CLORO A QUESTO CLERO – IN TEXAS DIFFUSI ONLINE I NOMI DI 286 PRETI (DI CUI 172 GIA’ DECEDUTI) ACCUSATI DI ABUSI SESSUALI SU MINORI A PARTIRE DAGLI ANNI '50 - SI TRATTA DI UN’OPERAZIONE TRASPARENZA SUL TEMA A POCHI GIORNI DALL’APERTURA IN VATICANO DI UN SUMMIT SULLA PEDOFILIA

-

Condividi questo articolo

Paolo Rodari per repubblica.it

 

 

pedofilia preti pedofilia preti

Sono in tutto 286 i sacerdoti (172 già deceduti) che in Texas sono stati accusati di aver abusato sessualmente di minori a partire dal 1950. I loro nomi sono stati resi noti dai responsabili della Chiesa cattolica. Un numero che rappresenta una delle più grandi liste di nomi mai pubblicate dopo il rapporto del Grand Jury della Pennsylvania che parlava di oltre 300 sacerdoti abusatori di più di mille minori. In tutto le diocesi che hanno fornito i nomi in Texas sono quattordici: la quindicesima, Fort Worth, aveva già fornito i dati sulla situazione lo scorso ottobre.

 

A pochi giorni dall’apertura in Vaticano di un summit sulla pedofilia, l’operazione statunitense cerca la trasparenza dopo che altre diocesi hanno fatto lo stesso, e con loro anche alcuni ordini religiosi fra i quali i gesuiti.

 

 

PRETI E PEDOFILIA PRETI E PEDOFILIA

“I vescovi del Texas hanno deciso di rilasciare i nomi dei sacerdoti in questo momento perché è corretto e giusto, con l’obiettivo di offrire speranza a coloro che hanno sofferto”, ha detto il cardinale Daniel DiNardo, arcivescovo della diocesi di Galveston-Houston e presidente della Conferenza episcopale Usa.

 

Recentemente il comitato che in Vaticano organizza l’incontro sulla pedofilia ha inviato una lettera in cui esorta tutti i capi delle Chiese a seguire l’esempio di Francesco e a incontrare personalmente le vittime degli abusi, prima del vertice di Roma. “Il primo passo deve essere riconoscere la verità su ciò che è accaduto”, si legge nella lettera. Gli incontri personali sono un modo concreto per “assicurare che al raduno, le vittime di abusi del clero siano al primo posto nella mente di tutti”.

 

Responsabilità e trasparenza saranno al centro del confronto con il Papa, “mentre i partecipanti lavoreranno insieme per rispondere a questa grave sfida”.

pedofilia pedofilia

 

PRETI E PEDOFILIA PRETI E PEDOFILIA

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

CARRA': "TORNO SU RAI3 CON UN PROGRAMMA DI INTERVISTE MA HO PAURA CHE IL PUBBLICO DOPO UN’ORA IN CUI NON MI VEDE CANTARE, BALLARE E CAZZEGGIARE DICA “CHE PALLE”- BONCOMPAGNI? MI MANCA MOLTO, AVREI VOGLIA DI PARLARGLI, ANDARE DA LUI - SINATRA? NON MI PIACEVA. NON VOLEVO ESSERE LA PUPA DEL GANGSTER. ECCO CHE FINE FECE LA SUA COLLANA – CON ME E JAPINO FURONO MOSTRUOSI. ECCO PERCHE' - ''A FAR L’AMORE COMINCIA TU'' NON L’AVEVO NEANCHE CAPITA. A BRACARDI DISSI: “ANCORA UN’ALTRA SAMBINA?”- VIDEO

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute