NON SIETE STATO, VOI - L’INCREDIBILE CASO DI UGO DE LUCIA, KILLER DI CAMORRA, CHE E’ STATO CONDANNATO ALL’ERGASTOLO PER AVER UCCISO E DATO FUOCO ALLA 22ENNE GELSOMINA VERDE MA CHE DAL 2015 USUFRUISCE DI PERMESSI PREMIO - L’UOMO, ARRESTATO NEL 2005, HA ANCHE CONCEPITO IL SUO TERZO FIGLIO DURANTE UN PERMESSO - LA STORIA

-

Condividi questo articolo

Giancarlo Tommasone per https://www.stylo24.it

 

UGO DE LUCIA UGO DE LUCIA

Il fuoco, nella religione nera della camorra perde la sua funzione catartica per diventare elemento che distrugge, cancella, avvisa. Il corpo della 22enne Gelsomina Verde passò per le fiamme, si ipotizza anche per nascondere le tracce di quanto di inenarrabile subì prima della sua esecuzione. Concretizzatasi con tre colpi di pistola alla nuca.

 

I resti furono lasciati nella vettura della giovane, una Fiat 600. Poi il rogo. Del corpo straziato, il fuoco risparmiò soltanto una gamba. Così finì la storia terrena di Mina, come tutti la chiamavano; la scoperta fu effettuata nella notte del 21 novembre del 2004, a Secondigliano.

 

GELSOMINA VERDE GELSOMINA VERDE

Vittima innocente della prima faida di Scampia, guerra combattuta tra i Di Lauro e gli Scissionisti. La regia di quella esecuzione, dissero le indagini, portò la firma dei Di Lauro. A guidare la batteria per il barbaro omicidio della 22enne, c’era Ugo De Lucia, Ugariello per gli amici, il «mostro» per i sodali di morte. All’epoca aveva da poco compiuto 26 anni, adesso si avvia a tagliare il traguardo dei 40. E’ recluso a Padova.

GELSOMINA VERDE GELSOMINA VERDE

 

Sulle spalle l’ergastolo, ma nonostante ciò almeno dal 2015, usufruisce di permessi premio. Facciamo un po’ di conti: De Lucia fu arrestato il 23 febbraio del 2005, lo scovarono in Slovacchia, dove si era rifugiato alla fine di dicembre del 2004. Era protetto da una rete di magliari, a «tradirlo» le cento rose rosse inviate alla moglie per il giorno di San Valentino. Da allora finisce in carcere, viene processato, condannato. Gira diversi penitenziari, poi nel 2012 approda a Padova. I permessi, da quanto accertato da Stylo24, vengono accordati dai magistrati di sorveglianza, per non meglio specificati motivi familiari.

 

Ugo De Lucia, alla fine del 2016 è stato baciato dalla grazia con una nuova paternità: un figlio maschio. Prima dell’arresto aveva avuto un altro maschio e una femmina. L’ultimo rampollo è stato concepito, evidentemente, proprio durante uno dei permessi premio accordati al detenuto condannato all’ergastolo. Permessi dalla durata media di cinque giorni.

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

CI VUOLE UNA FACCIA DA DE BENEDETTI PER DIRE “LE ELITE FACCIANO AUTOCRITICA” (IL MEA CULPA E’ SEMPRE DEGLI ALTRI…) - E INFATTI L’INGEGNERE LO DICE: “NEGLI ULTIMI 20 ANNI SIAMO STATI TUTTI TROPPO INNAMORATI DELLA GLOBALIZZAZIONE E DELLE TECNOLOGIE. TENENDO IN SCARSA CONSIDERAZIONE I DANNI CHE QUESTA COMBINAZIONE DI FATTORI AVREBBE AVUTO SULLA CLASSE MEDIA E SUI LAVORATORI. POLITICAMENTE, LA RESPONSABILITÀ È DA ATTRIBUIRE A BLAIR E AL BLAIRISMO CHE HA CONTAGIATO LA SINISTRA EUROPEA…”

business

GILLETTE TAGLIA LE BARBE (E LE PALLE) - IN AMERICA PARTE IL BOICOTTAGGIO DELLE LAMETTE DOPO LO SPOT (VIDEO) CHE DESCRIVE GLI UOMINI COME BULLI DA RIEDUCARE. E NON C'È SOLO IL #METOO, MA PURE LA COMPONENTE RAZZIALE SU 43 CON COMPORTAMENTI INDESIDERABILI, 42 SONO BIANCHI E 1 NERO. SUI 7 UOMINI 'BUONI', 5 SONO NERI, 2 BIANCHI - LA FEMMINISTA: ''VUOI VEDERE CHE CI TOCCHERÀ COMPRARE LE LAMETTE PER SOSTENERE LA CAMPAGNA ANTI MACHISTA, PROPRIO NOI FEMMINISTE CHE NOTORIAMENTE NON CI DEPILIAMO NEMMENO LE ASCELLE?''

cronache

sport

BIELSA-SPY – IL TECNICO DEL LEEDS, NOTO COME “EL LOCO”, AMMETTE: “HO SPIATO TUTTI GLI AVVERSARI MA NON C’E’ NULLA DI ILLEGALE” – L’ALLENATORE ARGENTINO ERA STATO CRITICATO PER AVER INVIATO UN MEMBRO DEL SUO STAFF AD OSSERVARE L’ALLENAMENTO DEL DERBY COUNTY: “IL MIO COMPORTAMENTO NON VIOLA NESSUNA LEGGE. E’ UN NORMALE MODO PER CONOSCERE GLI AVVERSARI"- CHI E' E CHI SI CREDE DI ESSERE BIELSA, L'UOMO CHE LOTITO LIQUIDO' COSI': "SE LUI E' 'LOCO', IO SONO PIU' MATTO DI LUI"

cafonal

ULTRACAFONAL - IL NUOVO POTERE? MA DE CHE'! ASSOMIGLIA MOLTO A QUELLO DI UNA FESTA DE' NOANTRI! LE FOTO DELLA SERATA ORGANIZZATA DALLA CHIRICO, STARRING SALVINI, BOSCHI, MAGISTRATI, POLITICI, GIORNALISTI, INDUSTRIALI E FANCAZZISTI VARI. PRESENTE IL MOROSO MONTEZEMOLO. LEI: ''UN AFFETTO SINCERO, CON LUI NON MI ANNOIO. IL SESSO CON GLI UOMINI OVER...'' -  I TAVOLI COSTAVANO 6MILA EURO, UN BEL GETTONE. PIÙ CHE PER RIFORMARE LA GIUSTIZIA, SERVIVA PER INCONTRARE I NOMI GIUSTI: ECCOLI - AVEVA RAGIONE ALESSANDRO DI BATTISTA: UNA SERATA DA MALAGÒ! CON IN PIU' BRIATORE, PRESTA, BOCCIA, TRONCHETTI, CAIRO, ECC… – VIDEO

viaggi

salute