sospettati dell' aggressione ha portato all' accelerazione delle indagini e alla decisione della Procura di Como di procedere con i fermi, eseguiti ieri «per il serio pericolo di fuga», come confermato dal procuratore Nicola Piacente. I presunti componenti del gruppo sono in carcere al Bassone di Como.

 

carabinieri carabinieri

I tre giovani sono stati fermati dai carabinieri di Menaggio e di Cantù. L' italiano è Nicholas Pedrotti, 22 anni, barista residente in provincia di Sondrio, a Chiesa Valmalenco. Il ragazzo aveva lavorato in un locale di Menaggio e anche gli altri due fermati, stranieri, probabilmente europei, anche loro ventenni, sono lavoratori stagionali impiegati in strutture turistiche della zona dell' Altolago. Le loro generalità non sono state al momento rese note, così come quelle del quarto presunto stupratore, tuttora irreperibile. Sarebbe fuggito all' estero nei giorni scorsi.

 

La violenza sessuale è stata denunciata dalle ragazze nei primi giorni di agosto. Le due amiche, 17enni in vacanza sul lago, hanno trascorso la serata in un locale e qui avrebbero conosciuto i quattro ragazzi, con i quali si sarebbero intrattenute. Sembra che le giovani abbiano bevuto qualche bicchiere di troppo ed è probabile che fossero ubriache.

 

jesolo stupro jesolo stupro

Il gruppo di ventenni ha invitato le due amiche a seguirli e loro, dopo qualche esitazione, si sarebbero convinte ad allontanarsi in auto con i ragazzi. Una volta fuori dal locale i quattro, a turno, avrebbero abusato delle ragazzine, costringendole ad avere rapporti sessuali. Le 17enni sarebbero poi rientrate a casa, sotto choc. A quel punto, non è chiaro se da sole o dopo essersi confidate con le famiglie, si sono rivolte ai carabinieri per denunciare lo stupro. La violenza sessuale è stata confermata dagli accertamenti medici effettuati in ospedale, dove le ragazze sono state accompagnate.

 

La Procura di Como ha aperto un' inchiesta con l' ipotesi di violenza sessuale di gruppo in concorso. Con il sostegno degli specialisti, le ragazzine sono state sentite e hanno ripetuto quanto accaduto quella notte a Menaggio, fornendo informazioni utili per risalire ai presunti responsabili della violenza, identificati dagli investigatori.

 

stupro stupro

L' indagine era coperta dal massimo riserbo. Nelle scorse ore però è apparso chiaro che i ragazzi sospettati si erano probabilmente resi conto di avere gli occhi addosso e pare stessero progettando di fuggire. Sembra che Pedrotti avesse chiesto anche il passaporto. Immediata dunque la decisione della Procura di procedere con i fermi. Nelle prossime ore sono previsti gli interrogatori di garanzia. Proseguono invece le ricerche del quarto componente del gruppo.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute