GIU’ LE MANI DAI VITALIZI! - LUCIANA CASTELLINA, EX PARLAMENTARE DI SINISTRA, RISCHIA DI PERDERE PIU’ DELL’80% DELL'ASSEGNO: “C'E' UN ERRORE. VA DIFESA LA DIGNITÀ DELLA POLITICA. QUESTA NORMA E' STATA CONQUISTATA GRAZIE ALLE BATTAGLIE DEL MOVIMENTO OPERAIO PER IMPEDIRE CHE LA POLITICA FOSSE UNA QUESTIONE RISERVATA AI RICCHI” – PECORARO SCANIO: "GIUSTO IL TAGLIO, ORA RIDURRE PURE LO STIPENDIO…"

-

Condividi questo articolo

castellina castellina

Maria Berlinguer per la Repubblica

«Sono convinta che ci sia un errore ma certamente non farò ricorsi, non voglio difendere i vitalizi ma la dignità della politica e della storia». Luciana Castellina, classe 1929, una vita di battaglie a sinistra fondatrice e direttrice de Il Manifesto, potrebbe perdere più dell' 80% del suo vitalizio da ex parlamentare. Passando da 4,314 euro a 783 euro.

 

Se lo aspettava?

«No, cado dalle nuvole. Tra l' altro leggo che sarei andata in pensione a 54 anni mentre ci sono andata a 70. Ma è vero che ai miei tempi le legislature venivano interrotte. E spesso io facevo solo la capolista, ai tempi del Pdup».

 

Quindi è giusta la scure di Fico sui vitalizi?

«Il punto non è se sia o meno giusto tagliare i vitalizi. Sono e resto una persona di sinistra e certo non difendo privilegi che capisco possono apparire odiosi.E di certo non mi lamento. Ho avuto più di quello che prende la gente comune. Il punto è che nessuno ha più memoria di nulla».

 

 

In che senso?

«I vitalizi come il finanziamento pubblico dei partiti, sono norme conquistate grazie alle battaglie del movimento operaio per impedire che la politica fosse una questione riservata ai ricchi. Poi certo c' è stata una degenerazione, ma sarebbe giusto che qualcuno si andasse a studiare la storia. Anche a sinistra».

 

luciana castellina luciana castellina

Con chi ce l' ha?

«Per esempio con Veltroni. Non è stato lui a parlare per primo della necessità di abolire il finanziamento pubblico?».

 

Ma torniamo ai vitalizi. È giusto o no tagliarli?

«Sì e no. Capisco che ci sono casi che possono apparire assurdi, tipo un parlamentare che è stato eletto per qualche mese e che ora ha un vitalizio. Ma allo stesso tempo è giusto che ci sia un riconoscimento pubblico dei politici».

Cioè?

«Non parlo per me che ho sempre lavorato e sono stata al Parlamento europeo per 23 anni.Ma se uno entra in Parlamento a 40 anni e ne esce a 50 chi lo riassume? L' aspettativa c' è solo nella pubblica amministrazione».

 

alfonso pecoraro scanio alfonso pecoraro scanio

2. PECORARO SCANIO: "GIUSTO ORA RIDURRE PURE GLI STIPENDI"

Monica Rubino per la Repubblica

 

Alfonso Pecoraro Scanio, già presidente dei Verdi e deputato dal 2000 al 2008: cosa pensa della delibera che taglia le pensioni degli ex parlamentari?

«Sulla questione sono sereno. Ho sospeso l' attività di avvocato quando ho cominciato a fare il deputato. Non ho mai riscattato né sommato altri vitalizi (quello da consigliere regionale e da europarlamentare). Ho sempre pagato il contributo di solidarietà.

Insomma se c' è un taglio equo su tutto, io lo rispetterò».

 

I 5 Stelle lo propongono come una forma di giustizia sociale. Per lei è così?

«Trovo giusto tagliare i doppi e tripli vitalizi. L' importante è evitare punizioni sui singoli. Mi aspetto che si presti attenzione alle persone molto anziane e che si distingua fra chi ha sospeso l' attività professionale e chi si è arricchito con la politica. Ma il M5S deve rispettare anche l' impegno di tagliare gli stipendi ai parlamentari in carica».

 

Lei perderebbe quasi il 40% dell' assegno: da 9.387 a 5.554 lordi.

giuliano amato alfonso pecoraro scanio giuliano amato alfonso pecoraro scanio

«Non è un problema. Mai basato il mio stile di vita sullo stipendio di parlamentare. Oggi prendo netti 4800 euro. Vorrà dire che scenderà del 40%, poi magari si abbasserà anche l' aliquota per le tasse. Se è fatto per tutti, lo accetterò con disciplina».

 

Per chi ha votato il 4 marzo?

«Alla Camera M5S e al Senato Sel.Sono un sostenitore dell' alleanza fra M5S e centrosinistra. Se invece i 5Stelle hanno fatto il governo con la Lega, la responsabilità è di Renzi».

 

Che cosa fa da quando ha lasciato il Parlamento?

«Insegno nei settori agricoltura e ambiente: alla Bicocca, a Roma a Tor Vergata (gratis) e alla Federico II di Napoli».

sgarbi pecoraro scanio da eataly sgarbi pecoraro scanio da eataly

 

Tornerebbe alla politica attiva?

«Ma in sostanza io continuo a fare politica: ho salvato l' isola di Budelli con una petizione, ho candidato la pizza napoletana a patrimonio Unesco, difendo l' opera lirica italiana. Ora mi batto per far bocciare il Ceta, il trattato con il Canada che danneggia il made in Italy. Certo, se mi tagliano il vitalizio potrò dedicare meno soldi a queste battaglie».

 

luciana castellina angelo guglielmi luciana castellina angelo guglielmi AIDA YESPICA BALLA CON PECORARO SCANIO AL BAGAGLINO AIDA YESPICA BALLA CON PECORARO SCANIO AL BAGAGLINO elisabetta sgarbi luciana castellina elisabetta sgarbi luciana castellina ALFONSO PECORARO SCANIO ALFONSO PECORARO SCANIO luciana castellina luciana castellina luciana castellina 4 luciana castellina 4 luciana castellina 1 luciana castellina 1 Luciana Castellina Luciana Castellina Luciana Castellina Luciana Castellina PAOLO MIELI LUCIANA CASTELLINA PAOLO MIELI LUCIANA CASTELLINA LUCIANA CASTELLINA NANNI MORETTI LUCIANA CASTELLINA NANNI MORETTI Luciana Castellina Luciana Castellina luciana castellina 2 luciana castellina 2 luciana castellina 3 luciana castellina 3 scalfari luciana castellina achille occhetto scalfari luciana castellina achille occhetto luciana castellina ritanna armeni luciana castellina ritanna armeni luciana castellina luciana castellina luciana castellina (2) luciana castellina (2) luciana castellina luciana castellina luciana castellina giuliano ferrara luciana castellina giuliano ferrara luciana castellina luciana castellina

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY


politica