IL TRIBUNALE DI BRUXELLES HA CONDANNATO A 20 ANNI SALAH ABDESLAM, UNICO SOPRAVVISSUTO DEGLI ATTENTATI DI PARIGI, E SOFIEN AYARI, COLPEVOLI DI TENTATO OMICIDIO TERRORISTA PER LA SPARATORIA DI FOREST DEL MARZO 2016 DOVE SONO STATI FERITI 4 POLIZIOTTI

-

Condividi questo articolo

1 - TRIBUNALE BELGIO CONDANNA ABDESLAM A 20 ANNI

(ANSA) - Salah Abdeslam et Sofien Ayari sono stati condannati a 20 anni di prigione per tentato omicidio, attività terroristica e possesso illegale di armi. Lo ha deciso il Tribunale di Bruxelles accogliendo le richieste dell'accusa.

 

SALAH ABDESLAM SALAH ABDESLAM

2 - SALAH COLPEVOLE SPARATORIA TERRORISTA

 (ANSA) - Il Tribunale di Bruxelles ha giudicato Salah Abdeslam, unico sopravvissuto degli attentati di Parigi, e Sofien Ayari, colpevoli di tentato omicidio terrorista per la sparatoria di Forest del marzo 2016 dove sono stati feriti 4 poliziotti. Lo riferisce la stampa belga. Per il Tribunale i due complici sono colpevoli di tentato omicidio, visto che hanno partecipato attivamente alla sparatoria avvenuta in un appartamento dove erano barricati nel quartiere di Forest il 15 marzo 2016, con armi da guerra di tipo kalashnikov.

CARCERE ABDESLAM SALAH CARCERE ABDESLAM SALAH

 

Inoltre è "incontestabile" che avessero come obiettivo quello di far parte di un gruppo terrorista e che si muovessero come tali. I due erano "galvanizzati dall'ideologia salafita", scrivono i giudici. Né Abdeslam né il complice sono presenti in aula. Il procuratore ha chiesto 20 anni di carcere per entrambi. Dopo la sparatoria di Forest i due riuscirono a scappare, e Salah fu arrestato quattro giorni dopo in un appartamento di Bruxelles. Dopo altri quattro giorni, tre kamikaze si fecero esplodere nell'aeroporto e nella metropolitana di Bruxelles.

ARRESTO DI ABDESLAM SALAH ARRESTO DI ABDESLAM SALAH ABDESLAM SALAH ABDESLAM SALAH

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

“ABBIAMO L’ACCORDO SUL DECRETO FISCALE: NON CI SONO SCUDI DI SORTA ALL’ESTERO” - GIUSEPPE CONTE ANNUNCIA L’INTESA DOPO IL CONSIGLIO DEI MINISTRI: “NON CI SARA’ NESSUNA CAUSA DI NON PUNIBILITÀ: POTEVA PRESTARSI A EQUIVOCI. HO RIFERITO DELLE INTERLOCUZIONI CON MERKEL E MACRON, 50 MINUTI E NON IN PIEDI. IL CLIMA CHE ABBIAMO IN EUROPA È DI DIALOGO E DI DISPONIBILITÀ” - SALVINI RASSICURA I MERCATI: "NON ABBIAMO VOGLIA DI USCIRE DALL'UNIONE O DI USCIRE DALL'EURO" - DI MAIO LO SEGUE: "FINCHE' CI SARO' IO COME CAPO POLITICO DEL M5S, NON CI SARA' NESSUNO PROGETTO DI USCIRE DALL'EURO"

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute