QUANDO SI DICE “FAR FRUTTARE UN IMMOBILE” - IN PROVINCIA DI ANCONA UN IMPRENDITORE AVEVA TRASFORMATO, DALL’INVERNO ALLA PRIMAVERA, IL SUO ALBERGO IN UNA CASA DEL SESSO - D’ESTATE INVECE L'HOTEL FUNZIONAVA REGOLARMENTE PER I TURISTI - TRA I SUOI CLIENTI MEDICI E IMPRENDITORI 

-

Condividi questo articolo

Da http://www.anconatoday.it/

 

PROSTITUTE PROSTITUTE

In estate utilizzava il suo albergo di Numana come struttura alberghiera per i turisti. Quando la stagione calda terminava però il suo hotel diventava una vera e propria "Casa di tolleranza anni 50" con tanto di tariffario ad ore, dove le prostitute potevano esercitare il loro mestiere. A finire nei guai un noto imprenditore di 56 anni, residente a Numana, che è stato denunciato e dovrà rispondere di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

 

Il blitz dei Carabinieri è scattato questa notte, quando sono intervenuti nella struttura di via Marcelli. All'interno i militari hanno trovato due giovani sorelle brasiliane, di 35 anni, sorprese mentre facevano del sesso con dei clienti nelle camere dell'hotel.

 

PROSTITUZIONE 1 PROSTITUZIONE 1

Con loro oltre a diversi telefonini e rubriche telefoniche, anche 4mila euro in contanti. Inoltre, le indagini dei Carabinieri, hanno permesso di ricostruire l'intera vicenda, con l'albergatore che sin dal 2012 sostituiva mensilmente le prostitute (tutte provenienti dall'America latina) avendo come clienti anche alcuni noti dottori, imprenditori locali ed avvocati anconetani. La struttura è stata posta sotto sequestro.

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute