VOMITEVOLE SARAI TE – IGINIO MASSARI VINCE LA CAUSA PER DIFFAMAZIONE CONTRO UNA RECENSIONE NEGATIVA SU TRIPADVISOR. LA BATTAGLIA LEGALE SI ERA APERTA 5 ANNI FA – IL CLIENTE AVEVA DEFINITO LA CREMA DELLO CHEF “VOMITEVOLE” E LUI SI ERA OFFESO: “FIDUCIA NELLA GIUSTIZIA. SI PUÒ FARE UNA CRITICA, BASTA CHE NON SIA DIFFAMATORIA. AVEVANO ESAGERATO”

-

Condividi questo articolo

Martina Barbero per https://cucina.corriere.it

 

iginio massari 4 iginio massari 4

Iginio Massari ha vinto la causa per diffamazione contro una recensione negativa («la sua crema è vomitevole») rilasciata su TripAdvisor. La battaglia legale, aperta 5 anni fa, si è conclusa con il successo del maestro pasticcere. «I social sono un valido strumento di comunicazione che consentono di raggiungere luoghi e persone lontane, attenzione tuttavia ai contenuti. Fiducia nella giustizia», è il commento twittato oggi da Massari dopo aver vinto la causa contro la coppia di recensori.

 

iginio massari 5 iginio massari 5

«Si può fare una critica, basta che non sia diffamatoria –ha detto all'Ansa Massari – e  in questo caso avevano esagerato. Ho deciso pertanto di prendere la via legale che è durata cinque anni. Una battaglia che ho fatto da solo, senza sostegno del motore di ricerca, ma già dal primo passo la Polizia Postale aveva ravvisato la diffamazione. Alla fine il giudice mi ha chiesto una transazione che ho accettato devolvendo l'importo del danno a una Onlus che si occupa di acquistare macchinari e supporti tecnologici adeguati ai bambini ricoverati presso l'Ospedale pediatrico di Brescia».

 

Il pasticcere non ha mai conosciuto gli autori della recensione: «So solo che hanno più di 30 anni, ma sono immaturi. Nella mia pasticceria abbiamo alle dipendenze 38 persone, a cui ho l'abitudine di dare puntualmente lo stipendio mensile. Ho voluto frenare chi ha esagerato».

iginio massari 2 iginio massari 2 iginio massari 6 iginio massari 6 iginio massari 1 iginio massari 1 iginio massari 3 iginio massari 3

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute