GRILLO CHOC: “MIGRANTI? NO GRAZIE, PORTANO MALATTIE INFETTIVE” - LA LEGA: “TBC E ALTRE MALATTIE COLPA DELL’ABOLIZIONE DEL REATO D’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA VOLUTO DAL M5S” (A FARE IL PURO TROVI SEMPRE QUALCUNO PIÙ PURO CHE TI EPURA)

Mentre Alfano incassa il primo ok della Germania sull’operazione Frontex Plus, il durissimo post di Grillo contro l’immigrazione scatena la polemica - Il Pd: “Terrorismo mediatico” - SeL: “Il comico fa concorrenza a Tavecchio”...

Condividi questo articolo

Da “corriere.it

 

costa smeralda beppe grillo 10 costa smeralda beppe grillo 10

Giornata europea per il ministro dell’Interno Alfano. Al centro degli incontri, la questione dell’immigrazione nel Mediterraneo alla luce della decisione europea di lanciare nelle prossime settimane l’operazione Frontex Plus al largo delle coste italiane. E proprio su questo fronte Alfano ha incassato un primo ok dalla Germania.

 

«C’è il sostegno della Germania a Frontex Plus, e il riconoscimento del grande impegno italiano. È un giorno importante: dopo il sostegno della Francia, abbiamo anche il consenso della Germania», ha detto il ministro degli Interni dopo l’incontro a Berlino con il suo omologo tedesco, Thomas de Maiziere.

 

M5Stelle

ANGELINO ALFANO FOTO LAPRESSE ANGELINO ALFANO FOTO LAPRESSE

Mentre Alfano si confronta in Europa sul tema immigrazione, e raggiunge Madrid per un colloquio con il ministro dell’Interno spagnolo, dall’Italia Beppe Grillo dice la sua. E posta sul blog: «Tbc, no grazie. I migranti portano malattie infettive #Tbcnograzie». Il leader del M5Stelle, poi, argomenta: «Per la Tbc non esiste un vaccino che provveda una protezione affidabile per gli adulti, si trasmette per via aerea e le cure richiedono anni. Vogliamo reimportarla, reimportiamola! ma facciamolo alla luce del sole, informando la popolazione che alla polizia non vengono forniti neppure gli strumenti minimi di profilassi».

 

Gli italiani, aggiunge, Grillo «Qui per evitare il tabù del razzismo arriviamo alla situazione grottesca degli Stati africani che chiudono le frontiere tra loro per paura del diffondersi dell’ebola, che ha 21 giorni di incubazione, mentre noi le lasciamo spalancate senza fare alcun accertamento medico sui chi arriva da chissà dove nel nostro Paese - si legge ancora sul blog di Grillo -

 

Khalid Mohammed Sheikh Khalid Mohammed Sheikh

I triti e ritriti confronti degli italiani come popolo di migranti che deve comprendere, capire, giustificare chiunque entri in Italia, sono delle amenità tirate in ballo dai radical chic e dalla sinistra che non pagano mai il conto e da chi non vuole affrontare il problema. Quando i nostri bisnonni approdavano negli Stati Uniti, Paese della Libertà, dopo aver visto la Statua con la fiaccola accesa, venivano subito confinati a Ellis Island in quarantena», conclude il post.

 

Le reazioni: «Grillo si vergogni»

Dichiarazioni che scatenano una ridda di polemiche: «Grillo sa fare solo il provocatore», commenta il deputato del Pd Khalid Chaouki. Il deputato Democratico, si dice «curioso di sapere se ora i parlamentari del Movimento 5 Stelle prenderanno le distanze dal terrorismo mediatico del loro capo». Il capogruppo dei deputati di Sinistra Ecologia Libertà, Arturo Scotto, affida le sue considerazioni a Twitter: «Le vacanze finiscono e i fabbricanti della paura tornano. Con squallide argomentazioni razziste su immigrati e tubercolosi Beppe Grillo fa concorrenza a Tavecchio. Che vergogna».

 

Critiche incrociate, anche dalle file della Lega Nord: «Quando Grillo si lamenta del ritorno della tubercolosi nel nostro paese forse dimentica che l’arrivo delle malattie infettive dall’Africa è stato favorito anche dall’abolizione del reato d’immigrazione clandestina voluto dal M5S», afferma il deputato Roberto Caon.

 

 

Condividi questo articolo

politica

DIECI PICCOLI INDIANI - BECCHI: ''L'ARRESTO DI DE VITO È LA FINE DEL M5S DI CASALEGGIO E GRILLO'', IL CUI SILENZIO È ORMAI ASSORDANTE. CADONO UNO A UNO E IL DISCORSO DELLE MELE MARCE STAVOLTA NON FUNZIONERÀ - GLI EX M5S BIONDO E CANESTRARI: ''LA CHIAVE È LA RIUNIONE DEL 20 FEBBRAIO 2017 IN CAMPIDOGLIO. C'ERANO RAGGI, GRILLO E CASALEGGIO. A CHE TITOLO? COME MAI DA QUEL MOMENTO CAMBIA TUTTO SULLO STADIO DELLA ROMA? SE LA PROCURA FA QUESTA DOMANDA CASCA TUTTO IL SISTEMA CASALEGGIO''