GIUDICI IN TRANS – ASSOLTA ALESSIA MENDES, LA BALLERINA TRANSESSUALE CHE ACCOLTELLÒ IL COMPAGNO NEL 2017: SECONDO I GIUDICI ERA LEGITTIMA DIFESA – MENDES AVEVA PIÙ VOLTE DENUNCIATO I MALTRATTAMENTI DELL’UOMO, E QUANDO È STATA LETTA LA SENTENZA È SCOPPIATA A PIANGERE – LA SUA STORIA

-

Condividi questo articolo

1 – UCCISE IL COMPAGNO A COLTELLATE, ASSOLTA PER LEGITTIMA DIFESA“

Da www.genovatoday.it

alessia mendes alessia mendes

 

Si è chiuso con una sentenza di assoluzione il processo di primo grado ad Alessia Mendes, la ballerina 40enne di origini brasiliane che nel giugno del 2017 uccise il compagno, Alessio Rossi, al culmine di una lite.

 

Proprio la frequenza e la violenza dei litigi, e i maltrattamenti che la Mendes ha più volte denunciato, hanno spinto i giudici a considerare la coltellata inferta a Rossi come legittima difesa, e dunque a optare per l’assoluzione con formula piena. La donna, detenuta in carcere, verrà rimessa in libertà nelle prossime ore: alla lettura della sentenza è scoppiata in lacrime, e con lei anche la madre e l’avvocato Rachele De Stefanis che l’ha assistita sin dal primo giorno.

alessia mendes alessia mendes

 

«Ci speravamo, ma sino all’ultimo non sapevamo cosa aspettarci - ha detto De Stefanis a Genova Today - Ci siamo commosse entrambe, è un verdetto che mette la parola fina a una vicenda molto dolorosa e che fa giustizia. La priorità per Alessia, adesso, è trascorrere del tempo con sua madre e lasciarsi tutto alle spalle».

 

La vicenda

I fatti risalgono al 23 giugno del 2017, quando in un appartamento di via Pellegrini, al Campasso, viene chiamata la polizia per una lite domestica, l’ennesima. All’arrivo sul posto, le volanti della questura avevano trovato una donna evidentemente in stato di choc affacciata alla finestra, apparentemente decisa a gettarsi nel vuoto.

alessia mendes copia alessia mendes copia

 

Nell’appartamento il corpo del compagno, il 35enne meccanico Alessio Rossi, ucciso da una coltellata. Ai poliziotti, che alla fine erano riusciti a convincerla a rientrare in casa, Mendes aveva spiegato di avere reagito per difesa: al culmine della lite Rossi aveva afferrato un coltello minacciandola e avvicinandosi pericolosamente, e nella lotta la lama era finita nelle mani della donna, che aveva sferrato un fendente rivelatosi poi fatale.

 

Una ricostruzione che, insieme con le denunce da lei sporte in passato contro il compagno, hanno spinto i giudici a emettere un verdetto di non colpevolezza.

 

alessia mendes 4 alessia mendes 4

2 – LA STORIA DELLA TRANSESSUALE ALESSIA MENDES, BALLERINA DI LAP DANCE, CHE SUI SOCIAL POSTAVA FOTO CONTRO FEMMINICIDIO E VIOLENZE E POI HA ACCOLTELLATO IL MARITO - LEI SI E’ GIUSTIFICATA: “MI PICCHIAVA SEMPRE E L’HO UCCISO PER DIFENDERMI...”

 

VERSIONE MOBILE – VERSIONE DESKTOP

 

 

 

 

alessia mendes copia alessia mendes copia alessia mendes 3 alessia mendes 3 alessia mendes alessia mendes

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY


media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute