DI MAIO IN PEGGIO – DOPO LE LEGGI-FRANKESTEIN E QUELLE SPOT ARRIVA LA LEGGE CABRIOLET: È LA RIFORMA DELLA PRESCRIZIONE. “POST-DATATA”, COME GLI ASSEGNI AVVENTUROSI, DOVRÀ SOLO PROTARRE IL MOMENTO IN CUI SI RIVELERÀ “SCOPERTA” – ALLA FINE VA BENE A TUTTI. DI MAIO APPROVA IL CAVALLO DI BATTAGLIA GRILLINO. E SALVINI ASPETTA DI ANDARE AL VOTO E SMANTELLARLO

-

Condividi questo articolo

Luigi Ferrarella per il “Corriere della Sera”

 

matteo salvini luigi di maio matteo salvini luigi di maio

Al proprio «accattonaggio» di consenso propagandistico in materia di giustizia i pentaleghisti ben potrebbero applicare la fattispecie, da essi appena varata, di «accattonaggio molesto» con «modalità vessatorie e simulando deformità» o con «mezzi fraudolenti per destare altrui pietà»: consenso «pietìto» infatti con una sequela di «modifiche vessatorie» (perché roboanti nei proclami quanto abborracciate negli esiti) su immigrazione, condoni fiscali ed edilizi, legittima difesa, rito abbreviato, condizioni del carcere, ora prescrizione.

 

ALFONSO BONAFEDE MATTEO SALVINI ALFONSO BONAFEDE MATTEO SALVINI

«Mezzi fraudolenti» oscurano le verità dei numeri, perché sulla prescrizione darebbero torto sia ai pasdaran della spugna (la vera «bomba atomica» è quella che in 10 anni ha incenerito 1,4 milioni di fascicoli), sia agli ultrà dello stop (già oggi una nuova corruzione può estinguersi non prima di 15 anni).

SALVINI DI MAIO CONTE BY SPINOZA SALVINI DI MAIO CONTE BY SPINOZA

 

E «simulazioni di deformità» lucrano sui processi in corso su morti di amianto o stragi ferroviarie, storpiati da tifoserie pur consapevoli che ogni riforma della prescrizione si applicherebbe non ai processi in corso ma solo ai reati commessi dopo, e quindi produrrebbe i primi effetti tra 7/10 anni.

 

Di Maio e Salvini - proprio loro che a metà 2018 hanno mostrato quanto sia facile bloccare alle soglie di una ritardata entrata in vigore una legge come quella Orlando sulle intercettazioni del 2017 - adesso concordano su una ritardata entrata in vigore, dopo mitologica «riforma del processo penale entro dicembre 2019», di 3 righe grilline: da innestare ora nel ddl anticorruzione, ma per bloccare «soltanto dal 2020» la prescrizione con la sentenza di primo grado (senza rimedi o indennizzi per l' imputato in caso di inerzie dello Stato).

 

CARTA IGIENICA SALVINI DI MAIO CARTA IGIENICA SALVINI DI MAIO

Così, ai già sperimentati tipi di legge-Frankenstein (trapiantata in confusi testi legislativi), e di legge-spot (fatta solo per «dare un segnale» da monetizzare in cabina elettorale), ora si inaugura la legge-cabriolet : cioè la legge che, «post datata» come gli assegni avventurosi, dovrà solo protrarre il momento in cui si rivelerà «scoperta».

 

Condividi questo articolo

politica