EL CHAPO DEGLI ORRORI – UN TESTIMONE AL PROCESSO DEL SIGNORE DELLA DROGA HA RACCONTATO CHE UNO DEI BRACCI ARMATI DEL CARTELLO DI SINALOA AVEVA UNA STANZA DEGLI ORRORI IN CUI UCCIDEVA LE PERSONE: “ERA INSONORIZZATA E C’ERA UNO SCARICO AL CENTRO DELLA STANZA PER PULIRE MEGLIO…”

-

Condividi questo articolo

DAGONEWS

 

edgar galvan 1 edgar galvan 1

Un testimone al processo di "El Chapo" ha raccontato che uno dei sicari del narcotraffico aveva una speciale "stanza degli orrori" per compiere macabre esecuzioni.

 

Edgar Galvan, 41 anni, ha detto lunedì in tribunale che l'assassino di Antonio Marrufo aveva «una stanza insonorizzata con un pavimento dotato di scarico per una pulizia veloce».

el chapo 1 el chapo 1

 

«Mi ha portato una volta in una casa dove il pavimento era tutto bianco, piastrellato. È lì che uccideva le persone. Da quella cosa nessuno veniva fuori». Galvan ha detto di essere un tassista che divenne amico del sicario Marrufo nel 2007.

 

el chapo el chapo

Poco dopo è entrato nel cartello ed è andato a vivere a El Paso, in Texas, dove lavorava per Marrufo: il lavoro consisteva nel trasportare pistole oltre il confine. «Le armi servivano per “ripulire” gli altri cartelli nella città messicana di Juarez. Voleva dire ucciderli tutti in modo che El Chapo potesse prendere il controllo dell'area».

el chapo arriva in usa el chapo arriva in usa

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute