“PER UNA POLTRONA NON CAMBIO IDEA, PIUTTOSTO LASCIO LA POLTRONA” – IL SOTTOSEGRETARIO VINCENZO SPADAFORA SI DICE ANCORA FAVOREVOLE ALLE ADOZIONI DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI – E RANDELLA IL DDL PILLON (SULL’AFFIDO CONDIVISO): “SONO CONVINTO CHE NON POSSA ESSERE APPROVATO. O SI TROVA IL MODO PER MODIFICARLO IN MODO NETTO OPPURE…”

-

Condividi questo articolo

VLADIMIR LUXURIA E VINCENZO SPADAFORA VLADIMIR LUXURIA E VINCENZO SPADAFORA

(ANSA) – "Io lo sono, ci mancherebbe. Per una poltrona non cambio idea, piuttosto lascio la poltrona". Lo afferma Vincenzo Spadafora, sottosegretario alla presidenza del Consiglio ad Agorà rispondendo a chi gli chiede se sia ancora favorevole alle adozioni da parte di coppie omosessuali.

 

Estratto da www.huffingtonpost.com

(…) E sul ddl Pillon - sull'affido condiviso dei figli - dice: "Io sono convinto che non possa essere approvato e sono certo che non sarà approvato così come è stato proposto. O si trova il modo per modificarlo in modo però netto o non credo che questo Parlamento approverà mai quel decreto così com'è".

simone pillon saluta matteo salvini (1) simone pillon saluta matteo salvini (1) luigi di maio vincenzo spadafora luigi di maio vincenzo spadafora simone pillon (3) simone pillon (3) vincenzo spadafora vincenzo spadafora vincenzo spadafora papa francesco bergoglio vincenzo spadafora papa francesco bergoglio simone pillon (2) simone pillon (2) simone pillon saluta matteo salvini (2) simone pillon saluta matteo salvini (2) SPADAFORA E CIRINNA AL PRIDE DI POMPEI SPADAFORA E CIRINNA AL PRIDE DI POMPEI

 

Condividi questo articolo

politica

UN GRIDO SI LEVA DA TWITTER: “OH MADONNA BENEDETTA DELL'INCORONETA!” – “A CHI SI STUPISCE CHE DI MAIO ABBIA NOMINATO BANFI RAPPRESENTANTE DELL'ITALIA ALL'UNESCO, VORREI RICORDARE CHE AVEVA GIÀ VOLUTO TONINELLI MINISTRO. UN NETTO MIGLIORAMENTO” - E SE PER QUALCUNO ORA "SI STA PENSANDO A UN RUOLO DI RILIEVO ANCHE PER ALVARO VITALI” E A “UNA POSIZIONE DI LIVELLO ISTITUZIONALE PER LA FENECH”, C'È CHI INSINUA IL DUBBIO CHE LA NOMINA DELL'ATTORE ARRIVI DOPO DEFEZIONI ECCELLENTI: “BOMBOLO E IL GABIBBO NON POTEVANO, EVIDENTEMENTE” - TUTTI I MEME