PENSAVO FOSSE AMORE E, INVECE, ERA UN MOSTRO – UNA RAGAZZA RUSSA DI 20 ANNI È STATA UCCISA CON UN MARTELLO, UN COLTELLO E UNA STECCA DA BILIARDO DAL FIDANZATO COETANEO, ACCECATO DALLA GELOSIA E DA LITRI DI VODKA – NEL 2017 IL RAGAZZO LE AVEVA STACCATO PARTE DEL NASO A MORSI, MA LEI AVEVA IMPLORATO I GIUDICI DI LASCIARLO ANDARE…

-

Condividi questo articolo

Biagio Chiariello per "www.fanpage.it"

 

alexandra shaposhnikova 1 alexandra shaposhnikova 1

Ha ammesso di aver ucciso la proprio fidanzata con un coltello, un martello e una stecca da biliardo. Ad Oleg Myshadaev, 20 anni, era stato precedentemente risparmiato il carcere dopo che Alexandra Shaposhnikova, coetanea, aveva pregato un giudice di non mandarlo in prigione a seguito di un furioso pestaggio durante il quale il ragazzo le aveva anche strappato parte del naso con un morso.

 

Tuttavia, un anno dopo la sua furia – alimentata anche dalla vodka – nei confronti di Alexandra è stata dirompente: la giovane è stata trovata morta nell'appartamento in cui vivevano a Saransk, in Russia.

oleg myshdaev 2 oleg myshdaev 2

 

Fonti locali hanno detto che la 20enne è morta a causa delle ferite alla testa e il suo corpo è stato lasciato nel bagno per due giorni. Sulla scena del crimine sono stati trovati un martello, un coltello e una stecca da biliardo rotta. Cinque bottiglie vuote di vodka sono state scoperte nell'appartamento, dove era presenta anche una amica della coppia quando è avvenuta l’aggressione.

 

alexandra shaposhnikova e oleg myshdaev 1 alexandra shaposhnikova e oleg myshdaev 1

Al mattino, Myshadaev si era limitato a dire alla donna di aver “litigato con Alexandra”; l’amica è andata via rapidamente, senza rendersi conto che Alexandra era stata uccisa.

 

Nel novembre 2017, il ragazzo avevo picchiato Alexandra durante una festa, dandole un pugno in faccia e mordicchiando la maggior parte del suo naso. Anche in quel caso, il 20enne era ubriaco. Durante un’udienza in tribunale, Myshadaev era stato descritto come affetto da "una rabbia incontrollabile dovuta alla gelosia". A seguito della prima lite con Alexandra, i chirurghi non erano riusciti a ricucire la parte recisa sul viso, dicendo che il danno era "irreversibile".

alexandra shaposhnikova 3 alexandra shaposhnikova 3

 

Nonostante ciò, la 20enne "lo ha perdonato" e ha continuato a vivere con Myshadaev – che aveva incontrato al conservatorio locale. I pubblici ministeri avevano chiesto una lunga condanna alla Corte, ma lei aveva pregato il giudice: "Non ho rivendicazioni nei confronti di Oleg. Chiedo al tribunale di compiacermi e di non richiuderlo”. Myshadaev era stato dichiarato colpevole e condannato ad una pena detentiva di 18 mesi, poi ridotta dalla stessa Corte.

 

alexandra shaposhnikova 2 alexandra shaposhnikova 2 oleg myshdaev 1 oleg myshdaev 1

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute