NUOVO SFREGIO AL MONUMENTO DI ALDO MORO-  IMBRATTATA CON LA SCRITTA "BR" LA LAPIDE CHE RICORDA GLI UOMINI DELLA SCORTA DELLO STATISTA IN VIA FANI - VIRGINIA RAGGI: "ANCORA UN OLTRAGGIO ALLE VITTIME. UN INSULTO A TUTTI I ROMANI E A TUTTI GLI ITALIANI". ZINGARETTI: "UN GESTO VILE E VERGOGNOSO"

-

Condividi questo articolo

Da repubblica.it

 

scritta BR sulla lapide che ricorda il sequestro Moro scritta BR sulla lapide che ricorda il sequestro Moro

Imbrattato il monumento che ricorda le vittime dell'agguato di via Fani, quando quarant'anni fa fu rapito dalle Brigate Rosse il presidente della Democrazia Cristiana Aldo Moro. Sulla stele che ricorda i nomi dei cinque uomini della scorta dello statista uccisi dai terroristi è stata dipinta la sigla BR con il colore rosso. Il monumento era stato inaugurato il 16 marzo scorso, nell'anniversario della strage, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

 

Al momento sono in corso i rilievi dei carabinieri - la procura di Roma attende un'informativa - del nucleo investigativo di Roma. Gli accertamenti scientifici riguardano la vernice rossa utilizzata per la scritta. Al vaglio anche eventuali testimonianze e registrazioni di telecamere della zona che possano aver ripreso la scena.

 

scritta BR sulla lapide che ricorda il sequestro Moro scritta BR sulla lapide che ricorda il sequestro Moro

"Il ripetuto oltraggio ai martiri di via fani nel luogo che ha visto il rapimento di aldo moro non è solo gravissimo ma assai inquietante. Non si può derubricare come qualcosa di poco conto, non si può sottovalutare", dice in proposito Giuseppe Fioroni, presidente della Commissione parlamentare di Inchiesta sul caso Moro. E ancora: "Tanti fermenti scuotono il nostro paese, aggravati da una complessa situazione internazionale. L'Italia- conclude fioroni- come e più del passato, deve rispondere con forza ed efficacia ad ogni tentativo di riaprire una stagione definitivamente archiviata".

 

"Continuano a infangare la memoria di un grande statista con frasi e gesti ignobili. Noi stiamo dall'altra parte: con lo Stato, con la democrazia, con la politica", commenta invece via Twitter Matteo Richetti.

 

scritta BR sulla lapide che ricorda il sequestro Moro scritta BR sulla lapide che ricorda il sequestro Moro

Così sempre su Twitter il senatore Pd, Ernesto Magorno: "Fa male vedere imbrattato il monumento in memoria di Aldo Moro e delle vittime di via Fani. Il mio abbraccio alle famiglie. Occorre una risposta forte, adesso basta!".

 

"La memoria è importante specie quella di un grande uomo di stato come Aldo Moro. Non posso che definire ignobile il gesto di imbrattare la lapide che ricorda le vittime dell'attentato in via fani inneggiando alle brigate rosse". Queste ancora le parole di Raffaella Paita, parlamentare del Pd. "La politica del disprezzo dello stato, della violenza , non puó trovare cittadinanza in un paese democratico come il nostro. Ecco perchè atti criminali come questi non vanno mai sottovalutati affinchè quel passato terribile e cruento non torni più", conclude la deputata Dem.

AGGUATO DI VIA FANI - UNO DEGLI AGENTI DI SCORTA DI ALDO MORO AGGUATO DI VIA FANI - UNO DEGLI AGENTI DI SCORTA DI ALDO MORO

 

Sulla vicenda interviene anche la sindaca di Roma Virginia Raggi, che tramite Twitter commenta: "Ancora un oltraggio alle vittime di Via Fani. La scritta Br sul nuovo monumento inaugurato nei giorni scorsi nel quarantennale della strage è un insulto a tutti i romani e a tutti gli italiani. Un insulto alla nostra memoria".

 

"La scritta sulla lapide in via fani in Memoria di Aldo Moro e degli agenti della sua scorta è un gesto vile e vergognoso. Disgustoso. Solidarietà alle famiglie delle vittime, nessun passo indietro di fronte alla violenza". Lo scrive su Twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

scritte e svastiche lapide moro scritte e svastiche lapide moro scritte e svastiche lapide moro scritte e svastiche lapide moro ALDO MORO 11 ALDO MORO 11 aldo moro repubblica aldo moro repubblica GLI UOMINI DI SCORTA DI ALDO MORO GLI UOMINI DI SCORTA DI ALDO MORO

 

Condividi questo articolo

media e tv

CAIRO, L'EX MARITO DEI SOGNI - SUL ''CORRIERE'' UNA PAGINATA IN GLORIA DEL LIBRO DI ANNA CATALDI, CHE NON SOLO PORTÒ A HOLLYWOOD ''LA MIA AFRICA'', MA È STATA ANCHE SPOSATA CON L'EDITORE DEL QUOTIDIANO - LEGGIAMO CHE ''NON È SOLTANTO IL ROMANZO DI UNA GRANDE INTUIZIONE E DELLA CAPARBIETÀ CON CUI È STATA CONDOTTA A BUON FINE (SALVO SUL PIANO FINANZIARIO), MA ANCHE UN SAPORITO VIAGGIO TRA GLI INGRANAGGI DELLO STAR SYSTEM''. NOTARE L'INCISO ''SALVO SUL PIANO FINANZIARIO'' CHE PER UNA PRODUTTRICE…

politica

AMERICA FATTA A MAGLIE - CHE FIGURA BARBINA HA FATTO ELIZABETH WARREN, LA SENATRICE ''POCAHONTAS'' CHE VOLEVA INFILZARE TRUMP E FINÌ INFILZATA DA UN TEST DEL DNA CHE HA RIVELATO LA SUA FARLOCCA APPARTENENZA ALLA TRIBÙ DEI CHEROKEE (1%), CON I CAPI INDIANI CHE PRENDONO UFFICIALMENTE LE DISTANZE - ORA TUTTA LA SUA CARRIERA, AIUTATA DALL'ESSERE UNA SEDICENTE ''DONNA DI COLORE'' VIENE MESSA IN DISCUSSIONE. COME DA NOI CERTI FALSI INVALIDI. UNA FINE INGLORIOSA PER UNA CHE PUNTAVA ALLA NOMINATION NEL 2020

business

cronache

sport

JUVE, L’AFFARE S’INGROSSA - “IL NAPOLISTA” TIRA FUORI LE INTERCETTAZIONI DI MAROTTA, NELL’AMBITO DELL’INCHIESTA SULLE INFILTRAZIONI CRIMINALI NELLA CURVA DELLA JUVENTUS - EMERGONO LE PRESSIONI DELL'EX DIRIGENTE SU “REPUBBLICA” (“LÌ C’È IL ‘NOSTRO’ DIRETTORE…”) E “GAZZETTA DELLO SPORT” (“SE ESCE QUELL’ARTICOLO, MI COMPORTERÒ DI CONSEGUENZA…”. E INFATTI POI L’ARTICOLO DIVENTA UN TRAFILETTO) - ZILIANI: “A 12 ANNI DA CALCIOPOLI ABBIAMO UN GIORNALE, LA 'GAZZETTA', CHE DECIDE AL TELEFONO CON I DIRIGENTI DELLA JUVENTUS COSA SCRIVERE E COSA NO SU TEMI SCABROSISSIMI E..."

cafonal

viaggi

salute