SOPRA LA PANCA, LA PECORINA CAMPA - A BOLOGNA UNA COPPIA SENZA FISSA DIMORA VIENE SORPRESA A FARE SESSO IN UN PARCO DAVANTI AI BAMBINI - QUANDO LA POLIZIA È ARRIVATA L’UOMO SI È PRONTAMENTE ALZATO I PANTALONI, MENTRE LA DONNA È RIMASTA NUDA – I DUE ERANO CONOSCIUTI ALLE FORZE DELL’ORDINE PER…

-

Condividi questo articolo

Da "www.ilmessaggero.it"

 

SESSO AL PARCO SESSO AL PARCO

Rapporti sessuali su una panchina del parco davanti ai bambini. Ovvero atti osceni in luogo pubblico: è questa l'accusa scattata per una coppia senza fissa dimora, 35enne romana lei, 42enne di Vicenza lui, arrestati ieri sera, attorno alle 20, ai Giardini 'Graziella Fava' di Bologna, dopo essere stati sorpresi a fare sesso su una panchina nei pressi di un'area verde dove alcuni bambini stavano giocando.

 

SESSO AL PARCO SESSO AL PARCO

A chiamare la polizia è stata una donna, che in quel momento stava portando a passeggio il cane. All'arrivo degli agenti, l'uomo si è alzato i pantaloni, mentre la donna è rimasta completamente nuda. Entrambi gli arrestati erano già noti alla polizia: la donna, infatti, è risultata avere precedenti per atti osceni, resistenza, danneggiamento e reati connessi agli stupefacenti e proprio ieri era stata denunciata per ricettazione, poiché trovata in possesso di oggetti rubati su un camper in via Santo Stefano.

Sesso al parco Sesso al parco

 

L'uomo, invece, che al momento dell'arresto era privo di documenti, in passato è stato condannato per rapina e per oltraggio a pubblico ufficiale, oltre ad avere precedenti di polizia per furto aggravato e truffa.

 

Non potranno tornare a Bologna per i prossimi 3 anni con l'accusa di atti osceni in luogo pubblico, con l'aggravante della presenza di dimora.

SESSO AL PARCO SESSO AL PARCO

 

La misura cautelare del divieto di dimora è stata disposta in seguito all'udienza di convalida dell'arresto, che si è svolta oggi, mentre il foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno in città per 3 anni, è stato emesso dal questore Gianfranco Bernabei.

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal