STILE JUVE - ARRESTATO LORIS GIULIANO GRANCINI, CAPO DEI “VIKINGS”, GRUPPO ULTRAS DELLA JUVENTUS - L’UOMO DEVE SCONTARE OLTRE 13 ANNI: C’E’ ANCHE UNA CONDANNA PER TENTATO OMICIDIO CON ARMA DA FUOCO

-

Condividi questo articolo

LORIS GIULIANO GRANCINI LORIS GIULIANO GRANCINI

(ANSA) - I carabinieri hanno eseguito una ordinanza per un cumulo pene di 13 anni e 11 mesi nei confronti di Loris Giuliano Grancini, considerato il capo del gruppo ultras della Juve chiamato Vikings. Il 44enne Grancini, operaio, è stato trovato dai militari della compagnia di Cernusco sul Naviglio nella sua abitazione di Cernusco. Nel provvedimento si fa riferimento anche a una condanna per un tentato omicidio con arma da fuoco avvenuto il 5 ottobre 2006 in piazza Morbegno, a Milano.

 

Il tentato omicidio contestato a Grancini è avvenuto il 5 ottobre 2006 davanti al bar 'Los Hermanos' nella zona di viale Monza, a Milano. Grancini e un amico, Pasquale Romeo (condannato a nove anni con rito
abbreviato), avevano cercato di uccidere a colpi di pistola Massimo Merafino. Secondo l'accusa sarebbe stata una ritorsione per una lite che si era verificata in un altro bar di Milano. Successivamente Grancini è stato accusato di aver minacciato e ferito con una coltellata al polpaccio un amico di Merafino,
Antonio Genova, aggredito davanti a un bar ritrovo di tifosi
juventini affinché non testimoniasse contro di lui.

ANDREA AGNELLI ANDREA AGNELLI

LORIS GIULIANO GRANCINI LORIS GIULIANO GRANCINI LORIS GIULIANO GRANCINI LORIS GIULIANO GRANCINI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal