IL TEMPIO È DENARO – FEDELI INDIANI IN ANSIA PER IL TESORO DEL TEMPIO DI JAGANNATH: È STATA PERSA LA CHIAVE PER APRIRE IL CAVEAU DOVE SONO CONSERVATI ORI E ARGENTI – L’ULTIMO INGRESSO NEL 1985, QUANDO PARTE DELL’ORO ERA STATO SPOSTATO PER “MANUTENZIONE”, POI LA CHIAVE ERA STATA RESTITUITA ALLA TESORERIA DISTRETTUALE – IL MISTERO SI INFITTISCE QUANDO AD APRILE VIENE TROVATO UN DUPLICATO CHE…

-

Condividi questo articolo

Paolo Salom per il “Corriere della Sera”

 

tempio jagannath india 1 tempio jagannath india 1

Il mistero della chiave scomparsa da settimane è sulle prime pagine dei maggiori quotidiani indiani. Il giallo - che potrebbe facilmente riempire le pagine di un romanzo di E.M. Forster, l' autore di Passaggio in India - non è stato ancora risolto e ha già provocato dimissioni e proteste di autorità religiose e civili a Puri, nello Stato dell' Odisha.

 

La chiave perduta è quella che apre il caveau nei sotterranei del tempio di Jagannath.

statuetta krishna statuetta krishna

La scoperta risale alla scorsa primavera, quando, vestiti soltanto di un sari annodato intorno alla vita, sedici uomini - archeologi, sacerdoti hindu e rappresentanti dell' amministrazione statale - si sono avventurati per la prima volta in trent' anni, nei cunicoli dell' antico tempio, edificato nel XII secolo.

 

La loro missione: verificare la tenuta strutturale delle stanze dove - caratteristica di tutti i recinti sacri hinduisti - sono riposti ori, argenti e altri oggetti preziosi donati nei secoli dai fedeli.

 

tempio jagannath india 3 tempio jagannath india 3

Tornando alla superficie, come racconta il New York Times, gli uomini hanno spiegato ai pellegrini in attesa che era «tutto a posto, non è nemmeno stato necessario entrare: abbiamo osservato la situazione attraverso le sbarre di un' inferriata».

 

Una mezza verità: soltanto una volta di fronte al portone in ferro che dà accesso alla «sala del tesoro» si erano accorti che nessuno aveva la chiave.

 

negozio souvenir tempio jagannath negozio souvenir tempio jagannath

In India tutti i templi più importanti, e sono centinaia, conservano i loro tesori nei sotterranei (gli stessi che abbiamo imparato a conoscere nei film di Indiana Jones): tonnellate di preziosi per un valore stimato complessivo di oltre 150 miliardi di euro.

 

Ovvio che facciano gola, anche se è considerato sacrilegio sottrarli alla cura delle divinità cui sono intitolati i luoghi sacri.

le strade di 'puri', in india le strade di 'puri', in india

 

Tuttavia, spesso capita che, nei controlli di routine, qualche oggetto devozionale sparisca e difficilmente viene rintracciato.

 

Il caveau del tempio di Jagannath, in particolare, era stato aperto per l' ultima volta nel 1985, quando - parola dell' allora amministratore R.N. Mishra al New York Times - parte dell' oro era stato spostato per «manutenzione» e subito rimesso al proprio posto.

tempio jagannath india 2 tempio jagannath india 2

 

La chiave - la stessa oggi sparita - era stata restituita alla tesoreria distrettuale. Per anni nessuno ci aveva più pensato, fino a quando - ad aprile - era stata programmata un' ispezione che però si era arrestata sulla soglia, diversi metri sotto il livello stradale.

 

celebrazioni religiose a 'puri' in india celebrazioni religiose a 'puri' in india

Lo scandalo aveva subito mandato nel panico i responsabili del tempio. Che, improvvisamente, avevano «trovato» una copia della chiave negli uffici del tribunale locale. Soltanto che, invece di calmare le acque, la scoperta aveva fatto infuriare tutti ancora di più: chi e quando aveva fatto un duplicato?

 

celebrazioni religiose tempio jagannath celebrazioni religiose tempio jagannath

Era autentico? E comunque: dove era finita la chiave originale? Per il signor Mishra la questione non era affatto chiusa: «Una serratura, una chiave», era il suo mantra quando si occupava del tempio. Ora, i fedeli di Jagannath si sentono traditi e invocano l' aiuto della divinità: chi ha rubato sia colpito dalla vendetta e la chiave torni al suo posto.

'puri' in india 'puri' in india

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

CHI È DAVVERO DANIELA DEL SECCO D’ARAGONA? DAGOSPIA LO HA SVELATO NEL LONTANO 2013 - LA SIMPATICA DANI NON È AFFATTO UNA MARCHESA CON “DUEMILA ANNI DI STORIA FAMILIARE, DISCENDENTE DA SETTIMIO SEVERO” MA UNA VISPA ESTETISTA CHE SU UN'EMITTENTE PRIVATA LAZIALE NEGLI ANNI ‘90 TELE-VENDEVA LE SUE CREME DI BELLEZZA ESORDENDO SEMPLICEMENTE COME "SONO DANIELA DEL SECCO…" - A COLPI DI CAFONAL S’È TRASFORMATA IN “MARCHESA D’ARAGONA” TALMENTE SCIROCCATA DA DIVENTARE PIÙ VERA DELLA FICTION

viaggi

salute