SALTO IN ALTO - DA RESORT PREFERITO DAI SUICIDI A CASA-MUSEO: L’INCREDIBILE STORIA DELL’HOTEL DEL SALTO SIMBOLO DELLA RINASCITA AMBIENTALE DI BOGOTÀ -

Condividi questo articolo

Fulvio Cerutti per la Stampa

HOTEL DEL SALTO BOGOTA' HOTEL DEL SALTO BOGOTA'

 

Per anni è stato un hotel abbandonato. Il luogo scelto da molte persone per cancellare le loro disperazioni con un salto nel vuoto. Stiamo parlando dell’Hotel Salto del Tequendama, un palazzo appena fuori Bogotà, in Colombia, costruito intorno agli anni ’20 dall’architetto Carlos Arturo Tapias che scelse come posizione un costone roccioso che guarda le Cascate di Tequendama, alte oltre 150 metri.

 

Data della struttura e il luogo su cui si affacciava, veniva considerato un simbolo di eleganza e una location esclusiva per un turismo molto facoltoso.  

 

HOTEL DEL SALTO BOGOTA' HOTEL DEL SALTO BOGOTA'

Negli anni ’90, l’inquinamento del Rio Bogotà e gli odori nauseabondi da esso derivati lo portarono alla rovina, anche accompagnato dai casi di persone che lo sceglievano per suicidarsi: per anni le leggende locali lo hanno anche descritto come un luogo infestato dalle anime delle persone disperate che si erano tolte la vita. Una fama che lo ha fatto conoscere anche come Hotel dei Suicidi. 

 

Recentemente però il palazzo ha avuto una importante opportunità di rinascita: l’hotel è stato riconvertito nella Casa Museo Salto de Tequendama Biodiversidad y Cultura, un museo dedicato all’ambiente.

 

A occuparsene è stata la Fundacion Ecologica “El Porvenir” che ha deciso di ristrutturare quel palazzo per avere un luogo dove raccontare, con mostre e conferenze, il lavoro fatto per il recupero delle bellezze naturali che lo circondano: da simbolo di eleganza e ricchezza, ora quel palazzo è simbolo della rinascita e della ricchezza ambientale che lo circonda. 

el hotel del salto colombia el hotel del salto colombia

 

el hotel del salto – colombia el hotel del salto – colombia

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

1. PANCIERA GIALLA! FUNERAL PARTY PER BONCOMPAGNI CON LA MUSICA DI JAMES BROWN, I VIDEO, LE FOTO E I RICORDI DEGLI AMICI (VIDEO INEDITI: ARBORE, AMBRA, GHERGO, DAGO) 2. LO STUDIO DI VIA ASIAGO 10, DOVE NEL 1965 DEBUTTO' "BANDIERA GIALLA", TRASFORMATO IN CAMERA ARDENTE (MAI SUCCESSO PRIMA IN CASA RAI) CON BARA, FIORI, NEON E SCHERMI TV 3. E TUTTI HANNO RESO OMAGGIO AL GRANDE BONCO: RAFFAELLA CARRA', CLAUDIA GERINI, ISABELLA FERRARI, SABRINA IMPACCIATORE, ALBA PARIETTI, ENRICA BONACCORTI, VESPA E MENTANA, FRASSICA E FERRINI, LAURITO E VELTRONI, PALOMBELLI E GIOVANNINO BENINCASA