BOSSI DI SEPPIA – LA CORTE D’APPELLO DI MILANO HA DISPOSTO IL NON LUOGO A PROCEDERE PER UMBERTO BOSSI E IL FIGLIO RENZO – ERANO IMPUTATI PER APPROPRIAZIONE INDEBITA CON L’EX TESORIERE DELLA LEGA BELSITO, CHE INVECE È STATO CONDANNATO A UN ANNO E 8 MESI

-

Condividi questo articolo

lega ladrona bossi belsito foto e baraldi lega ladrona bossi belsito foto e baraldi

(ANSA) - La Corte d'Appello di Milano ha disposto il non luogo a procedere per Umberto Bossi e il figlio Renzo imputati per appropriazione indebita con l'ex tesoriere Francesco Belsito. Per quest'ultimo ha rideterminato la condanna a un anno e 8 mesi e 750 euro di multa pena sospesa. La Lega aveva presentato querela nei confronti di Belsito ma non dei Bossi. 

UMBERTO BOSSI E BELSITO UMBERTO BOSSI E BELSITO renzo bossi renzo bossi renzo bossi renzo bossi UMBERTO BOSSI UMBERTO BOSSI UMBERTO BOSSI CONTRO NAPOLITANO UMBERTO BOSSI CONTRO NAPOLITANO renzo bossi renzo bossi renzo bossi in tribunale renzo bossi in tribunale FRANCESCO BELSITO E RENZO BOSSI jpeg FRANCESCO BELSITO E RENZO BOSSI jpeg renzo bossi portaborse fuori montecitorio 5 renzo bossi portaborse fuori montecitorio 5

 

Condividi questo articolo

politica