FOLLIA IN FOLLE - HA CONFESSATO IL 68ENNE CHE IERI HA ACCOLTELLATO E UCCISO GIUSEPPE MUSCATELLI DOPO UN DIVERBIO A BITONTO, IN PROVINCIA DI BARI - IL 25ENNE E’ STATO AGGREDITO PER AVER OSTRUITO IL PASSAGGIO AD ALTRE AUTO DOPO UN TAMPONAMENTO 

- -

 

-

Condividi questo articolo

Mauro Denigris per Corriere.it

 

GIUSEPPE MUSCATELLI 2 GIUSEPPE MUSCATELLI 2

C’è un arresto per l’omicidio di ieri a Bitonto, dove un ragazzo di 25 anni è stato ucciso con una coltellata dopo un diverbio stradale. È stato rintracciato dai carabinieri nella sua casa a Bitonto e posto in stato di fermo con l’accusa di omicidio volontario il presunto assassino del 25enne Giuseppe Muscatelli. Si tratta di un uomo di 68 anni, incensurato, che è stato interrogato in caserma e, di fronte ai gravi indizi emersi dagli accertamenti, avrebbe in qualche modo ammesso le responsabilità. L’uomo è rinchiuso in carcere a Bari in attesa della convalida del fermo da parte del gip.

 

GIUSEPPE MUSCATELLI GIUSEPPE MUSCATELLI

Secondo la ricostruzione dei carabinieri della compagnia di Molfetta, tutto sarebbe accaduto intorno alle 13, quando il giovane è andato a prendere la fidanzata da un negozio di via Verdi in cui lavora come commessa. Il ragazzo, a bordo di una Fiat Punto, ha forse ostruito il passaggio ad altre auto. Un secondo automobilista, infastidito, gli si sarebbe avvicinato. Dalle parole si è passati ai fatti e l’uomo, estratto un coltello, avrebbe colpito il giovane al torace. Ricoverato all’ospedale Di Venere, per il ragazzo è stato tutto inutile. I carabinieri stanno cercando il presunto omicida.

CARABINIERI CARABINIERI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal