UN COLPO DI TROPPO – A LOS ANGELES LA POLIZIA UCCIDE UN SENZATETTO E LA DONNA CHE L'UOMO AVEVA PRESO IN OSTAGGIO – L’AGGRESSORE LE AVEVA MESSO UN COLTELLO ALLA GOLA E AVEVA INIZIATO A TAGLIARE QUANDO L’AGENTE HA APERTO IL FUOCO – “SONO DECISIONI DA PRENDERE IN POCHI SECONDI” - VIDEO CON IMMAGINI FORTI

-

Condividi questo articolo

 

DAGONEWS

 

sparatoria a los angeles 2 sparatoria a los angeles 2

Quando ha visto quell'uomo che cominciava a tagliare con il coltello la gola della donna presa in ostaggio, ha fatto fuoco uccidendo sia il carnefice che la sua vittima.

 

È polemica a Los Angeles per le immagini registrate dalla bodycam di un poliziotto che il 16 giugno scorso ha sparato contro Guillermo Perez, 32 anni, ed Elizabeth Tollison: l’incidente è avvenuto appena fuori dalla Central Lutheran Church dove la polizia è stata chiamata per segnalare che un senzatetto aveva accoltellato una donna.

sparatoria a los angeles 3 sparatoria a los angeles 3

 

Quando gli agenti sono arrivati sul posto hanno intimato a Perez di lasciare il coltello, ma l’uomo ha afferrato una donna e le ha messo la lama al collo, cominciando a tagliarle la gola. A quel punto la polizia ha fatto fuoco, uccidendoli entrambi.

 

sparatoria a los angeles 1 sparatoria a los angeles 1

Erano 13 anni che la polizia di Los Angeles non uccideva un ostaggio o un innocente.

 

«La vita delle persone che si trovano sfortunatamente coinvolte in queste situazioni sono la nostra priorità - ha detto Michel Moore, capo della polizia - Alle reclute viene generalmente insegnato a sparare e centrare il bersaglio con un "colpo alla testa preciso". Purtroppo in questi casi si è costretti ad agire in pochi secondi».

sparatoria a los angeles 5 sparatoria a los angeles 5 sparatoria a los angeles 7 sparatoria a los angeles 7 sparatoria a los angeles 6 sparatoria a los angeles 6 sparatoria a los angeles 4 sparatoria a los angeles 4

 

Condividi questo articolo

media e tv

PRATI IN FIORE: “MI SPOSO A MAGGIO E POI TRASLOCO A MIAMI” – IL PADRE CHE L'HA ABBANDONATA, L'INFANZIA IN COLLEGIO, LA MAMMA CHE ANDAVA A TROVARLA QUANDO POTEVA, PAMELONA SI RACCONTA: “IL PASSATO ORA NON ESISTE. LA TV OFFRE POCO. GLI APPLAUSI NON MI MANCHERANNO, NE HO AVUTI ABBASTANZA. ADESSO VOGLIO FARE SOLO LA MOGLIE E LA MAMMA” – E PARLA DEI FIGLI IN AFFIDO E DELL'AMORE PER IL COSTRUTTORE MARCO CALTAGIRONE: “NON HO GUARDATO LA RICCHEZZA MATERIALE. PER LUI SONO ANCHE RISALITA SU UN AEREO” - FOTO BOMBASTICHE

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute