1. LA FAMIGLIA RIVELA: AVICII SI E' SUICIDATO. E IN UNA LETTERA SPIEGA LE RAGIONI DEL GESTO
2. VIDEO: UNA CLIP DEL DOCUMENTARIO SULLA SUA VITA MOSTRA IL DJ CHE NON RIESCE A TENERE GLI OCCHI APERTI DURANTE UNO DEI SUOI MILLE VIAGGI: “HO VISSUTO UNA VITA CON UNA DIETA A BASE DI FAST FOOD, BEVANDE ENERGETICHE, SIGARETTE E ALCOL. STAVO PER MORIRE...”

Condividi questo articolo

VIDEO: AVICII IN OSPEDALE 

 

 

AVICII, LA FAMIGLIA ROMPE IL SILENZIO SULLA SUA MORTE E SOTTINTENDE IL SUICIDIO: “NON POTEVA PIÙ ANDARE AVANTI”

Da www.ilfattoquotidiano.it

 

AVICII AVICII

A poche ore dalla morte, la famiglia di Avicii aveva chiesto di rispettare il silenzio e non aveva parlato delle cause della scomparsa del dj, morto nella sua stanza d’albergo a Muscat, in Oman, a 28 anni. Ma ora, in un comunicato pubblicato su Variety (tradotto dal giornale americano dallo svedese) e già rilanciato da molti media internazionali, fa intendere che Tim Bergling si è suicidato.

 

Stoccolma, 26 aprile 2018

Il nostro amato Tim era un cercatore, una fragile anima artistica che cercava risposte a domande esistenziali.

Un perfezionista di successo che ha viaggiato e lavorato duramente a un ritmo che lo ha portato a uno stress estremo.

Quando ha finito di andare in tour, voleva trovare un equilibrio nella vita per essere felice e in grado di fare quello che amava di più – la musica.

 

AVICII AVICII

Ha davvero lottato con pensieri sul significato, la vita, la felicità.

Non poteva più andare avanti.

Voleva trovare pace.

Tim non era fatto per quella macchina da business nella quale si è trovato coinvolto; era un ragazzo sensibile che amava i suoi fan ma evitava la ribalta.

Tim, ti ameremo per sempre e ci mancherai.

La persona che eri e la tua musica terranno viva la nostra memoria. Ti amiamo

La tua famiglia

 

 

AVICII, LA FATICA PER UNA VITA (PER LUI) INSOSTENIBILE

DAGONEWS

 

avicii 3 avicii 3

La fama, l’ascesa, le serate, ma anche la decisione di dare un taglio alle esibizioni dal vivo e la stanchezza. C’è tutto questo in  “Avicii: True Stories” che racconta quattro anni del dj 28enne trovato morto venerdì scorso a Muscat, nell'Oman.

 

Una clip estratta dal documentario mostra l’artista seduto in macchina mentre lotta per riuscire a tenere gli occhi aperti durante una delle frenetiche fasi del tour: mentre lui cerca di rimanere sveglio, un manager gli chiede se può fare delle interviste con alcune stazioni radiofoniche. Lui sbatte ancora una vota gli occhi, barcolla e poi risponde: «Sì, certo».

avicii 9 avicii 9

 

Il dj svedese, come si racconta nel documentario, aveva ripetutamente detto al suo team di manager che quel tour così frenetico lo avrebbe ucciso: «Ho detto loro: non potrò più suonare, sto per morire.

 

L'ho detto tante volte. E quindi non voglio nemmeno fare i conti con il pensiero di fare un altro concerto. Sto andando nel panico per davvero, non sarò in grado di farlo, non funzionerà».

 

avicii 5 avicii 5

Il musicista, in precedenza, aveva ammesso di aver vissuto, negli anni precedenti la sua morte improvvisa, seguendo una dieta a base di «fast food, bevande energetiche, sigarette e alcol».

 

Il tour lo portava da una parte all’altra del pianeta e il suo stile di vita gli aveva provocato gravi ripercussioni sulla salute. «Viaggi, vivi con una valigia in mano, arrivi in un posto, c'è alcol gratis dappertutto ed è strano se non bevi - disse durante un’intervista - Ero nervoso, avevo preso l'abitudine: l’alcol mi dava fiducia, ma io non bevo mai per due giorni di seguito».

avicii 7 avicii 7 avicii 8 avicii 8 avicii 1 avicii 1 avicii 6 avicii 6 avicii 2 avicii 2 avicii 4 avicii 4

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute