CHI VINCERÀ AI BALLOTTAGGI? – L'INSOSTENIBILE EGEMONIA DI SALVINI NEL GOVERNO IRRITA I 5STELLE, CHE AL VOTO DI DOMANI STARANNO A GUARDARE: IN 6 COMUNI SU 10 LA SFIDA È TRA CENTROSINISTRA E CENTRODESTRA – MARTINA LANCIA L’HASHTAG “FERMIAMO L’ONDA NERA”. PER IL PD LA TOSCANA È L’ULTIMA TRINCEA: RISCHIA DI PERDERE PERSINO PISA, MASSA E SIENA…

-

Condividi questo articolo

Estratto dell’articolo di Giovanna Casadio per "la Repubblica"

 

SALVINI DI MAIO SALVINI DI MAIO

Regna l' incertezza nei ballottaggi di domani. Ma soprattutto, dopo circa venti giorni dall' insediamento del governo Conte, il test che riguarda 3 milioni di elettori può fornire un' indicazione sulla tenuta dell' alleanza giallo- verde.

 

E dall' altra parte è l' irritazione degli elettori dei 5Stelle per l' egemonia di Matteo Salvini nell' esecutivo, la speranza del Pd. Lo ammette il segretario dem, Maurizio Martina: domani ci sono voti che potrebbero tornare al centrosinistra, peraltro di nuovo unito in molti casi.

maurizio martina 4 maurizio martina 4

 

E lancia l' hashtag " fermiamo l' onda nera". Risponde Salvini: « La sinistra può vincere solo al fantacalcio». Il riferimento del leader leghista e ministro dell' Interno è al voto a Massa. Perché per il Pd è la Toscana l' ultima trincea.

 

Tuttavia proprio qui, Pisa, Massa e Siena sono più che mai in bilico. Uno studio dell' Istituto Cattaneo sui ballottaggi dà quei Comuni toscani (…) in cima alla classifica dei ballottaggi tutti da giocare, per i quali persino fare pronostici è difficile.

 

matteo salvini con i migranti matteo salvini con i migranti

La fotografia politica attuale poi, è assai diversa dal voto per le politiche: i 5Stelle infatti sono sì ago della bilancia, ma in 6 Comuni su 10 le sfide sono tra centrosinistra e centrodestra ( il 56,6%). Per l' esattezza in 43 su 76 ( ai comuni il Cattaneo aggiunge il Municipio III di Roma) amministrazioni, il ballottaggio è "tradizionale" tra centrosinistra e centrodestra (…)

 

La rimonta elettorale appare poco probabile laddove il primo classificato nel voto del 10 giugno abbia una maggiore distanza dallo sfidante. (…)

 

de mita con la moglie de mita con la moglie

Ad Ancona infatti, che è anche capoluogo di Regione, nel primo round la dem Valeria Mancinelli, sindaca uscente, ha ottenuto il 48%. A contenderglielo Stefano Tombolini di una lista civica appoggiata dal centrodestra, che aveva avuto il 28,4%. A chi andranno i voti grillini? Ugualmente a Terni, che fu una roccaforte rossa nella rossa Umbria, con il Pd ridotto al 12%, Leonardo Latini del centrodestra aveva sfiorato la vittoria al primo turno con il 49,2% e domani la gara sarà con il 5Stelle Thomas De Luca.

 

SCAJOLA SCAJOLA

Avellino ha visto in testa Nello Pizza, avvocato penalista, con il 42,9%, appoggiato dal Pd, da liste civiche e dai Popolari di De Mita. Tuttavia lo sfidante grillino Vincenzo Ciampi, che si era fermato al 20,3%, si dice fiducioso nella rimonta anche per via della maretta politica dopo l' inchiesta che proprio in queste ore ha portato all' obbligo di firma per lady De Mita.

 

A Viterbo forbice ampia al primo turno tra il candidato del centrodestra Giovanni Maria Arena (40,2%) e Chiara Frontini di una lista civica che si era fermata al 17,6%. Tutta aperta la sfida di Imperia dove l' ex ministro forzista Claudio Scajola aveva avuto un vantaggio di 7 punti su Luca Lanteri del centrodestra.

 

Condividi questo articolo

politica