ORA LO RISPEDISCONO DAI TALEBANI? - JOSHUA BOYLE, IL CANADESE OSTAGGIO PER CINQUE ANNI IN AFGHANISTAN CON MOGLIE E FIGLI, ARRESTATO CON L’ACCUSA DI AGGRESSIONE (ANCHE SESSUALE), SEQUESTRO DI PERSONA E MINACCE DI MORTE A UN POLIZIOTTO - LA MOGLIE: ‘SONO LE CONSEGUENZE DEL SUO TERRIBILE TRAUMA’. BOYLE ERA STATO ACCOLTO CON TUTTI GLI ONORI DAL PREMIER TRUDEAU SOLO DUE MESI FA

-

Condividi questo articolo

 

Da www.leggo.it

 

joshua boyle e moglie joshua boyle e moglie

L'ostaggio canadese liberato in ottobre dopo cinque anni di prigionia in Afghanistan è stato arrestato a Ottawa con diverse accuse, fra cui quella di aggressione sessuale. Joshua Boyle, 34 anni, è comparso ieri davanti al tribunale di Ottawa, che ha confermato il suo arresto, riferisce il Toronto Star. L'uomo era stato rapito nel 2012 assieme alla moglie americana, allora incinta, e la coppia ha avuto tre figli durante la prigionia.

 

All'ex ostaggio sono stati contestati 15 capi d'accusa: otto aggressioni, due aggressioni sessuali, due reclusioni forzate, un tentativo di ingannare la polizia, minacce di morte e l'aver fatto sì che una persona abbia ingerito «una sostanza nociva». Il tribunale ha emesso un ordine per impedire la pubblicazione di ogni informazione che possa servire a identificare le vittime.

joshua boyle e moglie joshua boyle e moglie

 

Secondo indiscrezioni appare sui media, i reati sarebbero stati commessi fra il 14 ottobre e il 30 dicembre, ovvero subito dopo il rientro in Canada dell'intera famiglia Boyle. La sostanza nociva sarebbe un antidepressivo. «Mr. Boyle è presunto innocente. Non ha mai avuto problemi in precedenza. Non sono state fornite prove, come è normale a questo stadio. Aspettiamo di ricevere le prove per difenderlo da queste accuse», ha detto il legale dell'ex ostaggio, Eric Granger, in una mail inviata a diversi media.

joshua boyle e la famiglia ostaggio dei talebani joshua boyle e la famiglia ostaggio dei talebani

 

Boyle e la moglie Caitlan Coleman sono stati rapiti da talebani della rete Haqqani nel 2012 mentre facevano un viaggio a piedi in una regione dell'Afghanistan sotto il controllo dei militanti islamici. La donna era allora incinta di sei mesi e la coppia ha avuto tre figli durante la prigionia. L'intera famiglia è stata liberata in territorio pachistano con un blitz delle forze di sicurezza di Islamabad.

 

joshua boyle e la famiglia col premier trudeau joshua boyle e la famiglia col premier trudeau

Al rientro in Canada, l'uomo ha accusato i talebani di aver violentato la moglie e ucciso una loro figlioletta. Successivamente la moglie 31enne ha detto che la figlia è morta perchè i talebani l'hanno fatta abortire mettendo degli estrogeni nel suo cibo. Convertito all'islam prima del viaggio in Afghanistan, Boyle è stato brevemente sposato con la sorella di un detenuto di Guantanamo, il campo di prigionia americano per presunti terroristi stranieri.

 

 

 

joshua boyle la moglie e il figlio joshua boyle la moglie e il figlio Famiglia ostaggio dei talebani - Caitlan Coleman e Joshua Boyle Famiglia ostaggio dei talebani - Caitlan Coleman e Joshua Boyle Famiglia ostaggio dei talebani - Caitlan Coleman e Joshua Boyle Famiglia ostaggio dei talebani - Caitlan Coleman e Joshua Boyle Famiglia ostaggio dei talebani - Caitlan Coleman e Joshua Boyle Famiglia ostaggio dei talebani - Caitlan Coleman e Joshua Boyle joshua boyle e la famiglia col premier trudeau joshua boyle e la famiglia col premier trudeau

 

Condividi questo articolo

media e tv

LO SCRITTORE CON LA PISTOLA – LO SFOLGORANTE NUOVO ROMANZO DI AURELIO PICCA SU ROMA DOVE ‘’I CRIMINALI E GLI ARTISTI SONO UNA COSA SOLA. FEROCI, SPIETATI, NUDI, ESTREMI, SENZA PAURA PRONTI A MORIRE PER CERCARE L’ASSOLUTO” - “ADESSO ROMA È PIENA DI CRIMINALI IN PANTOFOLE, INCIVILITI; TIPI CHE, SE DEVONO FARE IL LAVORO SPORCO, LO FANNO FARE ADDIRITTURA AI POLITICI. SONO IDENTICI AI PRETI PEDOFILI. INVECE I CRIMINALI E GLI ARTISTI DI QUELLA ROMA, ERANO PAGANI E CRISTIANI INSIEME. UCCIDEVANO PERCHÉ CONTRO IL MONDO’’

politica

business

cronache

sport

cafonal