UN CETRIOLO PER LUIGINO - L'AVVOCATURA DI STATO PRONTO A DARE IL VIA LIBERA ALL'ACQUISTO DELL’ILVA DA PARTE DI ARCELOR MITTAL CON BUONA PACE DI DI MAIO - IL GRILLINO AVEVA CHIESTO UN PARERE PER DECIDERE SE LA GARA, SU CUI AVEVA AVUTO DA RIDIRE ANCHE L'ANAC, FOSSE DA ANNULLARE

-

Condividi questo articolo

Marco Antonellis per Dagospia

di maio di maio

 

Non accennano a placarsi le polemiche sul crollo del ponte Morandi a Genova che già si aprono nuovi fronti e giungono nuove indiscrezioni per il governo gialloverde, stavolta sull'altro fronte caldo, quello dell'Ilva di Taranto: secondo rumors governativi infatti l'Avvocatura di Stato sarebbe intenzionata a dare il via libera al colosso indiano Arcelor Mittal! Il Ministero guidato da Luigi Di Maio ufficialmente smentisce ma rumors sempre più insistenti riferiscono che il via libera sarebbe stato ormai deciso (l'ufficialità potrebbe arrivare già nelle prossime ore).

 

ILVA ILVA

Il Vice Ministro, Ministro dello sviluppo economico, del lavoro e capo del Movimento politico dei 5 Stelle, Luigi Di Maio, aveva chiesto nelle scorse settimane un parere all'Avvocatura per decidere se la gara, su cui aveva avuto da ridire anche l'Anac, fosse da annullare o meno.

 

Ma adesso, ambienti istituzionali di alto rango, fanno notare che la procedura di gara sarebbe stata regolare e l'Ilva di Taranto è da considerarsi aggiudicata alla cordata guidata da Arcelor Mittal. A questo punto se la notizia fosse confermata il Ministro Di Maio avrebbe solo poche settimane, fino a metà settembre, per trovare un'intesa con il colosso indiano. Non per niente i contatti tra il Mise e Mittal sono proseguiti senza sosta per tutto il mese di agosto.

IMPIANTO ARCELOR MITTAL IMPIANTO ARCELOR MITTAL

 

Condividi questo articolo

politica

“LASCIATE CHE I MERCATI CASTIGHINO I POPULISTI ITALIANI” – IL CAPO-ECONOMISTA DI COMMERZBANK HA UN PIANO PER FAR FUORI SALVINI E DI MAIO: BRUXELLES DEVE SOLO “SFRUTTARE LE PRESSIONI CHE I MERCATI STANNO ESERCITANDO SULL’ITALIA”, CHE NON TROVANDO PIU' COMPRATORI PER I BTP DOVRÀ USARE IL PROGRAMMA “OMT” E DUNQUE SARA' COMMISSARIATA. LA LINEA, SECONDO L''ECONOMIST', E' CONDIVISA DAI PAESI DEL NORD EUROPA – MANCO OETTINGER ERA ARRIVATO A TANTO: ALMENO LUI CI VOLEVA FAR VOTARE!