IN CLASSE COL PIUMINO - SCUOLE ROMANE AL GELO, LA RAGGI ORDINA DI ACCENDERE I TERMOSIFONI IN ANTICIPO MA PER I PRESIDI NON BASTA: “TROPPO TARDI, MEGLIO VENIRE CON VESTITI ADATTI AL FREDDO"

Condividi questo articolo

SCUOLA SCUOLA

Lorenzo D’Albergo per la Repubblica

 

I termosifoni appena tiepidi, i tubi delle caldaie ancora gelati dall’ondata di freddo che ha investito la capitale e i genitori invitati a bardare i figli come fossero diretti più al Polo Nord che in classe. Così, dopo la lunga pausa natalizia, si torna a scuola a Roma. Stretti nei loro piumini, migliaia di studenti scopriranno soltanto questa mattina se, una volta in aula, saranno costretti a battere i denti o se potranno liberarsi di cappotti, sciarpe e berretti.

 

SCUOLE STUDENTI IN CLASSE COL PIUMINO SCUOLE STUDENTI IN CLASSE COL PIUMINO

Nell’incertezza, non fidandosi troppo dell’operazione “scuole calde” lanciata dalla sindaca Virginia Raggi, i presidi hanno deciso di andare sul sicuro. Con i radiatori spenti da più di due settimane, nelle ultime ore non hanno usato troppi giri di parole: «In considerazione delle temperature rigide — si legge nelle circolari inviate ai genitori — si suggerisce un abbigliamento adatto al freddo». Per evitare di tornare a casa con un bel raffreddore.

 

Secondo i dirigenti scolastici, le misure disposte dalla prima cittadina M5S non sarebbero sufficienti. L’accensione dei termosifoni solo 24 ore prima della ripresa delle lezioni ha fatto storcere il naso anche a Mario Rusconi, presidente dell’Associazione nazionale presidi: «Si tratta di un provvedimento deciso all’ultimo minuto e non concertato», spiega in polemica con l’inquilina di Palazzo Senatorio.

 

RAGGI RAGGI

«Ci arrivano segnalazioni di interi istituti al gelo», continua Rusconi. Mentre in Comune sembra vigere la regola del silenzio: «Diversi dirigenti — racconta ancora il presidente dell’associazione — non sono riusciti a mettersi in contatto con il Campidoglio e la Città Metropolitana per chiedere riscaldamenti adeguati».

 

Ecco, allora, la circolare inviata a quelle mamme e a quei papà che oggi non risparmieranno su canottiere e calze di lana. Perché anche in pieno centro storico non mancheranno disagi. In via delle Carine, a poche centinaia di metri dal Colosseo, gli impianti entreranno a regime soltanto alle tre di notte, a cinque ore dalla prima campanella del 2017. Al liceo Newton, rione Monti, invece i ragazzi hanno già sperimentato una curiosa doppia climatizzazione.

 

Tornati a scuola sabato, hanno trovato la succursale ben riscaldata e l’istituto centrale al gelo tra le proteste di genitori e studenti. Alcuni hanno girato i tacchi e sono tornati a casa. Una scena che in Campidoglio — dove sono già state preparate task force di tecnici contro le caldaie bloccate dal freddo — sperano di non vedere anche questa mattina.

SCUOLA PIUMINO RAGGI SCUOLA PIUMINO RAGGI

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

1. PANCIERA GIALLA! FUNERAL PARTY PER BONCOMPAGNI CON LA MUSICA DI JAMES BROWN, I VIDEO, LE FOTO E I RICORDI DEGLI AMICI (VIDEO INEDITI: ARBORE, AMBRA, GHERGO, DAGO) 2. LO STUDIO DI VIA ASIAGO 10, DOVE NEL 1965 DEBUTTO' "BANDIERA GIALLA", TRASFORMATO IN CAMERA ARDENTE (MAI SUCCESSO PRIMA IN CASA RAI) CON BARA, FIORI, NEON E SCHERMI TV 3. E TUTTI HANNO RESO OMAGGIO AL GRANDE BONCO: RAFFAELLA CARRA', CLAUDIA GERINI, ISABELLA FERRARI, SABRINA IMPACCIATORE, ALBA PARIETTI, ENRICA BONACCORTI, VESPA E MENTANA, FRASSICA E FERRINI, LAURITO E VELTRONI, PALOMBELLI E GIOVANNINO BENINCASA