LA DIMOSTRAZIONE CHE BEPPE GRILLO SI E' SMARCATO DA DI MAIO E CASALEGGIO? HA RIMANDATO, A DOPO LE ELEZIONI, LE DATE ROMANE DEL SUO SPETTACOLO PREVISTE IL 23 E 24 FEBBRAIO: “CHE CI VENGO A FARE A ROMA IN QUEL PERIODO LÌ, MI ASSALTANO, DOVREI PASSARE DUE GIORNI CHIUSO IN ALBERGO”

-

Condividi questo articolo

Marianna Di Piazza per www.ilgiornale.it

 

GRILLO DI MAIO CASALEGGIO GRILLO DI MAIO CASALEGGIO

Beppe Grillo ha rinviato le due date del suo spettacolo "Insomnia" al teatro Flaiano, a Roma, a dopo le elezioni del 4 marzo. Lo show era previsto per il 23 e 24 febbraio e invece si terrà un mese più tardi, il 23 e 24 marzo.

 

"Che ci vengo a fare a Roma in quel periodo lì, mi assaltano, dovrei passare due giorni chiuso in albergo", ha spiegato il comico al suo staff. In queste settimane di campagna elettorale, Grillo è rimasto nell'ombra. Meglio evitare la Capitale a pochi giorni dalle elezioni, deve aver pensato il comico genovese. E così sul blog è comparso un avviso: "Gli spettacoli in programma a Roma (Teatro Flaiano) sono stati posticipati. I biglietti già acquistati restano validi per le nuove date. È possibile richiedere il rimborso del biglietto, presso il Punto Vendita dove è stato effettuato l’acquisto, entro e non oltre il 7 marzo".

 

BEPPE GRILLO E DAVIDE CASALEGGIO BEPPE GRILLO E DAVIDE CASALEGGIO

La scelta di Grillo ha fatto però discutere: in molti hanno letto questa decisione come un ulteriore disimpegno dalla campagna elettorale. Come ha ricordato HuffigtonPost, nell'unica apparizione pubblica, a Torre del Greco, Grillo ha parlato per dieci minuti scarsi. Un paio di battute fragili contro gli avversari politici e nessun endorsement per il candidato premier. Ma il faccia a faccia con i cronisti non è stato cancellato. Solo rimandato. Al 23 e 24 marzo, giorni dell'insediamento del nuovo Parlamento.

beppe grillo davide casaleggio beppe grillo davide casaleggio

 

Condividi questo articolo

politica

SOVRANISTI SUONATI - BAGNAI (LEGA) AMMETTE LA SCONFITTA SULLA MANOVRA: ''AVER ACCETTATO RICHIESTE CHE IN TERMINI ECONOMICI SONO DEL TUTTO SURREALI, VIENE VISTA DA MOLTI DI VOI COME UNA RESA. PUÒ DARSI. MA ORA IL SIGNOR MOSCOVICI È IN LIEVE DIFFICOLTÀ. SE CONTINUA A DIRE CHE NON GLI BASTA MAI, CERTIFICHERÀ IL FATTO CHE "L'EUROPA" HA COME RAGION D'ESSERE QUELLA DI IMPORRE POLITICHE PROCICLICHE A CHI SE LE LASCIA IMPORRE, CIOÈ FARÀ CAMPAGNA ELETTORALE PER NOI, ANCHE NEGLI ALTRI PAESI…''