TRAVOLTA E UCCISA DAL TRENO DI RENZI – UNA 43ENNE E’ MORTA A CIVITA CASTELLANA: STAVA ATTRAVERSANDO I BINARI, QUANDO IL CONVOGLIO L’HA INVESTITA AMMAZZANDOLA SUL COLPO - IN QUEL MOMENTO IL MEZZO UTILIZZATO PER LA CAMPAGNA “DESTINAZIONE ITALIA” DEL SEGRETARIO PD ERA SENZA PASSEGGERI - IL CORDOGLIO DEL PARTITO DEMOCRATICO

-

Condividi questo articolo

Da www.lastampa.it

 

TRENO USATO DA RENZI TRENO USATO DA RENZI

Tragedia nel tardo pomeriggio di ieri nella stazione di Borghetto Civita Castellana (Viterbo). Il treno di “Destinazione Italia” utilizzato dal segretario del Pd Matteo Renzi per il suo tour nelle città italiane in vista della lunga campagna elettorale per le Politiche del prossimo anno ha investito ieri sera sulla tratta Firenze-Roma all’altezza della località Borghetto-Civita Castellana, Anna Chiara Nobili, 43 anni. La donna, da quanto riferisce il sito Tuscia.web e fonti della Polizia Ferroviaria, stava attraversando i binari, quando il convoglio l’ha investita uccidendola sul colpo.  

 

TRENO USATO DA RENZI TRENO USATO DA RENZI

Il treno, vuoto e con a bordo solo il macchinista, viaggiava in direzione della Capitale per rientrare alla base in vista delle nuove tappe del tour dell’ex premier e non era “in servizio” per la campagna elettorale. La donna era a bordo della propria auto ed è stata investita mentre attraversava il passaggio a livello. Probabilmente il buio, spiegano le fonti, non le ha permesso di calcolare con esattezza la distanza del treno, che ha travolto la sua macchina. 

 

Le condoglianze del partito alla famiglia della vittima  

«Appreso del tragico incidente che ha coinvolto il treno charter noleggiato dal Pd e che ieri era in trasferimento tecnico per manutenzione, a nome di tutto il Partito democratico esprimiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia della vittima» si legge in una dichiarazione di Andrea Rossi, della segreteria nazionale del Partito Democratico.  

 

Matteo Renzi in treno Matteo Renzi in treno

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute