ARGENTO VIVO SU SALVINI – SIPARIETTO SU TWITTER: SALVINI FA IL SIMPATICO CON LA BOLDRINI, E ASIA ARGENTO SI INALBERA: #SALVINIMMER*A – IL VICEPREMIER NON RESISTE E LA SFOTTE, INVITANDOLA A STARE CALMA: “DAI ASIA, SECONDO ME NON SEI COSÌ CATTIVA, SE TI VA TI OFFRO UN CAFFÈ (MEGLIO UNA CAMOMILLA), MI RACCONTI I PROBLEMI CHE HAI E VEDO SE POSSO AIUTARTI”

-

Condividi questo articolo

DAGONEWS

 

MATTEO SALVINI LITIGA SU TWITTER CON ASIA ARGENTO MATTEO SALVINI LITIGA SU TWITTER CON ASIA ARGENTO

La passione di Matteo Salvini per i social è ormai irrefrenabile. Il vice premier posta, clicca, commenta ininterrottamente. Oggi il ruolo della “blastata” è toccato ad Asia Argento.

 

 

L’attrice ha commentato con l’hashtag #salvinimmer*a un post in cui il ministro dell’interno ironizzava sulla chiamata alle armi di Laura Boldrini e Roberto Saviano.

 

Che coppia! È stato il commento del leader della Lega, che ha scatenato Asia. La Argento e l’ex presidente della Camera condividono la battaglia per il #metoo. Una combo peggio della kriptonite per Salvini.

 

MATTEO SALVINI LITIGA SU TWITTER CON ASIA ARGENTO 1 MATTEO SALVINI LITIGA SU TWITTER CON ASIA ARGENTO 1

Che infatti ha commentato prontamente, invitando Asia a prendere un caffè tra gli applausi dei suoi sostenitori: “Dai Asia, secondo me non sei così cattiva, se ti va ti offro un caffè (meglio una camomilla), mi racconti i problemi che hai e vedo se posso aiutarti?”

MATTEO SALVINI LITIGA SU TWITTER CON ASIA ARGENTO MATTEO SALVINI LITIGA SU TWITTER CON ASIA ARGENTO

 

 

Condividi questo articolo

politica

I GIORNALI? NON SOLO SERVONO MA APPARECCHIANO IL CONSENSO AL TAVOLO DEI BENETTON - TRAVAGLIO: “CI SCUSIAMO CON I BENETTON E I LORO COMPARI POLITICI SE LI ABBIAMO OFFESI ANCHE SOLO NOMINANDOLI INVANO O PUBBLICANDO LORO FOTO SENZA ATTENDERE CHE, FRA QUINDICI ANNI, LA CASSAZIONE SI PRONUNCI SUI LORO EVENTUALI REATI. ORA SAPPIAMO DAI GIORNALONI (CORRIERE DELLA SERA, LA REPUBBLICA, LA STAMPA, IL GIORNALE) CHE ESSI NON SOLO NON VANNO INCOLPATI, MA NEPPURE NOMINATI. AL MASSIMO - CI INSEGNA EZIO MAURO - SI PUÒ PARLARE DI "UNA DELLE PIÙ GRANDI SOCIETÀ AUTOSTRADALI PRIVATE DEL MONDO" CHE, "IN ATTESA CHE LA MAGISTRATURA FACCIA LUCE", NON PUÒ DIVENTARE "IL CAPRO ESPIATORIO DI PROCESSI SOMMARI E RITI DI PIAZZA", "SCIACALLAGGINE  E BARBARIE TIPICI DEL POPULISMO"