“A OSTIA LA MAFIA NON ESISTE” - PARLA DOMENICO SPADA, PUGILE EX CAMPIONE DEL MONDO CONDANNATO A 7 ANNI: "L’ARRESTO DI MIO CUGINO ROBERTO? UNO SCHIFO. IL GIORNALISTA È UN ROMPICOGLIONI, SIAMO UNA GRANDE FAMIGLIA, NON UN CLAN. HO VOTATO 5STELLE, QUELLI DI CASA POUND STANNO DALLA PARTE DELLA GENTE - FEDERICA ANGELI? MILLANTATRICE E BUFFONA"

-

Condividi questo articolo

Da la Zanzara – Radio 24

 

domenico spada domenico spada

"Ha sbagliato, dico che ha sbagliato. Non mettetemi in bocca cose che non penso. Roberto ha sbagliato a dare la testata. Ma quel giornalista è un rompicoglioni. E l'arresto di mio cugino non esiste, è uno schifo, uno scandalo".

 

Ecco Domenico Spada, cugino di Roberto Spada, detto Vulcano, pugile ex campione del mondo, sul groppone una condanna a oltre sette anni per usura aggravata ("Sono un perseguitato perchè mi chiamo Spada e sono uno zingaro, ma sono innocente, e mi riempirò la tasche con il risarcimento danni”, dice lui). Domenico è stato condannato in primo grado e ha un obbligo di dimora nella sua casa sui Castelli Romani (“In primo grado manco er Papa esce assolto", sostiene). "Ho votato per i Cinque Stelle - dice alla Zanzara - adesso però non li voto più.

 

Adesso mi metto in proprio, voglio fare una mia lista. Casa Pound? Mi sembra che a Ostia lavorano per il popolo, fanno un sacco di beneficenza, fanno i pacchi per le feste, fanno il bene del popolo". Che ne pensi dell’arresto di Roberto?: “Uno schifo. Se una capocciata la date voi è una stupidaggine se la da Spada è mafiosa. Ma di cosa stiamo parlando? E’ uno scandalo, un abuso, un sopruso.

roberto spada roberto spada

 

Lui ha sbagliato come Sgarbi quando ha preso a schiaffi la Mussolini e Del Noce quando ha spaccato il naso a Staffelli. Non sono cose diverse solo perché fa comodo a voi. Sono tre anni che i giornalisti girano lì intorno, intorno alle loro case. Se lei viene a rompere i coglioni dalla mattina alla sera. Perché Del Noce non è in galera? Lo hanno arrestato solo perché è Spada. Si sono inventati l’aggravante mafiosa”.

 

spada piervincenzi spada piervincenzi

“La mafia – dice ancora – non esiste. Dove sta? Ve la state inventando. A Roma non esiste. Gli Spada un clan? Ma quale clan, siamo solo una grande famiglia, ma quale clan. Scusatemi, c’è il buono e il cattivo in una grande famiglia”. “Mio cugino – aggiunge – ha sbagliato ma da anni viene perseguitato da questi pseudogiornalisti…quante volte gli ha detto a quello di andare via? Quante volte? E’ un rompicoglioni…Gli Spada sono persone che lavorano, hanno attività, bar e ristoranti…Dove stanno queste attività illegali? Cui sono 300 Spada a Ostia, sono tutti in galera? Roberto è un benefattore, una persona che lavora per il popolo e i ragazzi bisognosi”.

 

DOMENICO SPADA DOMENICO SPADA

Poi attacca la giornalista di Repubblica Federica Angeli: “Abbiamo venti giornalisti sotto scorta nemmeno in Venezuela. La Angeli è una millantatrice, una grande buffona e basta. Minacciata? Abbiamo le prove?”. “Non esiste alcun clan criminale degli Spada a Ostia – prosegue – ma prima ci vuole la sentenza definitiva, poi la gente può parlare…io sono uno che rappresenta l’Italia nel mondo, un campione pluripremiato, un campione del mondo…voi dite sempre quello che volete…queste cose non le dite…Io sono un italiano…mica parlamo de quello che ve pare”

ROBERTO SPADA ROBERTO SPADA ROBERTO SPADA PICCHIA DANIELE PIERVINCENZI ROBERTO SPADA PICCHIA DANIELE PIERVINCENZI daniele piervincenzi daniele piervincenzi CARMINE SPADA DETTO ROMOLETTO CARMINE SPADA DETTO ROMOLETTO

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal